Buoni propositi per il 2012. Spreca di meno in cucina

Tempo di lettura: 1 minuto

L’epifania tutte le feste porta via. Restano solo gli avanzi.

Sulla mensola della mia cucina c’è una fila ben assortita di pandori e panettoni che fanno il trenino al ritmo di Maracaibo. Retaggio delle feste, non posso biasimarli.
Con i canditi, senza canditi, puro. Il lungo, il corto e il pacioccone.

Fortunatamente, le miracolose ricette-tritavanzi ci permettono di non sprecare l’orda di dolciumi invasori. Budino, bavarese, savarin, praline… fai a pezzi i panettoni e stupisci. Personalmente non posso che prediligere gli scatti di avanzi di gusto: il nostro porridge s’adda fare.

Bene. Sento però che c’è qualcosa che non mi quadra. Sarà forse che ho la coscienza sporca di chi di sprechi durante l’anno ne fa parecchi e ben più gravi? Sarò forse l’unica? Bè, non credo.

Dato che siamo appena a gennaio e ancora in tema di “lista di buoni propositi per il 2012”, voglio proporvelo io un punto da checkare durante l’anno (si spera): fate la spesa in modo mirato rispettando davvero i vostri gusti e giocando allo slalom col marketing. Insomma:

  • fate scadere meno yogurt nel frigo; sì il bifidus, lo spuntino sano pre-palestra ecc. ecc. ma tanto non vi piace, è inutile. Non ne comprate più, semplice;
  • non lasciate aperte in dispensa – per poi non consumare mai – confezioni famiglia di pane di segale, di farro, di kamut; gallette, crostini, wasa… Lasciate perdere, un bel pezzo di pane comprato al forno e state a posto;
  • se non volete mangiare carboidrati meglio evitare il formaggio spalmabile no?

E così via.

Sfatiamolo sto mito che solo a Natale siamo tutti più buoni (il che è sempre da vedere…); rispolveriamole tutto l’anno le ricette-gustose-tritavanzi.

Per il 2012, dunque, meno sprechi, meno danni e più frittate di maccheroni! 🙂

[Federica Bernardo]

Foto: sheknows.com

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui