BBQ. La guida artistica al barbecue di primavera (non) è follia gastronomica!

Tempo di lettura: 1 minuto

Non sentite già il profumino gudurioso della carne che cuoce pian piano sul nostro barbecue???

Perché le grigliate vanno sempre allestite all’aria aperta: in mezzo ai boschi, in un bel prato, lungo il lago o al mare..

Quindi, pronti partenza via… appuntamento alle 10.00 di mattina, spesa in compagnia, tanta carne, cipolle, peperoni e melanzane, birre fresche, qualche salume da tagliare come aperitivo e naturalmente un bel sacchettone di pagnotte… Siamo pronti, si parte e quindi: tutti in sella!!!

Chi in moto, chi in bici per smaltire, l’importante è arrivare e mangiare!!!!

Certamente ci anticipa il duro lavoro di montaggio di tavoli, barbecue, fuoco e brace che affidiamo volentieri agli uomini (serviranno pur a qualcosa?) ma poi la soddisfazione è tanta e naturalmente il primo panino di attesa spetta a loro!

Oltre alla carne non dimenticatevi di tagliare le cipolle fini fini e farle scottare, quasi bruciacchiare con il grasso della carne stessa finché quasi non si attaccano creando una “frittatina”.
In Trentino non mancano mai gli hamburger di pasta di luganega, le alette di pollo che vanno messe sul fuoco prima perché sono le più lunghe da cuocere e poi costine, puntine di maiale, wurstel, spiedini assortiti e salsicce di ogni tipo… ce n’è per tutti!!!

E’ l’ora delle GRIGLIATE, è l’ora di partire!!!

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui