A cena in miniera, a 80 metri sotto terra. Un’idea per finlandesi a caccia di emozioni e per chef folgorati sulla via del ristorante temporaneo. L’insolita location di questo pop-up è la miniera di Loja, a 60 chilometri da Helsinki, 115 anni di storia, ancora attiva in profondità, operativa fino a poco tempo fa anche nei luoghi che ospiteranno il ristorante.

L’ intraprendente cuoco che ha deciso di cucinare a due passi dalle viscere della terra è Timo Linnamaki, top ristoratore (il suo Muru, briciola in finlandese, ha aperto solo da due anni ma vanta già riconoscimenti della critica), che per le 10 cene previste (128 euro il costo, compreso il trasporto), preparerà con lo chef Niklas Ekblom un menu adatto alle temperature di una miniera: salmone salato, filetto di vitello cotto nel Pernod e dolce alle mele.

Gli ingredienti per una cena da ricordare non mancano: ai fornelli uno chef entusiasta (“È  bellissimo preparare qua sotto”, ha detto, “sei completamente tagliato fuori dal mondo”) e in sala luci blu soffuse.

[Link: yahoo. Immagine: AP Photo/Lehtikuva, Antti Aimo-Koivisto]

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui