Ho preparato la pizza assemblata a casa e ora sono pizzaiolo ad honorem

Sfornare la pizza nel forno domestico con il metodo delle basi è facile grazie allo shop online Primo Taglio. E si può anche usare la padella

Tempo di lettura: 9 min

Inizio lockdown personale, lunedì 9 marzo sera. Che fanno 7 settimane e almeno 14 pizze saltate.

Qui a Napoli, la culla della pizza, la città che ha dato i natali a tanti artisti Unesco che ci vorrebbe un museo di 50 piani per stiparli tutti.

Il computo calorico potrebbe pur volgere a favore, ma l’indice di felicità è irrimediabilmente sceso sotto il livello dei piedi.

La de-pizzazione continuerà fino a lunedì 27 aprile quando, in forza della nuova ordinanza n. 37, potrà riprendere l’attività delle pizzerie in modalità consegna a domicilio.

Che avverrà a macchia di leopardo per una certa difficoltà di mettere in pari la sostenibilità economica dovuta a orari e a regole di prevenzione molto rigide.

Quindi ho alzato bandiera bianca e sono andato sullo shop online di Primo Taglio (sì, nostro sponsor), per ordinare a 9,20 € il kit di sopravvivenza di 3 basi pizze già cotte, da rifinire con la farcitura e da finire nel forno di casa.

Inutile che ricordi a chi mi segue che la mia esperienza maturata con i forni elettrici mi fa vedere lo scatolotto infilato in colonna o sotto i fuochi, l’arnese della rovina definitiva di ogni tipo di impasto e causa di sovrane incavolature.

A questo punto, pizza surgelata di nuova generazione ‘A Pizza, Giuseppe Maglione, nNeafrozen? Scartata la Maglione per lontananza da Avellino (ma la distribuzione potrebbe allargarsi alla Campania) e l’olandese nNea a maggior ragione, ho puntato su Primo Taglio per aver assistito in tempi non sospetti alla cottura di un disco e per l’ottima realizzazione dei pani in vendita nei Ciro Amodio.

Ed eccoli i tre dischi pronti a rallegrare il venerdì sera insieme ad altri prodotti che trovandomi ho selezionato.

Tipo le provolette affumicate, le uniche ancora disponibili dopo il passaggio delle locuste digitali, e qualche oliva imbottita oltre a un necessario mascarpone per il tiramisù.

pizza a casa basi

Il kit della pizza prevede oltre alle basi anche il pomodoro pelato della Fiammante e il fiordilatte (Sulla pizza ci va solo il fiordilatte, dicono a Sant’Anastasia) già tagliato a julienne che sarà un po’ meno gastrofregno del taglio ad arte della classica palla, ma almeno vi evita indesiderati sbrodolamenti e successivi allagamenti della pizza.

Dato uno sguardo alle istruzioni on line, le metto da parte perché non sono per la tecnica a stelle e strisce che depone in prima base i latticini e a seguire il pomodoro. Dall’osservazione al banco di illustri pizzaioli avrò pur qualcosa imparato.

Mando a palla il forno che ha un disgraziatissimo programma pizza che mette in funzione la ventilazione, assolutamente da scartare, e posiziono sull’icona del pollo che restituisce la funzione statica (dopo la prima presa di contatto con la funzione girarrosto che brucerebbe pure l’acqua).

La pizza margherita nel forno di casa

pizza a casa

Eccomi pronto con la pizza già stesa e cotta al 90% e sistemata sul tagliere-pala con fiordilatte e pomodoro.

Schiaccio i pomodori nella boule, evito di aggiungere sale per gustarmi il pomodoro nature, spacchetto il fiordilatte.

pizza a casa pomodoro
pizza a casa pomodoro

Con il cucchiaio si parte dal centro per distribuire il pomodoro.

pizza a casa fiordilatte
pizza a casa fiordilatte

Una generosa pioggia di fiordilatte.

pizza a casa olio

Giro di olio extravergine del contadino del Cilento.

pizza a casa forno

E via nel forno.

pizza a casa margherita

5 minuti di fine cottura con un occhio alla doratura e una all’inevitabile crunch che si produrrà e la pizza è pronta senza patemi d’animo.

Sarà per la forzata astinenza, sarà per la sudditanza da sponsor, ma questa pizza è pure buona. Vorrei arrampicarmi un attimo sul paragone con la pizza della pizzeria X o Y, ma poi penso al disastro nucleare del forno che mi ha biscottato irrimediabilmente il mio special impasto lunga lievitazione (e troppa idratazione) qualche giorno prima. E ringrazio sentitamente l’esistenza di questo kit di sopravvivenza.

E ora? Non te la fai una bella salsiccia e friarielli?

La pizza salsiccia e friarielli a casa

provola e salsicce
provole affumicate

Altrimenti ste provolette che ne facciamo? Le tagliamo a metà per evitare di prendere a calci l’asmatico forno.

I friarielli sono già belli e passati nella padella (ah, l’arte del ricicciare che è anche più forte del riciclo).

Un passaggio in padella della salsiccia tagliata e siamo pronti per l’esperimento 2.

La botta da trasporto del fattorino (che in piena modalità contactless ha giustamente appoggiato di verticale il pacco capotando il contenuto) ha spiegazzato una delle tre basi.

Deciso, salsiccia e friarielli rustica, del campagnolo, del rider. Insomma come vi pare.

pizza a casa provola
pizza a casa provola

Condiamo la base con la provola e inforniamo.

pizza a casa friarielli
pizza a casa forno

A 3 minuti, aggiungo la verdura e le salsicce. La perdita di calore dal forno è pari allo sgonfiaggio repentino di uno pneumatico crepato.

pizza a casa salsiccia e friarielli

Termino la cottura sognando un reattore nucleare per mantenere la temperatura.

pizza a casa salsiccia e friarielli

Foto per Instagram (cit.).

pizza a casa taglio

Taglio con le forbici perché la rotella chissà dove sarà finita.

Un po’ di inevitabile crunch, ma cavoli anche questa supera l’esame e avendo già mangiato la margherita escludo le questioni di fame, mentre con lo sponsor ho già deciso di fare le mie rimostranze per il delivery alla come capita contactless.

Un po’ lo incendierei questo forno e allora ecco la follia che avanza.

Cottura in padella.

Brandisco la mia super padella ferro-rame di Agnelli che ha tenuto il battesimo di Scatti di Gusto 10 anni or sono a Londra aruspice Massimo Bottura e mi preparo all’ultima prova.

La pizza margherita in padella

pizza a casa padella

Padella subito in temperatura, micro gocce di olio, pizza tutta condita con listarelle senza ulteriore taglio e via con il coperchio in vetro per controllare il fine cottura.

pizza a casa padella

Vi regalo anche il particolare tecnico dello sfiato umidità.

Va più lesta e bisogna fare attenzione che non si appiccichi alla padella. Mi sento più fornaio.

pizza a casa cottura

Spadello con movimento quasi fluido (la padella pesa) e vado al taglio.

Morbidezza superiore.

La prossima volta faccio combo padella + forno.

In attesa della riapertura con pizza al dehors in mezzo a un nugolo di lame di plexiglass (scherzo).

1 commento

  1. Sulla caduta di temperatura del forno: mai troppo benedetta fu la mia decisione di prendere un paio di mattoni refrattari al vicino venditore di materiale edilizio.
    Davvero, pochi spiccioli per risolvere definiticamente questo problema
    Lo provi, secondo me non rimarrà deluso

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui