Olimpiadi 2012. Nicola Batavia porta la cucina italiana a Londra

Tempo di lettura: 1 minuto

Olimpiadi di Londra 2012: c’è chi, nell’attesa dell’evento, prepara le ricette-simbolo dei paesi partecipanti e chi per gli atleti perennemente a dieta dovrà cucinare. E’ uno chef italiano, outsider di origini lucane trapiantato a Torino, che ha disdegnato la stella Michelin ed è di casa all’estero come ambasciatore del made in Italy.

Nicola Batavia, un ristorante a Torino (il Birichin), uno a Londra (Casa Batavia), uno in provincia di Savona (La Kava) e uno a Casablanca (La Scuderia) sarà, per la terza volta dopo Torino 2006 e Pechino 2008, lo chef olimpico della Nike Vip House. 10 mila coperti previsti per una media di 500 pasti al giorno è la mole di lavoro che lo attende alla BMA House tra buffet, coffee break, open bar e cene private.

Sapori fusion italiani, con citazioni della tradizione piemontese e ingredienti rari del nord e del sud, cucina mediterranea, salutare per definizione come si addice ad una competizione sportiva. E’ con questi atout Nicola Batavia si appresta a esportare l’Italia per il grande appuntamento londinese dell’estate.

[Fonte: italiasquisita.net Foto: zenitmagazine.it, regionepiemonte.net, nicolabatavia.blogspot.com]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui