Quel pasticciaccio brutto del Firenze Gelato Festival ha un programma – forseTempo di lettura: 5 min

gelato-immagine-festival-firenze-2013

Si apre domani il Firenze Gelato Festival, la quarta edizione di quella che avrebbe dovuto essere un edizione monstre della durata di ben dieci giorni, e che avrà un seguito con Il Gelato Tour che toccherà le città di Milano (in piazza Duomo area abside, 31 maggio-02 giugno), Torino (07-09 giugno) e Roma (21-23 giugno) nei weekend successivi.
Scrivo dovrebbe perchè una brutta tegola è quella piovuta sulla testa degli organizzatori che hanno saputo che venerdì scorso, in occasione della delibera della giunta che avrebbe dovuto fornire tutte le autorizzazioni, per il sindaco queste date non andavano più bene, in quanto la durata era considerata eccessiva. Così martedì Renzi ha autorizzato l’uso delle piazze solo per tre giorni (dal 17 al 19 maggio) salvo eventuali proroghe, lasciando così un filo di speranza che le cose possano sistemarsi.

Il quotidiano fiorentino La Nazione suggerisce che tra le motivazioni alla base del ‘taglio’ ci siano state le richieste fatte in passato, non prese però in considerazione dagli organizzatori (che lamentano già l’inevitabile danno d’immagine ed economico di tale decisione, per i contratti firmati con le aziende e gli sponsor), di spostare l’evento in un periodo dell’anno diverso (più utile per la promozione della città, che a maggio è piena di turisti a prescindere) e in una location meno centrale, ma che l’amministrazione intende valorizzare come, ad esempio, il Parco delle Cascine.

Il programma originario prevedeva quindi la consueta divisione del Festival in tre piazze

  1. Santa Maria Novella con i maestri ‘artigiani’ gelatieri presenti nell’Orion Village
  2. Piazza Strozzi: la novità del Villaggio Japan (con il gelato dell’azienda Yuzan Sabou) per promozionare il festival cinematografico del Sol Levante
  3. Piazza della Repubblica: il Villaggio Sammontana (main sponsor della manifestazione) dove poter assaggiare il nuovo gelato ai Cantuccini alla Mandorle e variegatura al Vinsanto DOC, con il ricavato della vendita devoluto in favore dell’ospedale pediatrico Meyer di Firenze.

Non poteva mancare la presenza di uno chef di grido, Gianfranco Vissani e i suoi show cooking, le gemelle Squizzato conosciute su Rai2 che proporranno ricette di Gelato Light, e i corsi di Babbi Gelato Accademy.

Un festival con una durata così lunga avrebbe permesso di poter gustare i molti e diversi gusti di tutti i gelatieri presenti (insieme a quelli delle gelaterie fiorentine aderenti al circuito della Gelato Card, del costo di 10 € per 5 assaggi, ridotto a 8 € per gli under 18, più economica quest’anno dopo le vibranti critiche per i 15 € dell’edizione passata), divisi su due turni.

Da domani fino al 21 maggio (forse) troverete:

  1. Acquolina di Firenze – gusto Acquolina (crema al mascarpone variegata con microbignole alla nocciola e cacao)
  2. La Bottega del Gelato di Montecatini Terme (PT)- gusto doppia crema al croccante alle mandorle
  3. Le Botteghe di Leonardo di Altedo di Malalergo (BO) – gusto armonia di mascarpone e panettone Milano Loison
  4. Castello di Vigevano (PV) – gusto gelato al riso nero Venere lomellino
  5. De’ Coltelli di Pisa – gusto cioccolato De Bondt con cristalli di sale e scorze di arancia candita
  6. Delizia di Tavira Portogallo- crema di miele con zenzero, timo e limone
  7. La Fonte del Gelato di Fucecchio (FI) – gusto scrosè (miele e pinoli di S. Rossore uniti a scorza d’arancia)
  8. Di Matteo di Torchiara (SA) – gusto fichi bianchi del Cilento al cioccolato
  9. G’ala di Lissone (MB) – gusto mandorla al profumo di Sicilia (limone e arancia) con stevia
  10. Golosi di Natura di Gazzo (PD) – gusto pinolo
  11. Delizia, Belluno – gusto caffè d’orzo bellunese
  12. Il Re Gelato di Firenze – gusto crema agrumi val tindari
  13. Gippino di Lastra a Signa (FI) – gusto contadina (ricotta di pecora, pinoli e miele Millefiori)
  14. Tonka di Aprilia (LT) – gusto lampone divino
  15. Gelato Boutique di San Paolo, Brasile – gusto caffè lime con panna alla cachaca
  16. New Moon di Narni Scalo (TR) – gusto Roma 2013
  17. Piccadilly Mare di Senigallia (AN) – gusto sere d’estate al mascarpone

Invece dal 22 fino al 26 maggio:

  1. Destasio, Fiumicino (Roma) – gusto Mascarancio (mascarpone ai fiori d’arancio, con polvere di caffè dell’Ecuador)
  2. L’Erta del Bau, Firenze – gusto cioccolato della tradizione
  3. La Fonte del Gelato di Fucecchio (FI) – gusto scrosè (miele e pinoli di S. Rossore uniti a scorza d’arancia)
  4. Gelateria Centrale, Marrubio (OR) – gusto gelato al pecorino DOPcon pere caramellate al miele di Sulla
  5. Gelateria Duomo, l’Aquila – gusto alga spirulina
  6.  G’ala di Lissone (MB) – gusto mandorla al profumo di Sicilia (limone e arancia) con stevia
  7. Gelato Boutique di San Paolo, Brasile – gusto caffè lime con panna alla cachaca
  8. Il giardino dei peccati di gola, Pietra Ligure (SV) – gusto fantasia mediterranea (zucca con cannella, bacche di mirto e mirtilli)
  9. Istituto Alberghiero Saffi, Firenze – gusto ginepro
  10. Yaniv Abergel, Israele – gusto caffè Corsini Guatemala Huehuetenango
  11. Vivoli, Firenze – crema Vivoli
  12. Le Parigine, Firenze – gusto pinolata
  13. Panna, Marrakech (Marocco) – gusto Amlou (mandorle , miele e olio di Argan)
  14. Monsuè gelati esagerati, Aprilia (Roma) – gusto zabajone alla romana meringato
  15. Rivareno – gusto pistacchio
  16. Rivareno – gusto ganache al cioccolato fondente

Ogni gelatiere (alcuni saranno presenti durante tutta la durata della manifestazione) avrebbe partecipato al concorso per decretare i gusti migliori, con i vincitori stabiliti da due giurie distinte per ogni turno.

Al momento, di confermato, c’è che gli stand del festival domani APRIRANNO i battenti, con i gelatieri del primo turno presenti, e con i corsi e gli show cooking in programma che saranno regolarmente svolti.
Non si sa ancora però quando il festival finirà se, dopo tre giorni il 17 maggio, oppure come previsto fin dall’inizio, il giorno 26 maggio.

Speriamo che non finisca come nell’immagine ufficiale: il gelato lo vedremo con il cannocchiale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui