Guida Michelin 2021. 29 stelle perse: ristoranti italiani penalizzati dal Covid

29 stelle perse in questo anno difficile per la ristorazione italiana. Ecco cosa è successo nella Guida Michelin 2021

Tempo di lettura: 3 minuti

Tante novità nella nuova Guida Michelin 2021 con 29 nuove stelle ma, ahinoi, altrettante stelle perse.

Da Nord a Sud dell’Italia sono 29 i ristoranti che hanno perso la stella guadagnata nel corso degli anni.

Il Covid-19 ha fatto perdere molte stelle per chiusura del ristorante. Un causa – effetto diretto che è stato alla base della decisione della Michelin.

Chiusura e chiusura indefinita sono le note che accompagnano queste stelle cadenti della ristorazione. Tra quelle che probabilmente faranno discutere maggiormente gli appassionati c’è la stella persa da Davide Scabin al Combal.Zero (leggete qui l’approfondimento).

E anche di più la stella Michelin persa da Yoji Tokuyoshi a Milano. Lo chef giapponese, che aveva maturato parte della sua esperienza come sous chef all’Osteria Francescana di Massimo Bottura, ha cambiato formula. Da ristorante fine dining a Bentoteca Milano con la speranza di una riapertura in autunno.

Un locale con prezzi super competitivi per cercare di raggiungere più persone possibili. Ma che non è riuscito a sostenere l’esame Michelin. Il Cambio formula aggiunto nella nota specifica proprio questo passaggio.

Felix Lo Basso, infine, detiene il triste record di due stelle perse. Una a Milano al Duomo, l’altra a Trani. Veramente un anno da dimenticare.

Le stelle Michelin perse per qualità

10 sono invece i ristoranti che perdono la stella Michelin per non aver superato l’esame di verifica della prova tavola degli ispettori. Per loro il percorso che ha portato alla perdita della stella non è limitato a questo annus horribilis. I loro dossier erano già “ballerini”.

Paga pegno la Campania con due retrocessioni: Il Riccio a Capri e Casa del Nonno 13 a Mercato San Severino.

Brutta batosta anche per il Bye Bye Blues di Patrizia Di Benedetto che era incappata in guai giudiziari quest’estate. Ma a valere sempre nella valutazione è quello che c’è nel piatto.

Stop anche per Enoteca Achilli al Parlamento a Roma che non ha retto al cambiamento dello chef.

Le retrocessioni

LocalitàProv.Locale
BarlettaBTBacco
Capri (Isola di)/AnacapriNAIl Riccio
FollinaTVLa Corte
Grinzane CavourCNMarc Lanteri al Castello
Mercato San SeverinoSACasa del Nonno 13
Palermo/MondelloPABye Bye Blues
RivignanoUDAl Ferarùt
RomaRMEnoteca al Parlamento Achilli
VeronaVROsteria La Fontanina
Vodo CadoreBLAl Capriolo

Stelle perse per chiusura

Prov.LocalitàLocaleNota
SPAmegliaMauro Ricciardi alla Locanda dell’AngeloChiusura
BAAndriaUmamiChiusura
SACaggianoLocanda SeverinoChiusura
VRIsola RizzaPerbelliniChiusura
AQL’AquilaMagione PapaleChiusura indefinita
LCLeccoAl Porticciolo 84Chiusura
MIMilanoFelix Lo BassoChiusura
MIMilanoLumeChiusura
MIMilanoTokuyoshiCambio Formula
MIMilanoTrussardi alla ScalaChiusura
TORivoliCombal.zeroChiusura
RMRomaMetamorfosiChiusura
FISan Casciano Val di PesaLa Tenda RossaChiusura
SISan GimignanoCum QuibusChiusura
SISan Gimignano/LucignanoAl 43Chiusura indefinita
PDSelvazzano DentroLa MontecchiaChiusura il 31/12
BTTraniMemorie Felix Lo BassoChiusura
TVTrevisoUndicesimo VineriaChiusura
VIVicenzaRl CoqChiusura

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui