Il fuori salone, l’evento che coinvolge la città e non resta relegato al momento fieristico. Non è un fatto nuovo, a Milano quello del mobile sarebbe impensabile senza la sua propaggine cittadina. E anche in ambito gastronomico il Taste a Firenze o Identità Golose a Milano ne sono esempi. Napoli ha giocato la carta del vino con Wine&TheCity che fino al 21 maggio si propone come fuorisalone di Vitignoitalia con un circuito di 100 indirizzi che mescolano vino, moda, design, arte e antiquariato.

E permette di scoprire ai napoletani, di stanza e di ritorno, qualche angolo nuovo della città o di vederlo sotto altra luce. Via Carbonara, un passo dal Decumano, dalla stazione centrale e da Porta Capuana ha rivelato la bella sorpresa di un evento all’interno di Palazzo Caracciolo, palazzo del 1300 che è stato trasformato in albergo in un’area che diventa via via più effervescente quanto a strutture di ospitalità.

Aldo Lanotte, chef resident, ha accompagnato Rosanna Marziale, Le Colonne di Caserta, e Teresa Di Napoli, stellata Michelin del Papavero di Eboli, in una serata di Sapori al Femminile con i vini delle Cantine Di Marzo a fare da trait d’union con il salone vinicolo.

Un salotto all’aperto nel cortile e nella passeggiata della struttura che, sembra quasi impossibile, ospitava un supermercato con tanta gente a incrociare aglianico e proposte finger food sfornate dalla cucina (che si affianca a quelle domestiche che popolano l’area pranzo di Palazzo Caracciolo).

Note rosse per Aldo La Notte con la tartare di tonno con gazpacho alle mandorle, la caprese di mozzarella casertana con pomodoro gelato e la fragola da bere con pepe nero cui ha fatto seguire una pasta e fagioli e l’insalata di baccalà. La Napoli accogliente.

Rosanna Marziale si è prodotta nella versione mini della sua pizza al contrario e una deliziosa pasta mista alla ricotta che non potrà non ispirare la nostra seduta di degustazione Ti racconto una Bufala/Da Caserta con furore di domenica prossima.

Teresa Di Napoli ha sfornato un tortino di ricotta con salsa di zucchine e julienne di pomodoro croccante ma soprattutto un peperone dentro e fuori con mandorle e acciughe salate.

Una festa divertente e di successo decretato da 400 invitati che hanno ritrovato un angolo della Napoli più bella e qualche amico con cui scambiare quattro chiacchiere sul piacere di incontri gastronomici che danno il la per chiudere la serata nella pizzeria dell’instancabile Gino Sorbillo, a due passi da Palazzo Caracciolo e dal passaggio davanti al Duomo napoletano.

(cliccando sull’icona si apre la galleria con le foto ingrandite. Sulla destra della prima foto appare la freccia per scorrere tutte le immagini)

Palazzo Caracciolo. Via Carbonara 112 – 80139 Napoli. Tel. +39 081.0160111

3 Commenti

  1. Non conoscevo questo albergo nè pensavo che ce ne fossero a via Carbonara. complimenti per la scoperta! ma il vino era monotematico? e che ci dice il Pagano di questo aglianico?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui