trapizzini pronti

Domani è giornata di street food. E non solo a Palermo per l’Arancina Day. Apre a Roma, a Ponte Milvio, il nuovo Trapizzino – modern shape, traditional food – di Stefano Callegari, il primo di 10 che seguiranno nel 2014. Il nuovo format è molto semplice: creare l’alternativa alla pizza a taglio con una pizza “a tasca” ripiena di farciture che vengono dalla cucina e dalla tradizione. Romana in particolare, ma non solo.

Alle ore 13 ci sarà il battesimo per il locale che apre lì dove c’è stata una pizzeria in un passaggio di testimone verso la pizza contemporanea e da passeggio il cui riferimento è quella a libretto di Napoli. Assaggio gratuito per tutti e per tutta la giornata che è il modo migliore per far conoscere il trapizzino a chi non lo avesse ancora addentato.

carapine trapizzino

Layout molto semplice ma con la novità delle “carapine” da pizza, anzi, da Trapizzino. Cioè le pentole mantenute calde dall’acqua bollente e sempre pronte a farcire il triangolo di pizza che, ricordiamo, viene preparato, cotto e poi “ripassato” al momento della farcitura per mettere insieme il morbido della pasta e la croccantezza della superficie.

Un ghiotto boccone che privilegia la ricerca di materie prime di qualità, spiegano all’unisono Stefano Callegari che del Trapizzino è inventore con lo 00100 di Testaccio (a proposito, come annunciato, 00100 è già chiuso per lavori di ammodernamento e riaprirà a fine febbraio) e Paul Pansera anima del Sorpasso.

[related_posts]

Farine di Agugiaro e Figna, carni di HQF e forniture di Galli “e poi tutto quello che stiamo cercando”.

Work in progress con una declinazione popolare che a Ponte Milvio potrebbe sembrare stridente. L’offerta di cibo è alta (accanto a Trapizzino già è spuntato il cartello di nuova apertura di Tqcino, tutta la cucina italiana in strada e a casa tua), ma trapizzino e Callegari sono una certezza non scalfibile per i molti fan della pizza in formato piccolino (da Trapizzino non ci sarà la versione magnum).

stefano in cucina del trapizzino

Qualcuno potrà obiettare che una pizzeria di soli trapizzini (ma ci saranno anche i supplì) senza la classica teglia da taglio è una proposta un po’ troppo scarna. Sappiate che il nuovo mantra, oltre alla frase stampata sulle pareti “L’impasto non è una ricetta”, è ricordare a memoria i 23 gusti di farcitura disponibili all’inizio. Oltre ad averli assaggiati per dire di conoscere a menadito il trapizzino (c’è un altro Stefano a cucinare di continuo le farciture nella cucina a vista)

I trapizzini basic

gusti trapizzino

  1. baccalà in guazzetto
  2. coda alla vaccinara
  3. involtini al sugo
  4. picchiapò
  5. trippa
  6. pollo alla cacciatora
  7. lingua in salsa verde
  8. polpette al sugo
  9. coratella d’abbacchio
  10. coratella d’abbacchio con carciofi
  11. garofolato di manzo
  12. pollo e peperoni
  13. seppie e piselli
  14. salsicce e lenticchie
  15. fagioli all’uccelletto
  16. trabissino (zighinì)
  17. ceci al rosmarino
  18. padellaccia di maiale
  19. abbacchio arrosto
  20. straccetti alla pizzaiola
  21. baccalà alla puttanesca
  22. parmigiana di melanzane
  23. caponata

birra peroni da trapizzino

L’elenco vi servirà anche per scegliere cosa assaggiare in questa giornata di degustazione. La formula Trapizzino resta pop con la birra alla spina (Peroni, se ne facciano una ragione i birrofanatici dell’artigianale) ma ci sarà anche altro da bere.

trapizzino da asporto

Vedremo se la formula conquisterà i romani del quadrante Nord che potranno contare su un lungo orario (dalle 11 all’1 di notte dal lunedì al giovedì che diventano le 2 il venerdì e il sabato; nel weekend apertura da mezzogiorno) e un comodo dehors riscaldato con tavolini e sgabelli. Street food comodo, insomma.

Trapizzino. Piazzale di Ponte Milvio, 13. Roma. Tel. +39 06 33221964

8 Commenti

  1. Signori in bocca al lupo.
    Diciamocelo, il trapizzino é l’unica vera invenzione degli ultimi 20 anni.
    Noi (tutti gli altri) non ci siamo inventati un cazzo.
    Grande Stefano

  2. Ma vi pare giusto passare per lavoro a ponte milvio il giorno prima dell’apertura?sono entrato lo stesso e c’erano profumi incredibili…in bocca al lupo e se non dovessi passare a breve ci si vede da tonda!

  3. Bravo Stefano ,visto che non ne aprì ancora uno a Djerba non vedo l’ora di venire a Roma per assagiarli . Un caro saluto zio Carlo

  4. Siamo da sempre estimatori del trapizzino, forse il primo vero tentativo di creare street food nuovo/tradizionale qui a Roma. Ora il sentiero è battuto da molti, ma il trapizzino rimane nel cuore!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui