Domenica mutevole…Tempo che da soleggiato diventa tendente al temporale, lo stracciarolo col megafono sotto le finestre…

Non ci sono più gli stracciaroli di una volta. Questo non si capisce cosa dice, sarà dell’est o dell’ovest ? Cavolo, un tornado… Il vento sbatte tutto a terra e anche lo stracciarolo batte la ritirata. Mi metto a palla Kate Bush con la sua “Wuthering Heights” perfettamente in clima, anelando invece “Cloudbusting” come un nativo fa la danza della pioggia.

Sfoglio ricette, rinfresco la mia pasta madre. Come ogni domenica faccio il pane per la settimana, farine miste, segale e farro. Oggi sono in vena di trasgressione. Sarà il clima. Sono in attesa che si compia il miracolo della lievitazione dell’impasto della pizza per farne delle pizzottelle.

Aiut… no sono su Fornelli in Forma. Devo scacciare il demone. Però … in fondo tutto secondo natura… SI PUOO’ FARE!!!!

Non sarò l’ennesima a sperticarsi in lodi sulla metodologia di panificazione di Bonci, ma devo dirlo, io la seguo. Ho il mio lievito da circa un anno e mezzo sviluppato esattamente come lui dice con acqua, farina e dedizione. Non mi tradisce mai e lo stomaco ringrazia.
Suvvia… si prova. Accendo il forno.

Pizzottelle fritte con bresaola e pomodoro

Ingredienti

2 pomodori rossi ben maturi
4 o 5 fette di Bresaola
1 kg di farina divisa tra grano duro e farro
800 gr acqua
300 gr di lievito madre
1 cucchiaio di sale
2 cucchiai di olio d’oliva

Preparazione

Mischia l’acqua alla farina, aggiungo il lievito poi olio e sale…. Lascia a riposare 10 minuti. Non usare tutto l’impasto dell’avanzo. Fanne dell’ottimo pan pizza o altre pizze condite a piacere.Riprendi la pasta e piegala. Lascia lievitare ancora per circa 8 ore. Alla fine riprendila e strappa dei tocchi come fossero dei morsi. In forno metti già dell’olio a scaldare in una grande pirofila. Butta le pallocche e attendi che si dorino e gonfino prima di girarle. A fine cottura farcisci con bresaola o con pomodoro tagliato fresco condito.

Leggera come una libellula mi appresto a chiudere il forno (caspita, potrebbe essere un esercizio per i bicipiti!!!) e a raccogliere l’elastico della scorsa settimana. I miei tricipiti attendono. Metto ora a palla “Hammer horror” e mi concentro…

Flex Band Arms 2

Partenza sempre a gambe incrociate. Tieni l’elastico dietro le spalle stringendolo tra pollice e indice all’estremità.

Stringi i glutei e allungati nella verticale della colonna ed espirando estendi le braccia.

Ripeti il movimento per 10 volte, aprendo bene le spalle e spingendo bene avanti lo sterno. Resta con le braccia estese, prendi un bel respiro ed espirando ruota su te stessa utilizzando il trasverso dell’addome (la fascia di muscoletti che sentite arrampicarsi sulle costole). La sensazione è come se fossi una lampadina da svitare.

Ripeti per 10 volte alternando il lato destro al sinistro.
Vi saluto con questa esclamazione altro che Pippa Middleton e le sue lezioni di pilates… la buona Kate ci ha bruciato sul nascere !!!

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui