Napoli, la Guardia di Finanza sequestra 300 mila barattoli scaduti

Si erano organizzati bene ben per staccare le etichette originali e “ravvivare” le confezioni in modo che sembrassero nuove. E con i macchinari giusti hanno ingannato finora chissà quanti consumatori. Ma adesso è finita.

La Guardia di Finanza ha sequestrato a Napoli 26 tonnellate di alimenti in cattivo stato di conservazione, parte del quale contenuto in barattoli (conserve di pomodoro, frutta sciroppata, legumi) privi di etichetta, arrugginiti e in qualche caso bucati. Erano pronti ad essere “trattati” da macchinari appositi in grado di sistemarli per riportarli a nuova vita e con una nuova etichetta (e una nuova scadenza) sarebbero stati immessi sul mercato.

I 300 mila barattoli, risultati privi della scritta indelebile che identifica il luogo, l’anno e il giorno di produzione, sono stati rinvenuto all’interno di un capannone di 300 metri quadri, privo delle autorizzazioni sanitarie e nel quale lavoravano 6 persone in nero. Il titolare è stato deferito all’autorità giudiziaria di Nola.

[Fonte: Ansa, helpconsumatori.it Foto: napoli.repubblica.it]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui