My Oven. Parisi dall’uovo alla brace. Il BBQ non sarà mai più lo stesso

Tempo di lettura: 2 minuti

Lo ha presentato in anteprima a Identità Golose dopo un bel po’ di progetti e prove durate tre anni. Lui è Paolo Parisi, l’uomo delle uova più famose d’Italia, da sempre appassionato di carne (buona) e di cottura sul fuoco tanto da guadagnarsi l’appellativo di asador toscano. Finanziati da una holding inglese, Paolo Parisi e l’amico Roberto Rescaglio, detto “l’ingegnere” ma soprattutto fanatico di BBQ, si sono messi all’opera e hanno tirato fuori il prodotto: un forno a brace.

My Oven è un forno innovativo e semplice al tempo stesso. Un parallelepipedo profondo e alto 75 cm, con tre cassetti laterali che sono l’uovo di Colombo. Si aprono ma hanno in fondo una paratia in grado di mantenere in temperatura la camera di combustione alimentata dalla brace. Il controllo della temperatura, che raggiunge i 500°C, e dell’intensità del fumo e del sapore è affidato a due deflettori, uno che agisce direttamente sulla quantità di ossigeno immessa e l’altro che comanda l’uscita dei fumi.

Più facile utilizzarlo che descriverlo. Ma i grandi vantaggi per la cottura professionale sono l’ingombro minimo, l’installazione condizionata dalla sola presenza di una canna fumaria, la possibilità di cucinare in contemporanea un maggior quantitativo di carne e la facilità per l’operatore di effettuare tutte le normali operazioni di cottura senza soffrire gli effetti delle alte temperature. A queste caratteristiche si aggiungono la porta in vetro per il controllo della cottura, le tre griglie estraibili e sostituibili con teglie gastronorm, il servizio di assistenza e i corsi di addestramento.

Il battesimo di fuoco di My Oven è stato celebrato alla Tenuta di Pietra Porzia a Frascati in occasione di una cena di beneficenza organizzata da Daniela Amadei, della omonima azienda che prende le mosse nel 1876 e diventata inseguito famosa anche per l’ex calciatore della Roma Amadeo Amadei, chiamato affettuosamente “il fornaretto” per l’attività di fornaio che continuò con successo dopo quella sportiva.

Paolo Parisi ha preparato l’intero menu snodandolo lungo il piacere dei suoi migliori prosciutti di cinta senese, crudo e cotto, e della sua carbonara a freddo.

Un “antipasto” alle meraviglie del forno che ben presto sarà operativo anche in alcune cucine stellate d’Italia. Per i commensali, spiedini, mini hamburger con un bel grasso e un black angus allevato da Parisi allo stato brado di 6 anni di età. Goloso anche grazie alla cottura nel nuovo forno con rami di olivo che hanno profumato le bistecche al punto giusto.

My Oven Ltd. Via delle Macchie, 1 – Usigliano (Pisa).

6 Commenti

  1. buonasera, vorrei per cortesia del materiale informativo ulteriore riguardo al forno visto sul video..materiale di composizione, tipologia di combustibile. Ho un ristorante e mi piacerebbe inserire un forno bbq in cucina in quanto le carni sono i nostri piatti principali.
    Grazie, Gian Battista.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui