Mozzarella di bufala 2022: la migliore è di Jemma e Giuseppe Morese

Il Campionato della Mozzarella 2022 vede la vittoria di Salerno su Caserta sia nella categoria Dop che non Dop con Jemma e Giuseppe Morese

Shopping

La finale del Campionato della Mozzarella 2022 che si è tenuta al ristorante stellato Palazzo Petrucci ha sancito la superiorità di Salerno su Caserta. Con un risultato diverso rispetto al 2021

Una vittoria schiacciante con la conquista dei due podi: Mozzarella di Bufala Campana Dop e mozzarella di latte di bufala Non Dop.

Vincenzo Pagano, Evelina Jemma, Lino Scarallo e Giuseppe Morese

A vincere il Campionato nella categoria Mozzarella di Bufala Campana Dop è il caseificio Jemma di Battipaglia (SA).

Nella Non Dop ha vinto il Campionato della Mozzarella il caseificio Giuseppe Morese di Pontecagnano Faiano (SA).

Ma ecco la classifica finale di Mozzarella Championship – Bufale in Tavola 2022.

I vincitori del Campionato della Mozzarella di Bufala Campana Dop

1.Caseificio Jemma. Via Velia, 2. Battipaglia. SA. +393896576232. Facebook

2. Caseificio Il Casolare. Via Olivella, 12. Alvignano. CE. +390823610906. Facebook

3. Palato Bufalino. SP 333. Cancello ed Arnone. CE. +390823859276. Facebook

4. Caseificio Agnena. Via Reggia Agnena km 0. 500. Cancello ed Arnone. CE. +390823856267. Facebook

Partiamo con la categoria Dop sul lato destro del tabellone. La finale ha visto lo scontro diretto tra Il Casolare di Alvignano (CE) e il caseificio Jemma di Battipaglia (SA).

La vittoria del Campionato della Mozzarella è andata come detto a Jemma che ha dunque rintuzzato l’attacco di Caserta. Nelle fasi iniziali degli ottavi, Caserta era riuscita a imporsi con un 6 a 2 che lasciava presagire un percorso favorevole al territorio. E nei quarti Caserta era ancora in vantaggio con 3 caseifici a 1. I bookmaker avrebbero dato maggiori probabilità di vittoria a Caserta, ma il caseificio Jemma è riuscito a regolare gli avversari con una progressione che ha conservato fino alla finale. L’anno scorso Jemma si era dovuto accontentare del secondo posto quando era stato battuto dal caseificio casertano Don Peppe Diana. Che quest’anno è uscito subito agli ottavi nonostante la posizione favorevole di testa di serie numero uno.

Nella finale tutta casertana per il terzo e quarto posto, Palato Bufalino ha avuto la meglio sul caseificio Agnena che si è dovuto accontentare del quarto posto. L’anno scorso Agnena era salito sul podio al terzo posto. Una conferma, comunque della continuità della bontà della mozzarella del caseificio casertano anche in questo Campionato 2022.

Il podio della Non Dop

1.Caseificio Giuseppe Morese. Via Amerigo Vespucci. Pontecagnano Faiano. SA. +39089382163. Facebook

2. Tenuta Vannulo. Via Galileo Galilei, 101. Capaccio Paestum. SA. +390828727894. Facebook

3. Caseificio Rosaria di La Rocca Angelo. Via Francesco Romano, 25. Eboli. SA. +390828366762

4. La Fenice Caseificio. Strada Vicinale Vadopiano. Presenzano. CE. +0823989372. Facebook

Vannulo, il super favorito alla vigilia del Campionato della Mozzarella 2022, ha dovuto cedere il passo a un altro caseificio storico, quello di Giuseppe di Morese. Dal punto di vista dello scontro tra Salerno e Caserta il risultato non cambia. Sia Vannulo a Paestum che Giuseppe Morese a Pontecagnano sono nel territorio salernitano. Nella Non Dop quindi la vittoria del Campionato della Mozzarella sarebbe andato comunque a Salerno.

Giuseppe Morese riesce nell’impresa di mettere davanti a tutte la sua mozzarella e l’augurio è che gli appassionati dell’oro bianco della Campania mettano in rubrica l’indirizzo. Come continuino a frequentare con soddisfazione la splendida tenuta di Vannulo che del modo contemporaneo di proporre e valorizzare la mozzarella è pioniere assoluto.

La finale del 3° e 4° posto ha visto ancora Salerno prevalere su Caserta con l’affermazione del caseificio Rosaria di Eboli sulla Fenice di Presenzano.

Il percorso del Campionato della Mozzarella 2022 già aveva fatto intendere che Salerno sarebbe stato un osso duro da battere. Ai quarti di finale, infatti, Salerno ha portato ben 7 caseifici su 8. E la previsione è stata rispettata con una progressione inarrestabile.

Le regole e gli sponsor

Campionato della Mozzarella di Bufala

Acquisti in anonimato e assaggi al buio senza conoscere l’ordine di uscita dei campioni da assaggiare. Sono questi i due pilastri fondamentali del Campionato della Mozzarella che ha esaminato alla cieca mozzarelle da 250 grammi resi anonimi dalle brigate e gli chef di Bistrot di Pescheria a Salerno, Public House di Caserta e Palazzo Petrucci di Napoli.

La sponsorizzazione del Consorzio del Vino Sannio Dop e dell’azienda conserviera La Fiammante ha permesso di sostenere tutti i costi della manifestazione. E a loro vanno i nostri ringraziamenti.

Campionato della Mozzarella di Bufala

Anche perché abbiamo abbinato in maniera efficace 4 falanghine alla mozzarella di bufala al termine delle votazioni del campionato. Janare della Guardiense, Falanghina Fontanavecchia, Falanghina la Fortezza e Falanghina Armonia di viticoltori del Sannio sono perfetti compagni di viaggio per la mozzarella di bufala. Segnatelo per le vostre scorribande gastronomiche.

Campionato della Mozzarella di Bufala

E abbiamo anche assaggiato un’ottima focaccia con il pomodoro di Michele Leo che guida Cucina Lievitata, il nuovo ristorante a tutto impasto di Palazzo Petrucci. Oltre alla pasta sempre con il pomodoro preparata da Lino Scarallo. Mozzarella e pomodoro è un altro abbinamento classico, ma questo già lo sapete.

La giuria del Campionato della Mozzarella

Campionato della Mozzarella di Bufala giuria

Un ringraziamento anche alla nutrita giuria che ha assaggiato gli 8 campioni seguendo le regole del Campionato della Mozzarella. In giuria, giornalisti ed esperti appassionati della mozzarella.

Con new entry di peso come Bernardo Iovene, giornalista di Report e autore del servizio sulle bufale che ha fatto conoscere al grande pubblico tutta la filiera e le cose che non vanno.

Campionato della Mozzarella di Bufala

Al tavolo anche l’avvocato Antonio Sasso che cura la difesa degli allevatori di bufale del casertano e fine intenditore anche per via della sua origine aversana.

E poi le giovani leve con Giuseppe Russo e Federica Franco aka Il Mio Viaggio a Napoli. Sono mangiatori seriali di mozzarella e opinion maker sui social a suon di milioni di visualizzazioni dei loro video. O con Marco Scognamiglio, giovanissimo chef di Bistrot di Pescheria a Salerno.

Campionato della Mozzarella di Bufala
Foto di gruppo del Campionato della Mozzarella (ph. Emanuela Sorrentino)

Una giuria variegata che rispecchia la composizione del pubblico della mozzarella di bufala che nel Campionato ha un’autorevole guida. Noi, gli organizzatori (Vincenzo Pagano, Luciano Pignataro, Barbara Guerra e Albert Sapere), abbiamo fatto come tutti: comprata la mozzarella e assaggiata senza sapere di chi fosse. Quante volte vi è capitato che un amico vi abbia fatto assaggiare una mozzarella a suo dire strabiliante? “Assaggiala e poi ti dico di chi è”. Esattamente come accade nel Campionato della Mozzarella.

E ora tocca a voi raggiungere la migliore mozzarella di bufala raccontata dal campionato sulle strade del mare.




Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.