cous cous festival

Fino a domenica 23 giugno Cous Cous Fest Preview è solo un anticipo di quello che sarà, dal 24 al 29 settembre, uno degli eventi gastronomici più attesi della Penisola, il Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo (Trapani). Un assaggio goloso per gli appassionati di cous cous e anche l’occasione per selezionare lo chef che a settembre farà parte della squadra italiana in gara.

Caffeina-festival

Un evento per “svegliare la città”. Con queste buone premesse si presenta il Caffeina Festival di Viterbo, “parco di divertimenti culturali” come lo ha definito  Michele Pepponi, presidente della neonata Fondazione Caffeina Cultura. Innanzitutto un festival letterario ma con inserti di musica, cinema, teatro e anche cibo grazie alla collaborazione con Slow Food Lazio che a Viterbo porterà, dal 27 giugno al 7 luglio, un Mercato della terra con i produttori locali e un Laboratorio del gusto per degustazioni guidate. Tra gli autori e  gli scrittori presenti Cristina Comencini e Giancarlo De Cataldo, Diego de Silva, Massimo Gramellini e Lidia Ravera.

Appuntamento anche nel teatro dell’istituto penitenziario di Viterbo per cinque pomeriggi insieme agli ospiti che hanno aderito: Roberto Giacobbo (quello di Cazzenger, per intenderci) il 27 giugno, il giornalista Franco Di Mare il 28, il cantautore Niccolò Fabi il 1° luglio, Vittorio Sgarbi il 28 giugno, la cantante Fiorella Mannoia il 4 luglio. Attesi il 2 e 5 luglio anche, rispettivamente, i i finalisti e il vincitore del Premio Strega.

cena in bianco torino preparativi

Educazione, eleganza, etica, estetica le condizioni per partecipare. Arrivare di bianco vestiti la regola numero uno. E’ “Unconventional Dinner“, il flash mob organizzato per questa sera al Parco della Tesoriera, a Torino. L’appuntamento è alle 20,15 per fare festa fino a mezzanotte quando gli algidi commensali riporranno tovaglie, cestini e piatti di ceramica e scioglieranno la seduta. Ideatrice Antonella Bentivoglio d’Afflitto, ex scenografa torinese che strizza l’occhio alla Francia e ai suoi “Dîner en blanc” ma anche alle feste per il santo patrono. Quella che sta per cominciare è la seconda edizione e dopo i 2500 partecipanti dell’anno scorso potrebbero accorrere in 7000.

Agazio e Stella Tedesco sono i fondatori de L’Albero del Pane, azienda nata in una piccola panetteria romana che ha messo le radici tra le colline di Arezzo. Ora la nuova avventura si chiama GranArt e i nuovi stuzzichini, anzi, stuzzichine toscane saranno tra i porotagonisti degli aperitivi ai “Salotti del Gusto dell’Alta Badia“, tre giorni di gusto a San Cassiano (Bolzano), in Val Badia. Dal 22 al 24 giugno, l’Hotel Fanes ospita alcune realtà di nicchia del panorama enogastronomico locale con workshop, tavole rotonde e cooking show.

Qui il programma della kermesse, un circuito di eventi che vanno dalla cena in rifugio a base di vini naturali di alta gamma, allo chef contest, dal salotto letterario a quello di bellezza.

Veregra Street Festival è l’appuntamento annuale con il cibo da strada italiano e internazionale. Da domenica 23 a sabato 29 giugno il centro storico di Montegranaro (Ascoli Piceno) si anima di odori e sapori delle specialità più rinomate dello street food: olive ascolane, frittura di paranza, hamburgher con carne di razza marchigiana, gnocco fritto di Modena, piadine, fish & chips, tacos messicani, paella valenciana e il giapponese tori karage. Mostre, laboratori e spettacoli completano l’offerta. Qualche esempio? Il laboratorio di costruzione di marionette di legno condotto dall’artista bulgaro Teodor Borisov e lo stage di tammorra e tamburello.

Solstizio d’estate – Illuminati dal gusto è l’evento che raggruppa 140 aziende enogastronomiche di eccellenza. Si terrà a Villa Miani, a Roma, lunedì 24 giugno, dalle 14 alle 21.

Assaggi-sotto-la-torre-faenza

“Assaggi sotto la torre” è un pic nic insolito perché non si svolge all’ombra di una quercia e su un bel prato verde ma nel centro di una città. Siamo a Faenza (Ravenna), precisamente a piazza del Popolo, dove martedì 25 giugno saranno allestiti i banchetti delle cantine e dei ristoratori. Al centro della proposta gastronomica alcune delle eccellenze del territorio: dall’olio d’oliva Dop di Brisighella alla Mora Romagnola (antico suino autoctono), dalla Scalogno Igp di Romagna ai formaggi stagionati nelle grotte, dalle erbe aromatiche alle piante eduli che nascono nei calanchi o lungo il fiume Lamone. Il tutto  innaffiato da alcuni dei vini Doc, Docg e Igt romagnoli (Sangiovese e Albana, proposti dall’Associazione dei produttori della Torre di Oriolo e dai produttori di vino biologico e biodinamico di Brisighella).

Solo domani, domenica 23 giugno, si conoscerà il nome del vincitore e degli 11 finalisti del Palio di San Giovanni, la competizione riservata agli aceti balsamici tradizionali prodotti nella loro zona di origine. Giunge così alla 47ma edizione il Palio del Balsamico Tradizionale di Modena. Da tanti anni, a Spilamberto (Modena), 160 Maestri Assaggiatori, con l’aiuto di Assaggiatori e Allievi, iniziano a maggio ad assaggiare e valutare campioni di Aceto Balsamico Tradizionale.

Da giovedì 27 giugno al 6 luglio parte la terza edizione del festival “Melodia del vino”, l’evento che nelle più belle cantine toscane  celebra l’incontro tra la musica classica e il vino. Presenti i grandi produttori toscani (Antinori, Petra, Poggio alle Mura, Tenuta Rocca di Montemassi, Tenuta Rocca di Frassinello) con le bottiglie del Chianti classico. Le cantine che che ospiteranno le degustazioni sono state selezionate per la qualità del prodotto e per l’eco-sostenibilità dei sistemi produttivi. Si comincia bene con la serata di gala quando, dopo una visita alle cantine va in scena il concerto con sonate di Mozart, Bach, Tchaikovski, Brahms e Rachmaninov eseguiti al pianoforte con accompagnamento di violoncello.

5 regole di mammàApre oggi, sabato 22 giugno, a Capri (Napoli) il ristorante Mammà di Gennaro Esposito. In Piazzetta, con vista sul Golfo di Napoli e “un nome scelto come omaggio a tutte le mamme, le prime che ci comunicano cos’è il sapore e il cucinare” come ha spiegato lo chef di Vico Equense. Bianco e beige i colori degli interni, 60 coperti per 6 mesi l’anno, tradizione e cucina contemporanea come concept culinario che certo non farà meno di una materia prima di primissima qualità tra pesce locale e prodotti dell’orto selezionati personalmente da Gennaro Esposito. Alla guida in cucina Salvatore La Ragione, sous-chef della Torre del Saracino.

big chef Festa a Vico 2012 Axidie 47Lunedì 1 luglio, Felice Lo Basso, chef dell’Alpenroyal di Selva Val Gardena (Bolzano), ospiterà nella sua cucina Claudio Melis che proprio a luglio entrerà a far parte del Jumeirah Group in qualità di Executive Italian Chef per l’intero gruppo Jumeirah per una cena a 4 mani amichevole.

Felice Lo Basso, pugliese, prima di approdare nella celebre cucina dell’hotel Alpenroyal, ha lavorato presso ristoranti rinomati ubicati in località marittime della nostra penisola. Claudio Melis, sardo di origine, ottiene la stella Michelin sulle montagne altoatesine. La sua prossima sfida sarà il lancio di un nuovo ristorante Italiano al 50mo piano delle iconiche Emirates Tower di Dubai. Prenotazioni al tel. 0471 795555  o con email: info@alpenroyal.com www.alpenroyal.com

spaghetti-cacio-pepe-limone-menta-de-Bellis

Lunedì 1 luglio, Dino de Bellis trasferisce la cucina del suo Salotto Culinario nello spazio delle Osterie Romane di Eataly Roma. Tra gli esponenti della ristorazione classica capitolina e attento ricercatore di materie prime, non dimentica il valore emozionale della sperimentazione. Tra i piatti che potrebbero entrare nel menu dell’intero mese, un suo classico dell’estate finito sulle copertine di libri e riviste: la Cacio e pepe con limone e menta (Eataly Roma è in Piazzale XII Ottobre, 1492, Roma. Tel. 06 9027 9201).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui