vino bianco e pesce

Vino bianco: 10 tra le migliori bottiglie da bere con il pesce a Natale

Il vino bianco è il migliore alleato sulla tavola di Natale e di Capodanno per il pesce. Ecco cosa scegliere per ottimi regali di Natale

Vino

Col pesce ci vuole il vino bianco: lo avrete sentito predicare chissà quante volte. Vero, ma non sempre: il pesce magro (ad esempio pesce spada, branzino, rombo, orata) e il pesce azzurro gradiscono un buon rosso secco.

Tuttavia, abbinando vino bianco ai piatti di pesce del pranzo di Natale difficilmente si sbaglia.

Il vino bianco leggero è consigliato per il pesce di fiume (o di lago), mentre gli spumanti (champagne compresi) sono indicati per il salmone, il tonno oppure il pesce affumicato.

Per le fritture è preferibile servire vini più strutturati e con tenore alcolico più elevato, spalla acida più marcata, volendo anche frizzanti. Caratteristiche che attenuano il sapore dell’olio e della frittura, pulendo il palato.

Crostacei e molluschi si accompagnano a vini bianchi aromatici e corposi.

I 10 vini bianchi con i piatti di pesce anche da regalare

vino bianco e pesce

Chi è indeciso nella scelta del vino bianco da abbinare al pesce sulla tavola di Natale, andrà a colpo sicuro pescando tra queste 10 bottiglie di vino bianco.

Segue elenco da nord a sud.

1. Riesling Mosel Trocken 2020 – Schloss Lieser

riesling

Partiamo proprio dalla Mosella, la cantina Schloss Lieser è tra le più belle e prestigiose dell’intera zona.

Solo uve Riesling Renano vinificate con fermentazione alcolica in acciaio a bassa temperatura con lieviti indigeni per un vino intenso al naso, fruttato, a polpa bianca e poi gialla con la mela e la pesca quasi a dettar legge.

Profili ribaltati al palato dove la freschezza la farà da padrone assieme ad una piacevole mineralità, lunga e persistente.

Un Riesling che vi piacerà tra i possibili vini bianchi, specie se abbinato ad una frittura di paranza, (pensate che coppia Germania/Abruzzo) oppure ad una zuppa di pesce in bianco. Sino a spingersi come spalla per del buon formaggio fresco.

Notevole il rapporto qualità/prezzo.

Prezzo: 15 €

Facebook

2. Vino bianco e pesce: Petite Arvine DOC 2014 – La Source

vino bianco e pesce

Un vino bianco per il pesce che racchiude eleganza e buona persistenza.

Prodotto dall’Azienda La Source a Saint Pierre (omonima località), con sole uve Petit Arvine. Un caratteristico vino di montagna, armonioso, giallo paglierino se di recente annata mentre via via più dorato se indietro con gli anni. Sì, perché può mantenersi integro anche a distanza di 5/6 primavere.

Al naso è fine, fruttato e floreale, con cenni di gelsomino e biancospino.

Al palato fresco e minerale, abbinato egregiamente con una sapida tartare di tonno o, anche più grassa, di salmone.

Prezzo: 15 €

3. Erbaluce di Caluso KIN 2017 – Azienda Agricola Tappero Merlo

vino bianco Erbaluce di Caluso per pesce

Ci spostiamo in Piemonte con per assaggiare un altro vino bianco da abbinare ai piatti di pesce. Più che un nome, KIN è una dedica al soprannome del nonno (Domenico Tappeto Merlo) dell’attuale produttore.

Le terre del canavese offrono grandi uve Erbaluce, unico vitigno utilizzato per produrre un vino dal colore quasi brillante.

Al naso bella frutta a polpa bianca, sfumature agrumate e poi più erbacee. Sul finale distintamente minerale.

Un sorso ricco, morbido e inequivocabilmente aromatico, spingerà su una possente mineralità.

Si adatta a buone evoluzioni e, vista la capacità di sfidare il tempo, ve lo consigliamo con pesce in umido. Non sbaglierete.

Prezzo: 30 €

Pagina Facebook

4. Vino bianco e pesce: Timorasso Il Montino 2019 – La Colombera

Sempre in terra piemontese, questa volta per un vino ottenuto da vigneti che guardano a sud della pianura di Tortona.

100% Timorasso, già di per sé sinonimo di buona longevità.

È il 2006 l’anno cruciale dell’Azienda Agricola La Colombera, in cui vengono vinificate separatamente le uve del Montino, dando vita ad un Timorasso incredibilmente sapido e succoso.

Giallo dorato alla vista, fruttato e floreale al naso, con cenni di zucchero filato che vira via via verso note di idrocarburi, più minerale verso il finale. Un vino di piacevolissima morbidezza, arricchito da note aromatiche difficili da dimenticare.

Da provare con la carrellata di antipastini freddi di pesce del vostro cenone vigiliare oppure con antipasti di pesce caldi e zuppette di pesce.

Prezzo: 25 € ca.

Pagina Facebook

5. Monterotondo 2018 – Villa Sparina Gavi

L’ultima tappa piemontese alla ricerca dei vini bianchi per i piatti di pesce ci regala un celebre cru. È quello di Monterotondo, superbo territorio che permette di ottenere uno tra i migliori vini provenienti dal territorio di Gavi. Uve Cortese posizionate a 300 metri sul livello del mare.

La produzione è pressoché artigianale, al calice giallo paglierino ma questa volta quasi “smeraldo”.

Gran naso che racchiude varianti che spaziano dalla frutta a polpa gialla, pesca e albicocca su tutte, a note erbacee e speziate, floreali e poi minerali.

Sebbene sia un vino complesso nelle sue componenti, si distingue sempre per eleganza ed armonia, vere gioie per il palato.

Da degustare in abbinamento con del pesce sfilettato, tartare di pesce oppure con un invitante spaghetto allo scoglio in bianco.

Prezzo: 38 €

Pagina Facebook

6. Vino bianco e pesce: Pigato Bon In Da Bon 2020 – Bio Vio

Il vino bianco da sole uve Pigato Bon In Da Bon di Bio Vio ottimo con gli spaghetti a vongole

Andiamo ora in Liguria, terra dalle sempre interessanti sfaccettature.

Un nome altisonante, curioso, tradotto dal dialetto ligure Bon in Da Bon significa “buona davvero”.

È da qui che vi presentiamo un vino bio prodotto da Giobatta Vio con sole uve Pigato provenienti dalla Riviera ligure di Ponente.

Si tratta di una raccolta volutamente tardiva, in prevalenza effettuata alla fine di ottobre da vigneti a circa 100 mt. sul livello del mare.

Al calice il vino si presenta giallo paglierino carico, il profilo olfattivo spazia dalle note agrumate a quelle marcatamente minerali, poi più sapide, di mare insomma. Non potrebbe essere altrimenti.

Un vino di una ricchezza e persistenza che non passano inosservate.

È uno di quei vini bianche che si sposano al meglio con piatti di pesce alla griglia, crostacei al forno o al vapore, un risotto ai frutti di mare oppure uno spaghetto alle vongole.

Prezzo: 20 €

Pagina Facebook

7. Sauvignon Quintessenz 2019 – Cantina di Caldaro Kaltern

Il vino bianco Sauvignon Quintessenz 2019 della Cantina di Caldaro Kaltern è ottimo con gli scampi al forno

Le terre trentine offrono grandi bianchi, oltre ai classici vitigni utilizzati quali basi per i migliori Trento Doc.

Qui siamo a Pianizza di Sopra, in provincia di Bolzano.

Il Quintessenz è ottenuto con sole uve Sauvignon Blanc mediante fermentazione spontanea e con l’utilizzo di soli lieviti indigeni.

Al calice è giallo brillante, i profumi sono intensi e lo rendono un vino complesso. Si va dalla dalla pesca all’uva spina, dalla frutta esotica, sino ai fiori di sambuco. Potrete percepire sfumature di foglia di pomodoro e chiari ritorni salmastri.

La degustazione prosegue con un assaggio energico, succoso, dove scalpita la mineralità, bella lunga e persistente.

Una proposta valida per dell’ottimo baccalà, preparato nei modi più disparati, in umido, fritto o come meglio preferite. Con degli ottimi scampi al forno, sino a del formaggio stagionato che chiude (o apre) al meglio la vostra cena (o pranzo). 

Prezzo: 20 €

Pagina Facebook

8. Ribolla Gialla 2017 – Damijan Podversic

La Ribolla Gialla Damijan Podversic, vino bianco ottimo per il pesce in umido. Ph. Marco Cappellari

Ci spostiamo poi in Friuli. Damijan Podversic è riconosciuto all’unanimità come uno dei più apprezzati produttori di Ribolla Gialla. Non a caso l’abbiamo scelta per questa nostra selezione di vini bianchi da abbinare a piatti di pesce. Lontano da ogni qualsivoglia pregiudizio.

Il suo maestro è un certo Josko Gravner. Oggi i due producono vini perfettamente riconoscibili e soprattutto distinguibili, il che la dice lunga.

La vinificazione avviene da 60 a 90 giorni sulle bucce ed il successivo affinamento in botti di grandi per 36 mesi.

Il risultato è un sorprendente ventaglio olfattivo, oltre che un caratteristico colore ambrato. Progressiva e coinvolgente è la complessità, pesca, frutta secca, agrumi ed erbe aromatiche. Poi miele, iodio e lontani ritorni di frutta candita.

Un incredibile vortice, quasi interminabile, perfetto per un antipasto di pesce a base di salmone, per un maltagliato immerso nel brodetto di mare o, ancora, con del pesce in umido, in bianco o al sugo.

Prezzo: 40 €

Pagina Facebook

9. Mezzo Pieno IGT Colli Aprutini Trebbiano 2018 – Az. Agr. Massetti Francesco

Immancabile la sosta in Abruzzo, terra di vini e vigneti dalle grandi potenzialità, per scegliere uno dei bini bianchi da abbinare ai piatti di pesce.

Vi abbiamo già accennato di questa bottiglia. Ora più che mai, ve la consigliamo come regalo oppure da acquistare e aprire in occasione della vostra cena pre-natalizia.

Uve Trebbiano per un vino di un giallo intenso alla vista, prevalentemente fruttato al naso, segno anche di una bella biodiversità. Si distingue una bella polpa di pera e poi note più minerali. All’assaggio si rivela ben saldo in termini di freschezza e sapidità e con un bell’equilibrio.

Piacevolissimo in abbinamento a carpacci, sfilettati ma anche crudi. Il mare attorno ad una bottiglia che si conferma davvero interessante.

Prezzo: 25 € ca.   

Pagina Facebook

10. Vino bianco e pesce: Fiano di Avellino Ventidue 2018 – Villa Raiano

vino bianco Fiano per pesce

Chiudiamo i nostri consigli sui vini bianchi per i piatti di pesce in terra campana.

La prestigiosa Villa Raiano è una realtà ubicata nel cuore dell’Irpinia, a San Michele di Serino (AV).

Questo vino bianco è prodotto con sole uve Fiano fermentate in vasche di acciaio per alcuni mesi e poi affinate per circa un anno. Ulteriore affinamento per ca. 14 mesi in bottiglia.

Il classico colore giallo paglierino rivela al naso un bouquet intenso, fruttato, dove si distinguono la mela golden, la pera e poi sfumature più floreali. Non manca un gradevole finale ammandorlato.

Un vino bianco morbido e di gran bella struttura che, grazie alla sua spinta minerale, saprà accompagnare al meglio un risottino di mare, una linguina allo scoglio oppure del pesce alla griglia.

Prezzo: 22 € ca.

Pagina Facebook




Di Andrea Mucci

Di giorno bancario, di sera un curioso scopritore dei luoghi fatti di cibo e vino, con le loro infinite storie da raccontare. Natio della terra d’Abruzzo, dove occhi e pancia vogliono sempre la loro parte