Scorticata è rock! Ricordate la vecchia definizione di Adriano Celentano che divideva il mondo in lento o rock? Un dualismo che nella sua affilatezza descrive il mondo. In questo senso la manifestazione fortemente voluta da Fausto Fratti e da tutto il Povero Diavolo è decisamente Rock. Tre giorni dionisiaci, tra piazza e alta cucina, senza filtri e mediazioni. Se volete veramente vivere la società gastronomica, mischiarvi e contaminarvi, correte a Torriana, il loolapaluza della cucina italiana.

La festa a Vico sembra lenta al confronto: tra istituzioni, rituali, folle oceaniche e privè del Bikini, sta diventando sempre più istituzionale e meno festa. Torriana invece è ancora fresca e ruspante come una vera fiera di paese, pane per i denti dei groupies del cibo.

Così sotto un cielo nero e plumbeo, tra i pochi che hanno resistito dopo le ampie libagioni della cena, può capitare sotto una pioggia scrosciante, incuranti dell’acqua che bagna, di assaggiare una Mariola da sballo, cotta lentamente per ore in attesa della notte accompagnata da fiumi di lambrusco.

Cosa succede pochi stand in là? Corrado Assenza ha smesso i panni del pasticcere e accesi i fuochi sotto l’occhio attento di Pino Cuttaia ha messo l’acqua della pasta a bollire.

Compaiono gli spaghettoni, le cozze, i limoni e i pomodorini succulenti. Ecco partire la spaghettata di mezzanotte. Poco importa che non sia mezzanotte, ma già è scoccato il giorno nuovo.

Il freddo si è fatto pungente, come la brezza che spira dal mare. L’acqua stenta a bollire e non c’è un coperchio. Allora in puro stile rock and roll, un tavolino andrà benissimo all’ uopo, si ribalta e si usa come un coperchio improvvisato. L’acqua finalmente bolle e gli spaghettoni possono essere calati.

Sono pronti! Corrado li scola, una abbondante strizzata di limone e olio in mantecazione.

Poi le cozze. L’origano fresco e i pomodorini completano l’opera.

Compaiono i piatti e si fanno le porzioni, il più bel piatto di spaghetti da tanto tempo, poco importa se la pioggia li bagna: risa e gioia, scherzi e lazzi, adoro questo mondo.

Questa è la Scorticata!

Foto: iPhone Andrea Sponzilli

10 Commenti

  1. Ahò ma nun stavi a lavorà come un matto? Assaggi su assaggi… Poretto te vedo come lavori la notte a fa’ le spaghettate… ‘tacci tua 😀

  2. e va beh, non vale…! Cuttaia e Assenza tornate presto a casa! che noi poveri emigranti saremo tra poco a sud anche per le vostre prelibatezze…

  3. Dovreste studiare la nuova frontiera dell’arte culinaria, quella estrema…… la prossima volta vi voglio sul cucuzzolo della montagna

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui