Cheesecake ai frutti di bosco: non la solita torta al formaggio

La Three Cities of Spain Cheesecake è stata la prima torta di formaggio cotta nel forno negli anni '70 dal caffè di Santa Fe cui deve il nome

Tempo di lettura: 6 min

Cosa dovrebbero avere di diverso delle barrette di cheesecake ai frutti di bosco dalle altre normali cheesecake?

Bene, è presto detto: tutti sappiamo quanto pesanti e monotone possano essere le normali “torte di formaggio”: la solita base di biscotti sotto, la crema di formaggio sopra e un macigno sullo stomaco dopo. Belle a vedersi, certo, facili da prepararsi, nessuno dubbio, ma in fondo sempre uguali a se stesse, oltre a non essere esattamente così leggere da digerire.

Ma questa è diversa.

Alla base ci sono sempre i biscotti sbriciolati, e la crema di formaggio è comunque presente –  anche perché altrimenti il dolce non potrebbe fregiarsi del titolo di “cheese cake” –  ma la novità rispetto alle altre è che questa è sormontata da uno strato di panna acida, solo leggermente zuccherata, distribuita su tutta la superficie e poi messa in forno una decina di minuti. Questo tocco di leggera acidità andrà a contrastare la dolcezza della crema di formaggio formando un mix piacevolissimo, e a completare il tutto ci sarà una bella distesa di frutti di bosco freschi e colorati, una gioia non solo per gli occhi ma soprattutto per il palato.

La questione panna acida

La ricetta è stata tratta dal sito The smitten kitchen, e se vi state preoccupando per la panna acida, un ingrediente immancabile dei dolci che parlano l’inglese britannico o l’inglese americano, è perché forse non vi siete accorti che ormai la trovate in quasi tutti i supermercati, non nel banco frigo ma spesso assieme ai prodotti etnici, e quindi il problema della sua reperibilità davvero non esiste.

Inoltre, sappiate che la panna acida – che come sapore e consistenza è molto simile allo yogurt greco – si può anche facilmente preparare in casa con panna, yogurt, limone e un giorno di placida attesa (in rete si trovano centinaia di ricette). Non siete ancora convinti? Bene, allora potrete sostituire la panna acida con altri topping più “nostrani” o di vostro gradimento, come crema di cioccolato, panna montata o burro di arachidi, come indicato nelle note.

E per la leggerezza? Beh, quella è semplice da ottenere: basta servire il dolce non a fettone tradizionali ma porzionandolo preventivamente a barrette o a quadrotti, di modo che le porzioni ridotte non vadano a ingolfare stomaco e apparato digerente: la cheese cake, di qualsiasi tipo, non è la torta della nonna ma un tripudio di sapori e calorie, molto ricco e “importante”, ed è quindi logico che richieda porzioni più ridotte. Semplice, no?

E ora, la ricetta della cheesecake preceduta da qualche nota.

Le alternative alla panna acida

Se non siete troppo appassionati di panna acida, sappiate che potrete sostituirla con altri topping. 

  1. Ad esempio, potrete utilizzare della panna semimontata leggeremente zuccherata, senza poi però più mettere il dolce in forno per i dieci minuti finali ma mettendola sulla superficie del dolce poco prima di servire, decorando poi con i frutti di bosco.
  2. Oppure, potrete optare per un topping fatto con una glassa al cioccolato a vostro piacere, magari preparata unendo pari dosi di cioccolato fuso e panna, oppure unendo al cioccolato fuso una noce di burro di modo che rimanga cremosa. Ancora, potrete fare una composta di frutti di bosco facendoli cuocere per una decina di minuti insieme a qualche cucchiaio di zucchero e un goccio di succo di limone: anche questi topping saranno da distribuire sulla superficie del dolce a freddo e non avranno bisogno di cottura.
  3. Altra soluzione è utilizzare del burro di arachidi: in questo caso, come per la panna acida, mettete ancora il dolce in forno per una decina di minuti.
  4. Se invece volete un topping veloce ed essenziale, strofinate delle scorze di agrumi finemente tritate nello zucchero e con queste spolverizzate la superficie del dolce.

La ricetta delle barrette di cheesecake ai frutti di bosco

frutti di bosco per cheesecake

Da preparare preferibilmente il giorno prima del consumo.

Ingredienti per 24 porzioni

Per la base di biscotti

220 g di biscotti secchi tipo Digestive o frollini
50 g di zucchero
85 g di burro, fuso (a piacere, potrete anche farlo leggermente imbrunire in un pentolino per renderlo più saporito)
Un pizzico di sale

Per la crema di formaggio

700 g di formaggio cremoso tipo mascarpone, philadelphia, ricotta o anche un mix a piacere
200 g di zucchero
4 uova
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

Per il topping

450 g di panna acida
25 g di zucchero
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
400 g circa di frutti di bosco misti (lamponi, mirtilli, fragoline etc)

Procedimento

Scaldate il forno a 160-165°C, statico

Foderate il fondo e i bordi di una teglia rettangolare di circa 23 x 33 cm di lato con due fogli di carta forno incrociati, lasciando che fuoriescano dai bordi, su ognuno dei 4 lati, di circa 5 cm.

Preparate la base di biscotti.

Mettete i biscotti nella ciotola di un mixer e riduceteli in polvere.

In una ciotola unite i biscotti in polvere con lo zucchero, il burro fuso e il sale e amalgamate il tutto con un cucchiaio. Mettete il tutto sulla teglia con la carta forno e premete con il fondo di un bicchiere per livellare il composto. Fate cuocere in forno per circa 10 minuti.

Nel frattempo, preparate la crema. Con le fruste elettriche sbattete il formaggio con lo zucchero fino a renderlo cremoso, poi unite le uova, una alla volta, e azionate ancora le fruste fino a che non sono perfettamente amalgamate. Unite anche la vaniglia, girate e poi rovesciate il composto sul guscio di biscotti, che avrete tolto dal forno, e fate cuocere per circa 25 minuti. La crema dovrà apparire ancora gelatinosa.

Togliete dal forno la cheesecake e fate raffreddare per 5 minuti.

Nel frattempo preparate il topping. In una ciotola unite la panna acida, lo zucchero e la vaniglia. Rovesciate il composto a cucchiaiate sul dolce e livellatelo dolcemente con una spatola in uno strato sottile. Mettete di nuovo in forno per altri 10 minuti.

Togliete dal forno, fate raffreddare a temperatura ambiente senza togliere il dolce dalla sua teglia. Quindi mettete in frigo per almeno due ore, meglio ancora se tutta la notte.

Come servire la cheesecake a barrette

Per servire il dolce, toglietelo dallo stampo tirando dolcemente i lembi di carta forno che strabordano dallo stampo stesso, e mettete il tutto su un tavolo o un piano di lavoro. Se ci riuscite, fate scivolare via la carta forno da sotto il dolce, ma facendo attenzione in quanto il rischio di rompere il guscio di biscotti e rovinare il dolce è altissimo.

Ricoprite poi tutta la superficie del dolce con i frutti di bosco e tagliate infine il dolce a quadrati di circa 5 centimetri di lato con un coltello seghettato.

Servite quindi il dolce così porzionato e …aspettate che i vostri amici vi chiedano la ricetta!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui