Foie gras, cipolla caramellata e ribes rosso, cioè la ricetta facile per migliorare l’autostima

ingredienti-foie-gras-cipolla-ribes

Se in amore vince chi fugge, io sono spacciata! Prima di tutto ho paura di guidare e se ci rimettiamo al detto “chi va piano va sano e va lontano”, domani sono ancora qui.  Mi frullavano per la testa questi pensieri mentre cercavo un creativo escamotage per rendermi interessante tra i marciapiedi di Milano. Perché, non so se lo sapete ma tra Via Tortona e Piazza 24 Maggio ci sono solo bionde da paura e more da spavento e ho fatto caso ad una donna francese che lamentava l’assenza di buone baguette nel paradiso gastronomico italiano. Vero o no, lei era in un certo senso triste e preoccupata.

Il punto è che se cammini senza inciampare sul pavè dei Navigli a Milano, la tua autostima DEVE arrivare alle stelle, altrimenti sei spacciata.

Alla faccia della 36 portata larga, c’è una soluzione speciale per noi altre, noi che dobbiamo lavorare e il tempo di non mangiare non ce l’abbiamo: foie gras, cipolla caramellata e ribes rosso.

Dimenticatevi delle super modelle, rilassatevi e mettetevi in cucina. Il foie gras va trattato come un bimbo appena nato, non maneggiatelo troppo… adagiatelo, osservatelo, assicuratevi che non si faccia male (e iniziate a sognare guardando 21 piatti stratosferici).

La ricetta vale la pena farla almeno una volta nella vita quindi, please, tirate fuori il cash.

La ricetta perfetta del foie gras che fa innamorare

foie-gras

Ingredienti (per 4 persone)

200 g di foie gras (2 fette)
100 ml di cognac + 50 ml di marsala
200 g di cipolle rosse di Tropea
200 g di ribes rosso
Zucchero qb
Pepe qb

Preparazione (40 minuti)

cipolle-in-padella

Come preparare le cipolle caramellate. Prima di tutto il mio consiglio è di farlo prima della cottura del foie gras, per scaldarle solo alla fine. Prendete una pentola e aggiungeteci 200 grammi di cipolle di Tropea, 3 cucchiai di zucchero bianco, 80 grammi di zucchero di canna e un bicchiere d’acqua. Amalgamate il tutto e lasciate appassire senza mai fare attaccare le cipolle, girando di tanto in tanto a fuoco lento.

Come preparare il foie gras. La prima cosa da fare è prendere una padella bollente, fumante e appoggiare delicatamente il foie gras per scottarlo e fagli prendere velocemente colore e “croccantezza”, ma non aggiungete condimenti come burro o olio! Mio Dio il foie gras è grasso per “natura” (una taglia l’abbiamo presa solo nominandolo). Una volta colorato, e solo allora, aggiungete un pò di pepe e piano piano il cognac e il marsala.
Continuate a bagnarlo con i liquidi appena aggiunti e se serve fate cadere il bicchiere (alla opps maniera)!!! Il trucco per un foie gras magico è renderlo parte di tutti i gusti e i profumi presenti in padella.

ribes-rosso

Una volta pronto, assicuratevi che le cipolle abbiano mantenuto la temperatura, altrimenti scaldatele e adagiatele sul piatto, poi delicatamente appoggiatevi il foie gras bollente e la sua salsa. A lato l’acidità del ribes rosso… Et Voilà!

Che ne dite? Non è poi così difficile..

Good Duck!



lunedì, 9 gennaio 2017 | ore 8:08

6 commenti su “Foie gras, cipolla caramellata e ribes rosso, cioè la ricetta facile per migliorare l’autostima

  1. Dalla forma tonda delle fette deduco che non siano state tagliate da un “foie gras entier” e nemmeno da un “foie gras” come indicato, ma bensì da un “paté di foie gras” o da un “bloc de foie gras”, entrambi con circa solo il 50% di fegato d’oca.
    Sono cose diverse, e in un blog di cucina andrebbe specificato meglio.
    Spero sia stato acquistato almeno a prezzo adeguato e non al prezzo di un foie gras intero.

    • Caro Orval, diciamo innanzitutto ai lettori che il bloc di oie (o canard) è al 100% fegato cioè più fegati di oca o di anatra. Che il foie gras entier, nonostante la denominazione, può essere anche al massimo di due fegati e che esistono tre varianti: cru, cuit e mi cuit. Io ho usato il paté e suppongo fosse chiaro tant’è che nel titolo è stato messo facile. Il prezzo ovviamente è minore. Facile e meno costoso. Grazie per la puntualizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.