Roma, cagnolino lasciato morire di fame dai Vigili?

Tempo di lettura: 1 minuto

Scompare a Roma la padrona di casa e il cane rimane tre giorni senza cibo e senza acqua. Tutto inizia quando nella notte di mercoledì 3 ottobre i condomini di un palazzo, in zona Magliana, sentono l’ululato di un cagnolino. Sanno che si tratta del fedele amico di un’anziana signora che la mattina avevano visto in stato confusionale. Allarmati chiamano i Vigili Urbani e i Vigili del Fuoco. Che intervengono, entrano in casa, constatano la presenza solitaria del cagnolino e… se ne vanno.

E’ a partire da questo momento che i telefoni dell’associazione animalista Earth (ha aperto qualche settimana fa uno sportello al Municipio VI) cominciano ad essere tempestati di chiamate dei condomini di quel palazzo che raccontano di aver chiesto, inutilmente, ai Vigili di poter prendere in custodia il cagnolino, che da quella notte nessun Vigile si è preoccupato di venire a controllare, che l’animale è rimasto senza cibo né acqua e continua ad abbaiare.

Un fatto “sconcertante° come ha dichiarato Valentina Coppola, presidente di Earth. “Gli agenti avrebbero dovuto chiamare il medico reperibile dell’ASL e far predisporre la custodia temporanea del cagnolino invece di andarsene lasciandolo al proprio destino. Ci auguriamo che non sia accaduto nulla di grave alla proprietaria del cagnolino e che possa tornare presto col suo piccolo amico, ma certo non sarebbe contenta di sapere che il suo compagno di vita è stato trattato con tanta superficialità da chi avrebbe dovuto tutelarlo”.

Nel frattempo una richiesta di intervento urgente è stata inviata da Earth alla ASL RM D e ai Carabinieri di zona.

[Link: earth-associazione.blogspot.it]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui