La ricotta rossa ha il marchio Lago Maggiore

Notizie

Ebbene sì, non fai in tempo a parlare della mozzarella blu e delle barbabietole per tingere di rosso il tonno (quasi) rosso che ti spunta la ricotta colorata. Accade ad Olbia, come rivela La Nuova Sardegna, ad una signora incinta che non la mangia e avverte i Nas di Sassari. La confezione incriminata, da 250 grammi acquistata il 26 luglio e con scadenza al 1 agosto 2010 ha un colore tra il rosato e il rosso.

La-ricotta-rossa-scoperta-da-una-donna-di-Olbia

Escono anche le prime fotografie della confezione avvolta nella carta argentata. E si specifica che la ricotta non è sarda. E comunque la partita è stata sequestrata.

ricotta-lago-maggioreMa chi è il produttore? Se la confezione di ricotta pubblicata dalla Nuova Sardegna è proprio quella consegnata dalla signora di Olbia come dichiara la didascalia, allora potrebbe trattarsi della Lago Maggiore prodotta dalla Lat Bri come indica il sito dell’azienda Global Pesca che distribuisce un altro dei prodotti della Lat-Bri, la mozzarella Lago Maggiore. E la Lat-Bri di Usmate Velate è stata al centro di una delle proteste della Coldiretti che l’anno scorso, all’inizio di luglio, richiedeva più trasparenza. «Siamo qui – spiegava Roberto De Angeli, presidente di Coldiretti Cremona – perché ieri (martedì 21 luglio 2009) ci siamo accorti che numerosi camion erano in viaggio proprio verso Usmate». E spiega il motivo delle proteste, quella che è ormai nota come la “frode alimentare”. «Sempre più aziende si rivolgono a fornitori esteri, per comprare a metà prezzo e rivendere sul nostro mercato al doppio».

mozzarella-lago-maggiore

Bisognerà comunque attendere un paio di giorni per conoscere i risultati delle analisi e avere la conferma dell’azienda che ha messo in commercio la ricotta rossa.




Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.