Il Piccolo Principe ristorante a Viareggio calamarata di Gragnano ai frutti di mare, asparagi e limone

I piatti migliori del ristorante bistellato Il Piccolo Principe a Viareggio

Il ristorante Il Piccolo Principe a Viareggio si fregia delle due stelle Michelin. In carta 3 menu degustazione con prezzi da 160 a 250 €

Ristoranti

Lasciata la splendida vista sul mare di Viareggio dal roof top del Grand Hotel Principe di Piemonte, la sala del ristorante Il Piccolo Principe ora è al piano terra. E acquista in tranquillità ed eleganza.

Quasi come fosse una lussuosa veranda, si sviluppa verticalmente lungo le vetrate che affacciano sulla passeggiata. Tocchi dorati, tavoli rotondi, ampi e distanziati tra di loro, mise en place minimal chic e fiori freschi ne caratterizzano l’arredamento.

Chi è Giuseppe Mancino

Giuseppe Mancino

L’Executive Chef Giuseppe Mancino, classe 1981, dopo varie esperienze lavorative in ristoranti stellati in Italia (con Gualtiero Marchesi all’Albereta come Chef de Partie, e al Louis XV del Principato di Monaco da Alain Ducasse), arriva nella cucina de Il Piccolo Principe di Viareggio nel 2005. Nel 2008 conquista la prima stella Michelin e nel 2014 la seconda. A Gennaio 2022, il Ristorante Il Piccolo Principe entra nell’Associazione Le Soste.

Quello tra Giuseppe Mancino ed Il Piccolo Principe è un matrimonio lungo 17 anni. Non è solo l’Executive Chef de Il Piccolo Principe ma il cuore pulsante della ristorazione del Grand Hotel Principe di Piemonte. Cura anche le proposte per la prima colazione, per il Maitò Viareggio (adesso sul roof top dell’hotel) e per il lounge bar.

La cucina di Giuseppe Mancino ha molte sfaccettature, è in continua evoluzione e non rimane imprigionata in limitanti cliché poi difficili da seguire. Gusti decisi, creazioni ricercate ed armoniche. Tiene conto delle proprie radici campane e della Toscana, nella quale oramai risiede da tempo, ma anche dell’esperienza dei suoi viaggi all’estero, Francia ed Asia in primis.

Quanto costa mangiare al Piccolo Principe a Viareggio

Il Piccolo Principe ristorante a Viareggio tavolo

Nella carta del Piccolo Principe sono presenti 3 percorsi degustazione: I Classici da 6 portate (185 €), L’Essenziale da 8 portate (160 €) e L’Esperienza da 10 portate (250 €). E poi ci sono i piatti à la carte.

I piatti migliori

Il Piccolo Principe ristorante a Viareggio triglia

Tra i piatti assaggiati merita menzione la triglia, maionese al nero di seppia, bietola e salsa al cacciucco. La croccantezza della triglia e la sua sapidità contrastano perfettamente con la morbidezza e l’amarognolo della bietola e con la delicatezza della maionese al nero di seppia. La salsa al cacciucco, per niente invadente, e la perfetta chiusura del cerchio.

La pasta di Gragnano in vasocottura

Il Piccolo Principe ristorante a Viareggio calamarata di Gragnano ai frutti di mare, asparagi e limone

Impossibile non parlare della Calamarata di Gragnano del ristorante Piccolo Principe a Viareggio servita sotto vetro, frutti di mare, crostacei, punte di asparagi. È il piatto signature dello chef. La cottura della pasta è terminata in vasocottura e portata al tavolo direttamente nel vasetto. Agitandolo, completa la mantecatura. All’apertura del barattolo esplodono tutti i profumi degli ingredienti che, all’assaggio, incontrano piena corrispondenza in piacevolissime sensazioni gustative. L’obiettivo dello chef è pienamente raggiunto. Far venire un’immediata voglia di mangiare il secondo boccone subito dopo aver assaggiato il primo.

Gli altri piatti del Piccolo Principe a Viareggio

Restiamo sui primi del Piccolo Principe di Viareggio con i ravioli ripieni di ortiche, latte di bufala, calamaretti spillo. La pasta fatta in casa è di elegante fattura in quanto a spessore e porosità. La farcia è molto ben bilanciata e, grazie al latte di bufala che spinge sul pedale dell’acidità, aiuta ad esaltare la delicatezza del calamaretto spillo.


Il carciofo grigliato è un piatto molto particolare. La tipica ferrosità del vegetale è lievemente attenuata prima dalla cottura sulla griglia poi dal sesamo per dar spazio al tartufo che chiude il cerchio. Un piatto apparentemente semplice ma molto difficile nell’esecuzione per la buona riuscita del bilanciamento dei sapori.


La battuta di manzo è un’interpretazione più tradizionale dell’antipasto che ha tanto fatto parlare di Mancino. La versione precedente era proposta, anche visivamente, come un sushi roll. Ma all’interno della classica alga, anziché pesce, c’era la battuta di manzo. Adesso è presentata in maniera più tradizionale ma il rimando lo ritroviamo nell’aggiunta del caviale per la sapidità e per i tuberi croccanti che offrono l’effetto crunch.

Il Piccolo Principe ristorante a Viareggio privée

Il servizio di sala del Piccolo Principe a Viareggio è professionale, attento ma non impettito. Carta vini profonda con presenza d’importanti etichette italiane e straniere.

Ristorante Il Piccolo Principe. Piazza Puccini, 1. Viareggio (LU). Tel. +390584401806

Facebook

[Immagini: Il Piccolo Principe]