uova-alla-monachina-1

Rispetto alla ricetta tradizionale delle uova alla monachina, questa presenta qualche piccola variante. In particolare, la presenza di un fondo di scalogno sfumato al vino bianco. (Chi desiderasse seguire la ricetta tradizionale può leggere qui)

Ingredienti per 6 uova
6 uova sode
2 scalogni
20 g di burro
50 g di farina
280 ml di latte
60 g di prosciutto crudo
40 g di parmigiano
vino bianco
basilico, prezzemolo
2 uova
pane grattugiato
sale, pepe

Preparazione

Fai rosolare leggermente lo scalogno tritato con il burro. Aggiungi poi mezzo bicchiere di vino bianco e fai evaporare a fiamma vivace.
Aggiungi la farina, mescola accuratamente e quindi versa il latte. Regola di sale e di pepe e cuoci la béchamel finché non è ben addensata. Lascia intiepidire.
Trita finemente il prosciutto crudo, uniscilo alla béchamel, aggiungi anche il parmigiano grattugiato, basilico e prezzemolo tritati.
Taglia le uova sode a metà per il lungo. Privale dei tuorli.  Sbriciola i tuorli nel composto di béchamel, regola di sale e amalgama bene il composto. Se necessario, aggiungi un po’ di tuorlo d’uovo crudo per legare e dare consistenza.
Con le mani umide, forma delle sferette con il composto e mettile negli albumi sodi, nella cavità del tuorlo. Unisci le due metà dell’uovo, ridandogli la forma di un uovo intero.
Fai riposare per una mezz’ora al fresco.
Infarina le uova, passale nell’uovo sbattuto e poi nel pane grattugiato e friggile in olio profondo.

[Lisa&Giovanna]

6 Commenti

  1. Ora che ci penso, le uova alla monachina potrebbero essere il naturale completamento alle scarcelle, o meglio, un ,odo per utilizzare quella decina di uova sode che vaga per casa dopo che tutta la pasta frolla e’ stata rosicchiata dal loro intorno 🙂
    Ormai vi ho eletto il mio consorzio Nettuno della cucina napoletana, variazioni comprese 🙂

  2. Elvira, in effetti sono anche la fine naturale dei resti dell’antipasto pasquale, che da noi vede presenti le uova sode accanto ai salumi e alla ricotta salata. E le uova sode rimaste vagano appunto desolate per la casa 🙂
    Ma spiegami le scarcelle: nella mia ignoranza (altro che consorzio Nettuno) non le conosco…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui