Tanti eventi, come al solito. Il Salone del Mobile di Milano vuol dire anche e soprattutto Fuorisalone, quindi eventi, installazioni, performance. Dal cocktail e dall’aperitivo post scarpinata nel quartiere fieristico si è transitati verso l’integrazione del food con il design. Non più companatico della presentazione di un prodotto ma piatto principale di portata. Gli enogastronomi avranno pane per i loro denti e Scatti di Gusto indica gli appuntamenti che meglio si attagliano al profilo del praticante di food design, altrimenti indicata come gastro-food-design, religione a metà tra il recupero artigianale della tradizione e la voglia di innovazione che renda finalmente seriale il piacere della tavola.

Le guide per spulciare tutti gli eventi: l’irrinunciabile Interni, il blog di Laura Traldi, l’Agenda di Atcasa.

1. Acheo. Food photography in stile Mondrian

Nello show-room , in esclusiva per l’Italia, Dimitra Apostolidis mette in scena le composizioni del progetto realizzato ad Anversa per Graanmarkt 13, laboratorio internazionale di design, moda e tendenze, che ospita in un palazzetto romantico abitato da Tim e Ilse uno store e un ristorante. Le composizioni della stilista Apostolidis sono state fotografate da Frederik Vercruysse con un linguaggio che richiama le nature morte di Mondrian, Louise Bourgeois, Jan Van Tongeren e Morandi riviste con un atteggiamento formale contemporaneo.

Il lavoro è stato pubblicato dalla rivista De Standaard (una pagina è riportata nel blog della stilista) e apre lo sguardo su nuovi concept in cui l’oggetto sembra smaterializzarsi e trovare nuova linfa nella collocazione geometrica e asciutta.

Un appuntamento imperdibile per gli appassionati di food porn che potranno mettere in relazione le foto con le forme del di |uno|, il nuovo concept di cucina della Acheo priva di scocca e con spalla portante. Design Ivo de Groot.

Acheo. Via Fiori Chiari 34 (mappa).
17 aprile inaugurazione: ore 18.00.
18-21 aprile: ore 10.00-22.00.
22 aprile: ore 10.00-19.00

▩▩▩

2. Arclinea. Sarà trendy seguire i corsi di cucina in un negozio?

È a Corso Monforte il nuovo show room di Arc Linea, l’azienda di Caldogno che ha un fil rouge con lo show cooking e le lezioni di cucina. Nel corso del Fuorisalone, infatti, Arclinea presenterà oltre alle novità di prodotto, tra cui Isola Artusi Outdoor, la nuova collaborazione con la scuola de La Cucina Italiana che porterà a maggio gli appassionati dei fornelli a cimentarsi in uno spazio espositivo (qui il programma completo con prezzi di 70 € per imparare, ad esempio, cucina etnica e gelati e sorbetti). La chiusura di un percorso che l’anno scorso aveva visto la partecipazione al world live cooking dei diversi show rom (come quello di Roma).

Arclinea. Corso Monforte 28 (mappa).
17-22 aprile: ore 10.00-22.00.
17-20 aprile: ore 19.30-22.00 degustazioni ed eventi di cucina (su invito)

▩▩▩

3. Baccarat. Un château per cavalieri enoici

L’anteprima è per Variations, la nuova linea disegnata da Patricia Urquiola per la maison francese. Château Baccarat, la collezione di oggetti enoici già si era vista a Maison&Objet: James Bort ha realizzato un filmato per dare ancora più peso alla nuova collezione e il blogger  Nicolas de Rouyn ha paragonato Baccarat e Riedel: all’una la raffinatezza all’altra l’intensità. Da portare con sé una bottiglia di Borgogna per provare il design dei bicchieri che vogliono mettere in luce i pregi di un vino piuttosto che i difetti.

Baccarat. c/o Palazzo Morando via Sant’Andrea 6 (mappa)

17 aprile: ore 10.00-21.00
18 aprile: ore 10.00-19.00
19-22 aprile: ore 10.00-21.00

▩▩▩

4. Camparisoda. Festeggia gli 80 anni ridisegnando la bottiglia

Icon Celebration ovvero come riprogettare un’icona del bere italiano. Matteo Ragni si concentra sulla bottiglietta di Campari per festeggiare gli 80 anni della casa. Le proporzioni sono quelle originali individuate da Fortunato Depero. Cambia, invece, la texture superficiale a favore di un abito più contemporaneo con le forme geometriche che richiama lo spirito futurista degli anni ’30. Forma e funzione rispettata con il grip assicurato dal motivo e lo spazio in rilievo per marchio e ricorrenza dell’anniversario. Una scultura a origami costituita da tre pannelli e da ottanta sagome di omini futuristi amplifica il messaggio.

Camparisoda. c/o INTERNI Università degli Studi di Milano – Nel verde/In the greenery. Via Festa del Perdono 7 (mappa)

16-22 aprile: ore 9.00-24.00
16 aprile Press Conference c/o Aula Magna: ore 14.30
17 aprile apertura: ore 20.00

▩▩▩

5. Casafacile. Vieni a scoprire la prima collezione disegnata dai lettori a Cascina Cuccagna

Nella rete gastronomica siamo abituati ai contest e allo show cooking dei foodblogger, animate competizioni a suon di spadellamento. Casa Facile, CF al tempo del web 2.0, ha chiesto ai lettori a gennaio di partecipare a un concorso per disegnare complementi di arredo. Lampade, tappezzerie, stickers, tovaglie, cuscini e lenzuola selezionate dalla giuria saranno esposte a Cascina Cuccagna dove si potrà assaggiare la cucina democratica di Nicola Cavallaro. Da segnalare l’appuntamento Cook for good, collective cooking performance, mercoledì 18 aprile dalle 19.00 alle 22.00.

Casa Facile. c/o Cascina Cuccagna. Via Cuccagna 2/4 angolo via Muratori (mappa)

17-22 aprile: ore 11.00-21.00
16 aprile inaugurazione: ore 18.00-23.00

▩▩▩

6. Elica. Sissi e gli Aspiranti Aspiratori per purificare l’aria

Sarà l’artista Sissi ad animare lo spazio in via Pontaccio con la formulazione di un nuovo concetto, l’Organindustria, da cui è nata una metodologia in grado di far comunicare due entità apparentemente inconciliabili: l’arte e l’industria. L’artista viene ospitato all’interno della fabbrica, familiarizza con l’ambiente fino a farne il suo corpo e lo riempie di contenuti. Da qui l’avvio di uno scambio osmotico e costante fra l’azienda, trasformata nell’organismo dell’artista, e l’artista stesso.

L’esposizione, curata da Marcello Smarrelli – direttore artistico della Fondazione Ermanno Casoli – prende il titolo da un ampio progetto che l’artista ha realizzato in collaborazione con Elica nell’arco di circa un anno. L’idea di Aspiranti Aspiratori nasce dall’esigenza dell’azienda, produttrice di cappe da cucina a uso domestico, di attivare nuove riflessioni sul tema della purificazione dell’aria. La decisione di affidare a un’artista il compito di ripensare questo concetto è in linea con l’attitudine all’innovazione e all’esplorazione di nuovi linguaggi che da sempre contraddistingue Elica.

Elica AirFactory. via Pontaccio 10 (mappa)

18-22 aprile: ore 11.00-19.00
17 aprile apertura: ore 18.00

▩▩▩

7. La Cornue. Foodblogger, cucinate ma fatelo con stile

Quante volte ai vostri fornelli avete immaginato di stare in un mas provenzale o anche in un casale della Toscana e pilotare una cucina di La Cornue, la più chiccosa delle creazioni gastronomiche dopo i vostri piatti che per paradosso si ascrive al genere “cucine economiche”?

Non mancate allora di visitare il neonato store  Agua & Food Agua & More, Via Cesare Correnti 23, per ammirare da vicino l’ultima nata la 1908, figherrima cooking station che dispone anche del forno a volta per uso casalingo. E ricordatevi che non ha un prezzo propriamente economico (circa 7.500 €).

E poi andate a vedere cosa ha immaginato Jean-Michel Wilmotte per rendere contemporanea l’icona francese della cuisine. Ve ne innamorerete al primo sguardo.

La Cornue. c/o Il Piccolo Architettura degli interni. Via Delio Tessa 1 angolo corso Garibaldi (mappa)
18-22 aprile: ore 9.30-20.30
17 aprile Press Preview: ore 18.30
17 aprile apertura: ore 18.30

▩▩▩

8. Nespresso. Piero Lissoni non è George Cloney ma fa figo

Un percorso firmato da Piero Lissoni con un’area degustazione al piano superiore di un loft in zona Tortonae la presentazione della nuova macchina Nespresso. Si muoverebbe bene in questo ambiente il testimonial per eccellenza della Nespresso, George Clooney, anche se un po’ minimalista rispetto alle scelte degli spot pubblicitari. Piero Lissoni ha spiegato l’ideazione del concept:

Taste Code indica un doppio codice: gustativo e visivo, un luogo impregnato della presenza e dell’aroma del caffè presentando il caffè come costruttore di immagine. Tutto intorno a un semplice elemento: la capsula.

Troppo minimale per un caffè la cui capsula viene replicata come se si trattasse di migliaia di pixel?

Nespresso. Via Tortona 30/32 (mappa)
17-22 aprile: ore 10.00-22.00
16 aprile Press Preview: ore 15.00-19.30
18 aprile Cocktail: ore 19.00-22.30 (su invito)

▩▩▩

9. Tom Dixon. Il gelato di Carpigiani si fa design

Tom Dixon è un’icona del design contemporaneo. E molti lo conosceranno per i suoi progetti di luce che non mancheranno nemmeno in questa edizione del Salone 2012. Liu presenterà anche quest’anno fuorisalone con una novità: non più in Zona Tortona, ma a Sant’Ambrogio, al MOST, Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”. Saranno quattro gli spazi espositivi allestiti dal designer e in uno, sorpresa per i gastromaniaci, il gelato. Una futuristica gelateria anglo-italiana servirà il gelato grazie alla collaborazione con l’Università del Gelato della Carpigiani. I visitatori potranno scoprire come nasce il design del cono con la nuova macchina EVD (link per iscriversi ai workshop gratuiti).

L’evento sarà l’occasione per partecipare a un concorso e inventare il contenitore per il gelato del futuro. Che fate? Partecipate o assaggiate solo?

La Fondazione Bruto e Poerio Carpigiani lancia in tale sede un ambizioso Premio, “Designing Gelato Cone Evolution”, di cui Tom Dixon  sarà eccezionalmente giudice. L’obiettivo è creare una connessione sempre più stretta tra mondo del design e mondo del gelato. Ad oltre 100 anni dalla creazione del cono gelato ad opera di Italo Marchioni (1903), si chiede oggi ai giovani designers di disegnare un “contenitore” dalla forma innovativa per il gelato. In grado di combinare, idealmente, praticità ed estetica. Quale sarà la forma in cui mangeremo il gelato domani? Lo scopriremo entro la fine di luglio 2012. Le iscrizioni al premio terminano il 15 luglio 2012. Primo premio per la sezione “creatività”, 3 settimane di corso alla Carpigiani Gelato University (valore premio: 2.500 €), e per la sezione “fattibilità industriale”, l’azienda produttrice di coni gelato Babbi mette in palio una borsa di studio del valore di 2.500€ (giudice d’eccezione, Babbi).

Tom Dixon. c/o Most Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia. via Olona 6 (mappa)
17 aprile: ore 10.00-21.00
19-21 aprile: ore 10.00-21.00
18 aprile: ore 10.00-18.00
22 aprile: ore 10.00-18.00
16 aprile Press Preview: ore 15.00-19.00

▩▩▩

10. Veuve Clicquot. Lo champagne diventa Pop e va al pic-nic

Lo champagne come la bibita per un pic-nic all’aperto? Si può fare e lo sostengono alla Ponsardin in uno slancio verso i comuni mortali che ancora pensano al pranzo all’aperto come un aprire il tavolo di plastica e sommergerlo di salumi, ruoti e fiaschi di vino del contadino. Tutto da rifare anche perché la modalità anni ’60 potrebbe essere una delle chiavi di lettura enogastronomiche ai tempi della crisi. Manca solo la 500 o la 600, le macchine della Fiat, per portarci indietro nel tempo peggio di tutte le statistiche e i raffronti dell’economia. Ecco come ci aiuta la maison delle bollicine.

Ilaria Marelli ha disegnato per Ponsardin il concept store che vedrà protagonista lo champagne Veuve Clicquot nel fuorisalone come già accade da qualche anno. Tre le aree di questo spazio che vuole enfatizzare il pic-nic d’eccellenza, anzi il Cliq-nic (ma al marketing hanno abusato di bollicine prima di darsi al naming?)

Nella prima, take away: Compri la Clicq-nic Bag disegnata da Sylvia Pichler e sbevazzi la bottiglia di Veuve Clicquot Yellow Label da 0,375 cl con le 2 flûtes a disposizione e accompagni con il contenuto di due finger food box.

Nella seconda, la champagneria dove puoi scegliere un menu ideato dagli specialisti del mangiare leggero de light™

Nella terza, una boutique di design dove comprare accessori per il pic-nic tra cui il packaging della Cuvée Brut Yellow Label in vendita al prezzo di 60 €.

Veuve Clicquot. c/o de light. via Ponte Vetero 13 (mappa)

17-22 aprile: ore 10.00-21.00
16 aprile inaugurazione: ore 12.00-21.00 (ad invito)
Ovviamente, la storia non finisce qui…

1 commento

  1. Grazie mille per averci inseriti nella vostra Top Ten! Ne siamo onorati!!! Vi inviteremo a Bologna per l’inaugurazione del gelato Museum Carpigiani a luglio 2012!!!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui