Gennaro Esposito e la task force in Campania: video intervista

Lo chef stellato e motore di Festa a Vico ha organizzato un tavolo per presentare soluzioni per la riapertura di giugno. Ecco come partecipare

Vi proponiamo il video della diretta Instagram con lo chef Gennaro Esposito, due stelle Michelin del ristorante La Torre del Saracino di Marina di Seiano e motore di Festa a Vico, che ha fatto il punto sul tavolo per stabilire le misure necessarie per riaprire le attività di ristorazione il 1 giugno.

Il tavolo lavora come luogo di sintesi delle proposte di ristoranti, pizzerie, catering da sottoporre alla task force che consiglia il Presidente della Regione Vincenzo De Luca per adottare i provvedimenti che permetteranno la ripartenza delle attività in Campania.

Come è stato avviato il tavolo ristorazione, cosa può fare e cosa non può fare il tavolo, quali sono gli argomenti trattati, come possono partecipare gli addetti al settore inviando idee, proposte, possibili soluzioni.

C’è una mail (covid19@brotherinfood.com) cui indirizzare le proposte.

Non è uno sfogatoio, ma un sistema per raccordare tutti gli operatori della ristorazione della Campania per non farsi trovare impreparati alla riapertura e per stabilire regole e protocolli percorribili.

Sul piano pratico, significa evitare i divisori in plexiglass, la cui sola idea ha mandato in tilt le speranze di molti di riaprire un ristorante o una pizzeria, e di riuscire a fornire soluzioni in grado di restituire il piacere di sedersi a tavola e di garantire la sostenibilità economica delle attività di ristorazione.

Gli argomenti del tavolo ristorazione in Campania

la Torre del Saracino

A titolo di esempio, occorre ragionare su

  1. modalità per l’ingresso dei clienti nei locali di ristorazione
  2. distanza di sicurezza interpersonale e tra i tavoli
  3. utilizzo di mascherine e altri dispositivi individuali di protezione sia per i clienti che per i lavoratori
  4. limiti e utilizzo dell’aria condizionata
  5. utilizzo dei bagni
  6. dehors e spazi esterni
  7. flussi di lavoro e di accoglienza
  8. attività di comunicazione

È necessario creare un clima di fiducia tra ristoratori e clienti e l’obiettivo è possibile solo attenendosi a regole condivise da tutti che siano in grado di disegnare una nuova normalità.

La sfida è garantire che il ristorante sia un luogo che offre sicurezza. L’unica strada per far ritornare i clienti a frequentare i luoghi della ristorazione.

Come partecipare al tavolo di Gennaro Esposito

L’invito di Gennaro Esposito è quindi a mettere sul tavolo idee e proposte che permettano di portare al governo regionale soluzioni e lasciare definitivamente alle spalle la confusione e l’incertezza che minano alla base la regolare riapertura dei locali.

Entro mercoledì, Gennaro Esposito ha intenzione di stilare l’elenco delle soluzioni da portare all’approvazione della Task Force regionale in modo da avere per il 20 maggio le linee guide per la riapertura.

Solo in questo modo ristoranti, pizzerie, catering, pub ed altre attività saranno pronte a ripartire a giugno.

1 commento

  1. Avete per caso approfondito con una lettura integrale del testo e intervistando il giorno dopo gli operatori del settore?
    Si registra un malessere generale perché le linee guida se applicate imbavagliano il settore, come la distanza tra gli schienali delle sedie pari a 2 metri (il che vuol significare distanziare i tavoli a tre metri), l’applicazione di plexiglass (considerato inutile ai più), le misure insostenibili sul ricircolo.
    Oggi si scopre che nessuno dei firmatari aveva letto il documento (dichiarazioni loro) e tutti gettano la colpa sugli altri. La passerella mediatica con il Presidente De Luca non ha prodotto alcuna proposta se non il classico reverenziale bacio dell’anello. Il settore ha bisogno di una voce unica, competente e strutturata e che parli a nome di tutti. Quelli a cui abbiamo assistito è l’ennesimo fallimento dell’esercizio del dialogo costruttivo per una categoria e alla rappresentazione plastica del folklore mediatico che imperversa a più non posso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui