pizze della solidarietà

Pizze della solidarietà con Lioniello e Bove: raccolti 3000 € per i bambini

6 pizze della solidarietà con Salvatore Lioniello, della pizzeria a Succivo, e Giuseppe Bove, del Segreto di Pulcinella a Montesarchio

Notizie

Pizze di solidarietà alla pizzeria Da Lioniello a Succivo con Salvatore Lioniello e Giuseppe Bove. I due pizzaioli hanno devoluto interamente il ricavato della serata di beneficenza, oltre 3.000 €, a “La stanza di Tobia”. Il progetto di beneficenza è curato dalla Accademia Nazionale Pizza DOC in sostegno dell’ARLI – Associazione Regionale Leucemie Infantili.

Il progetto sostiene i bambini ricoverati per le terapie oncologiche presso l’ospedale Santobono – Pausillipon di Napoli e in tutti i presidi ospedalieri del sud Italia. E prevede un appartamento in via Foria a Napoli messo gratuitamente a disposizione delle famiglie dei piccoli pazienti.

pizze della solidarietà Giuseppe Bove e Salvatore Lioniello

6 pizze della solidarietà hanno costruito il percorso. Giuseppe Bove ha scelto di portare alcuni dei suoi must have come la pizza triple baccalà e la omaggio a Montesarchio. Salvatore Lioniello ha proposto impasti e topping ideati ad hoc per la serata.

Le pizze della solidarietà

Il menu degustazione ha sfornato sui tavoli dei partecipanti queste pizze della solidarietà.

  1. Una battuta di pesca di Salvatore Lioniello. Pizza in teglia al 100% idratazione. Con cicoria, tartare di spigola, alghe di mare fritte, zest di limone.
  2. Pepita di bufalo di Giuseppe Bove. Pizza montanara fritta e al forno. Con stracciata di bufala, tartare di bufalo campano, olive nere di Bonea, capperi di Salina soffiati, maionese allo zafferano del Taburno, tartufo nero invernale, olio evo Seleca.
  3. Puntarelle di luna di Salvatore Lioniello. Pizza al padellino cotto a vapore con triplo pre-fermento con farina di Senatore Cappelli, Saragolla, Carosello del Cilento e multicereali al 90% idratazione. Farcita con insalata di puntarelle, carpaccio di manzetta prussiana, maionese di alici di Cetara, senape in grani.
  4. Triple Baccalà di Giuseppe Bove. Fior di latte, baccalà islandese marinato, maionese di baccalà, chips di baccalà, polvere di pomodorino dunne, polvere di olive infornate, polvere di capperi di Salina, erba cipollina, basilico, olio evo Seleca.
  5. Omaggio a Montesarchio di Giuseppe Bove. Fior di latte, battuto di peperone saltato con aglio, capperi e acciughe, crumble di pane cafone con noci, olio evo Elaios.
  6. Sogni di latte di Salvatore Lioniello. Pizza con crema di pecorino toscano, fior di latte, blu di bufala, caciocavallo di Agnone, annegato di capra, crema di limone, erba cipollina, polvere di caffè.

Roberto Di Meo ha curato l’abbinamento vini con le pizze della solidarietà. Serviti uno spumante Di Meo brut, una falanghina campania IGT, un fiano di Avellino DOCG, un aglianico campania IGT.

È possibile continuare a sostenere il progetto “La stanza di Tobia” al link dedicato. Oppure attraverso un bonifico bancario intestato alla “A.R.L.I – Associazione Regionale Leucemie Infantili” con Iban: IT90V0200803452000004167728 Codice Bic SWIFT UNCRITM1G42.