Chiacchiere di Carnevale: la ricetta perfetta è vegan

Tempo di lettura: 2 minuti

frappe-vegan-9

Avete voglia di chiacchiere di carnevale ma non sentite la necessità di grasso animale?

Abbiamo la ricetta di un amore senza tempo che da queste parti chiamiamo anche frappe. Una sorta di frolla fine e delicata, leggermente zuccherata, tirata con la macchina per la pasta e fritta. Il tocco finale, lo zucchero a velo, le rende irresistibili!

Come sempre, mi piace ricordare che anche chi mangia senza carne, per scelta o per costrizione, ha diritto a un po’ di sano fritto di Carnevale sia esso leggero oppure no.

Abbandonato lo strutto, dimentichiamo le uova, mandiamo in letargo il burro e tuffiamoci nelle chiacchiere vegane.

La ricetta è solida, funziona sempre. Ho deciso di farle più spesse, come quelle al forno, per segnare anche visivamente la differenza tra l’originale e tradizionale frappa e quella diversa, nuova, atipica. Naturalmente, anche in versione più sottile, sono buonissime e inoltre, producendo più bolle, inganneranno gli avventori onnivori della festa di martedì grasso!

La ricetta delle chiacchiere vegan

frappe-vegan-7

Ingredienti

300 g di farina 0
50 g di fecola di patate
60 g di zucchero di Canna
60 ml di olio extravergine d’oliva
2 cucchiaini di lievito per dolci
1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
80 ml di grappa
50 ml di latte di riso
Olio di semi di arachide per friggere

frappe-vegan-1frappe-vegan-2

Preparazione

Sulla spianatoia prepara una fontana con la farina, la fecola, lo zucchero e il lievito. Versa al centro l’olio, la grappa, l’estratto di vaniglia e circa metà del latte. Inizia ad impastare e, man mano che l’impasto prende corpo, aggiungi tanto latte quanto basta ad ottenere un panetto simile alla frolla. Sarà leggermente ruvido per via dello zucchero di canna, ma sarà perfettamente gestibile.

Dividi l’impasto in tre o quattro parti uguali; prepara la macchinetta per la pasta ed inizia a passare il primo pezzo d’impasto. Regola la macchinetta e cambia lo spessore della pasta stendendola via via più sottile, fino ad ottenere lo spessore desiderato.

frappe-vegan-3frappe-vegan-4

Con una rondella dentata, ma anche liscia, taglia le frappe secondo le forme desiderate: quadrati e rettangoli tagliati al centro, trecce o qualsiasi altra forma!

Una volta terminato (non c’è bisogno di coprire le frappe con un panno umido, non seccheranno) prepara una padella con bordo alto e versa tre dita circa di olio di semi di arachidi. Una volta pronto l’olio, inizia a friggere le frappe, facendo attenzione a non farle attaccare tra loro e girandole spesso in modo che la cottura e la colorazione siano uniformi.

frappe-vegan-5

Passiamo le frappe pronte prima in un colino ampio, poi in un piatto coperto di carta assorbente, in un altro piatto come il precedente e poi preparale nel contenitore scelto per servirle.

frappe-vegan-8

Spolvera di zucchero a velo e servi ai bambini, ai grandi, agli onnivori, ai vegani e agli allergici&intolleranti!

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui