tavola la capra campa

Giuro che questa scoperta di ristorante vegetariano e vegan non è figlia del rimorso delle prime “attrippate” da scampagnata. Sono capitata alla Capra Campa di Simona Scarone per caso. Simona nasce musicista, ma a un certo punto della vita incontra la cucina e decide di farne il suo mestiere. Sceglie non una cucina qualsiasi, ma quella considerata un po’ di nicchia e snobbata da chi ama la cucina opulenta e condita: quella vegetariana e vegana, appunto.

Simona La Capra Campa Roma

Per molti è sinonimo di cucina insapore e troppo leggera. E con queste premesse e con uomini scettici che ho cenato, ma Simona e il suo staff amano la cucina e lo si sente quando metti il primo boccone in bocca. Ho cenato con vari uomini scettici del risultato finale.

SAMSUNG

Abbiamo cominciato con un aperitivo sotto il pergolato che si affaccia sul centro ippico da una parte e il campo di agility dog dall’altro. Fresco, verde, rilassante come il buon vino prodotto da loro (fresco e bianco nel mio caso), accompagnato da tenere fave crude e pecorino fresco. Il vino ci ha dato la giusta allegria e fratellanza per trasfrirci all’interno e far sul serio.

Le danze vengono aperte da una tempura di verdure di stagione con riduzione di aceto balsamico, hummus di ceci di Onano, verdurine croccanti, bruschette di pomodori secchi, olive taggiasche e ricotta-caprino e miele di castagno-tartare di champignon.

gnocchetti asparagi la capra campa Roma

Gli gnocchetti di patate agli asparagi e concassè di pomodoro, freschi gustosi e golosi, pronti a fronteggiare l’ultima lasagnetta croccante agli asparagi su crema di parmigiano che mi sono conquistata al costo della vita e da dividere con l’amica del cuore. La sfoglia lieve e saporita ti fa venire voglia di mangiarne 20, 30 porzioni.

vignarola capra campa

Per secondo appare un golosissimo flan di carciofi su salsa di pecorino, accanto ad un esercito di scaloppe di seitan con erbette (e vi segnalo che da queste parti fanno anche una vignarola di campo). Hanno convinto anche chi era entrato inneggiando alla braciola e alla fiorentina senza se e senza ma. E se proprio qualcuno stesse ancora mantenendo un sopracciglio alzato, ecco il colpo di grazia: i dolci

tortino cioccolato la capra campa crostatine vegan capra campa

Una quasi unanime richiesta di Trittico:Tortino cioccolato fondente dal cuore morbido (unico non vegan), Crostata, Bavarese alle fragole.

Ottimo il conto che di questi tempi non guasta, la compagnia e il clima rilassato tra verde, animali e bambini scorrazzanti alle porte di Roma Nord (Prima Porta). Aggiungo anche che La Capra Campa si trova in un piccolo agglomerato dove si possono praticare svariate attività e che dal mese di maggio si fregia di poter ospitare un Corso di cucina vegana e vegetariana che fa capo a La Sana Gola. Attiva dal 1994 si occupa di diffondere la cultura dell’alimentazione sana in Italia con la sua scuola, il ristorante e i numerosi stage, le vacanze studio, i seminari.

Insomma io ho fraternizzato con la cucina vegetariana e vegan e con me gli irriducibili della bistecca che sono usciti soddisfatti, satolli e al limite del sorpreso. E voi, vi siete sorpresi la prima volta che avete mangiato vegano essendo onnivori?

La Capra Campa. Via Lonato, 62. Roma Tel: 329 6656 085

8 Commenti

  1. Sì, una bella cosa, un bel posto da segnalare. Ci devo andare, la cucina vegetariana seria mi manca dai tempi dell’Apriti Sesamo a Via del Mattonato a Roma, oltre ai vari Govinda in giro per l’Italia.
    Ottima indicazione, da conservare.

  2. Se Via Lonato è Roma, io sono Napoleone… però va bene così dai… contento di leggere d un ristorante vegetariano.. ever! 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui