Ritrovare il gusto della vita, dopo che la natura ha inflitto la sua zampata malefica. Da quel terribile 20 maggio le popolazioni dell’Emilia ce l’hanno messa tutta per rialzarsi in piedi. E forse è un po’ grazie anche alla generosità degli Italiani che hanno assistito impotenti alla tragedia del terremoto, se i cittadini di Finale Emilia, Mirabello Medolla e altri 49 comuni, un po’ di quel gusto l’hanno ritrovato.

Il Gusto Ritrovato” è una delle tante gocce in questo mare di solidarietà cui ha partecipato anche Scatti di Gusto. E’ un libro di ricette, firmato da 33 grandi protagonisti della cucina italiana e internazionale e dai ragazzi della prima edizione di Mastechef, il cui ricavato sarà interamente devoluto alle zone colpite dal terremoto.

Dentro c’è l’ottimismo della bontà, firmata Bottura, Cedroni, Scabin, Esposito, Alajmo, Rugiati, solo per citarne alcuni, che nelle 44 ricette hanno messo, non dubitiamo, più cuore del solito.

Oggi il libro, in vendita dal 12 settembre (edizioni Mattioli 1885, costo: 10,90 euro), ideato da Gianluca Ferradino e realizzato con il contributo gratuito di tutti coloro che vi hanno lavorato, dagli chef ai tipografi, sarà presentato al Salotto Culinario per un aperitivo (dalle 19,00) e, a seguire, per una cena in cui alcune delle ricette del libro saranno realizzate da Dino de Bellis, Simone Rugiati, Marco Davi e i ragazzi del primo Masterchef tra cui Danny, Irma, Agnese.

Il costo dell’aperitivo è di 10 euro (bevande incluse). Il costo della cena è di 40 euro a persona (bevande escluse).

Per info e prenotazioni

Tel: +39 06 72 633173
www.salottoculinario.com
www.damabookdesign.com

Diffondete, gente, diffondete!

Salotto Culinario. Via Tuscolana, 1197/1201. Roma. Tel. +39 0672633173

3 Commenti

  1. L’Emilia ha bisogno di noi. Ma soprattutto siamo noi ad avere bisogno dell’Emilia.
    Ecco perché i concerti a Campovolo, e di Abbado a Ferrara, e i libri come questo, e tutte le iniziative grandi e piccole – di cui cerchiamo di dare notizia con http://www.sosblogger.wordpress.com .
    Ma mi sa che anche l’Abruzzo, l’Aquila hanno ancora bisogno di noi.
    Proviamo a fare qualcosa.
    Possiamo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui