Fornelli a dieta. Con il sedano rapa a 23 kcal, cosa vuoi di più?

Tempo di lettura: 2 minuti

La stagionalità è importantissima. Lo vado ripetendo da tempo per cercare di ricordarvi di mangiare bene per star bene. E si parte proprio dal far bene la spesa. Tra le regole fondamentali, compra solo ed esclusivamente frutta e verdura di stagione.

Di stagione anzi di stagionissima è il sedano rapa. Ccugino di primo grado del sedano, il sedano rapa comincia ad apparire nei nostri mercati a fine estate e  continua ad esserci  finché non arrivano  i primi geli. Come tutti gli ortaggi della “mezza stagione” ha potere di ri-mineralizzare, depura attraverso la diuresi e la sudorazione. E, come il carciofo e tarassaco e molte altre erbe amare, stimola la secrezione biliare.

Può aiutare ad abbassare la pressione e tener sotto controllo il colesterolo. Per gli irriducibili della conta calorica, posso dire che ha un valore molto basso:  meno di 23 kcal per 100 grammi.

Allora su le maniche, vogliamo o no prepararci per le fatiche digestive dell’inverno ?

Purea di sedano rapa e mele

Ingredienti

Sedano rapa
Mela (varietà che preferite, io ho messo una golden)
Spicchio d’aglio
Scalogno
Paprika
Pepe
Rafano in polvere
Caprino
Pane nero

Preparazione

Taglia a metà il sedano e togli l’esterno. Riducilo in cubetti.
Pulisci la mela dai semi e riducila in cubetti.
In un ditino d’acqua cuoci a fuoco medio finchè non senti che si sono ammorbiditi.
A fine cottura salta in padella con olio, aglio e scalogno.
Aggiusta di sale, spolvera di pepe e rafano.
Trasferisci tutto nel bicchiere del frullatore e ottieni una crema.

Ora hai 2 opzioni: una da trasporto e l’altra da “casa”.

Opzione da trasporto. Metti nel barattolo e portare con te anche 2 tartine fatte con pane di segale (io avevo fatto un pane semi dolce con segale, castagne e frumento integrale… ovviamente col mio lievito madre) e caprino spalmato: la purea è dolce e il caprino (o anche la feta) ci sta da paura.

Opzione da “casa”. Taglia la carota nel senso della lunghezza e abbastanza sottile. Sbollentala appena.
A parte in un padellino scalda dell’olio d’oliva e friggici le carote.
Asciugale sulla carta assorbente e spolverale con paprika e sale.
Guarniscici la ciotola di purea.

Fossi in voi sceglierei quello da asporto… Perfetto prima, o meglio ancora dopo alcune sessioni di esercizi di Pilates come queste abbinate a sessioni di relax come si fa da noi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui