Vino, sequestrate 5000 bottiglie dirette in Cina. Un ‘pacco’ made in Italy?

Tempo di lettura: 1 minuto

Quanto il pacco, ai Cinesi, glielo rifiliamo noi. Bottiglie di vino ‘retrodatato’, destinato al mercato asiatico, sarebbero state sequestrate dalla Squadra Mobile della Questura di Roma in un’azienda di Orvieto. L’ipotesi di frode in commercio e la conseguente misura di sequestro scattata riguarderebbe 5000 bottiglie con etichette sospette, forse non veritiere quanto a data di imbottigliamento. Perquisizioni avrebbero riguardato anche i locali della sede romana della società e alcune abitazioni private. Il reato ipotizzato è anche quello di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e l’operazione potrebbe essere parte di una più vasta indagine della Squadra Mobile.

Fonte: orvietosi.it, winenews

Foto: sardegnavini.eu, foto-blog.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui