Ciro-Salvo-Pizza-delle-Stelle

50 Kalò, si dice(va) a Napoli quando la pizza è buona nella linguaggio in codice dei pizzaioli più vecchi che usavano kalò e un numero della smorfia. Ciro Salvo, pizzaiolo di lungo corso e di nuova generazione, lo ha scelto per la nuova pizzeria di cui è gestore. Un traguardo raggiunto anche grazie a una serie di fortunati eventi. Maurizio Cortese, appassionato di gastronomia e consulente del settore, è stato contattato da un suo vecchio compagno di scuola, Alessandro Guglielmini che aveva rilevato uno dei locali storici di Napoli, Al Sarago a piazza Sannazaro. Posizione strategica per realizzare la pizzeria che aveva in animo di mettere su da un po’ di tempo. E Cortese ha pensato subito al pizzaiolo Ciro Salvo di cui ha sempre apprezzato la maestria.

50-kalò

Ciro Salvo diventa così il gestore della pizzeria che porta il nome da lui registrato. E con lui arrivano molti dei suoi abituali fornitori. A partire da Marco Parenti Parente che ha realizzato il forno a legna ovviamente secondo i dettami della scuola partenopea.

Bianco Kalò sarà un’altra espressione che si sentirà nella nuova pizzeria. Riferita alla mozzarella vorrà dire che è di giornata, proprio come l’impasto. Il fiordilatte vaccino arriverà da Rocco Ruocco di Agerola, mentre per la mozzarella di bufala l’orientamento è per un caseificio dell’area di Caserta. Ci saranno ancora i formaggi di Manuel Lombardi de Le Campestre così come il prosciutto cotto San Giovanni. Il pomodor è di Danicoop, mentre l’olio extravergine di oliva sarà il prestigioso “Le Peracciole” di Alfonso Iaccarino.

Conciato-romano-di-Manuel-Lombardi-Le-Campestre

“L’intenzione è di continuare sulla strada della semplicità. Le pizze non devono avere più di 2 o 3 ingredienti e solo prodotti di stagione”, spiega Ciro al telefono. Non è esclusa la creazione di una pizza ad hoc per festeggiare l’apertura che al più tardi sarà a fine febbraio. Si lavora alacremente per ridare uno spirito contemporaneo a un locale che era rimasto cristallizzato alla fine degli anni ’70.

pizzeria-Sorbillo-Lievito-Madre-a-Mare-Napoli-setteCiro-Salvo-Marinara-1

Con questa apertura si rafforza la presenza di pizzerie di qualità nel quadrante occidentale della città che ha beneficiato dell’arrivo di Gino Sorbillo sul Lungomare. E sarà l’occasione per gli appassionati di mettere a confronto due tra le migliori pizze di Napoli.

50 Kalò. Piazza Sannazzaro, 201/B. Napoli. Tel. +39 081 19204667

[Immagini: Vincenzo Pagano, Luciano Furia, Cortese Way]

13 Commenti

  1. È un onore aver fornito il forno del Massè prima e di 50 Kaló adesso, con la consapevolezza che lo stesso deve aiutare il più grande maestro pizzaiolo al mondo a produrre le sue pizze superlative. Non so se è possibile correggere il cognome, in quanto mi chiamo Marco Parente e la ditta è Forno Napoletano, che gestisco con mio fratello Paolo. http://www.forno-napoletano.it

    • scusatemi tanto,ma non ne posso piu´di girare per il web e sentir parlare di fenomeni,pieni di diplomi,di pubblicita,di attestati,e di ruffiani che esagerano in tutto. ciro salvo e`un pizzaiolo eccezionale,proveniente dalla vecchia scuola…sicuramente uno tra i migliori in italia. ma chiunque,si voglia avventurare in parole come,fenomeno,migliore,artista e bla bla…per rendersi conto davvero di cio che sta dicendo,si faccia un giretto a senigallia,nelle marche,se sarete fortunati avrete l´onore di ammirare l´uomo che il grande leopoldo o´palmascia´suo mastro..all´eta´di 13 anni,defini´immenso,a 17 un miracolo di quest´arte…oggi ha 60 anni michele ercole e ancora nella perfezione maniacale di sempre,continua a regalare il suo essere infito a voi, che se avrete fortuna,lo troverete li,vi assicuro che dopo,le vostre parole dette qui ripensandoci,vi faranno arrossire,perdendo inesorabilmente di valore. sta a voi adesso decidere.grazie. in bocca al lupo ciro.

  2. In bocca al lupo per il nuovo locale e soprattutto per la nuova avventura: sicuramente sarà un successone !!! Aspetto di sapere la data dell’apertura per vederci.

  3. Il titolo, ragazzi, il titolo. “Ciro Salvo, il pizzaiolo tra i migliori d’Italia”, è un errore blu. È uno tra i tanti dunque il titolo corretto è: “Ciro Salvo, pizzaiolo tra i migliori d’Italia”.

    Ma tra voi c’è qualche giornalista?

    saluti, mf

  4. accolgo col massimo favore la sua piccola e pur significativa vendetta, ma sappia che se mi appalta la supervisione del sito glielo faccio uscire un gioiello. Giuro.

    buoni giorni, mf

    • No, ma quale vendetta. La fretta, il correttore automatico, i ripensamenti: la lista è lunga. Piuttosto, mi preoccupa che non sia già un gioiello.

  5. Le scrivo qui, direttore, al riparo da occhi/orecchie indiscrete. Perchè un po’ mi dispiace se “Scatti” deraglia e sono convinto non per sua volontà. Ma l’ultimo post di Olga Mascolo sui brunch migliori a Milano, peraltro dalla scrittura brillante, non ha proprio nulla a che vedere con la realtà, con l’economia anche di tasche diverse, con la decenza più in generale. Lo legga (lo avrà già letto).

    un saluto gentile (le allego anche ciò che ho scritto alla Mascolo. Dal suo profilo twitter ho capito che vive leggermente in una dimensione parallela e quindi tutto torna).

    —————

    Gentile Olga, il suo racconto ha un qualcosa (soprattutto al punto retrouvé) ma manca anche di un qualcosa. E cioè una denuncia immediata alla Procura della Repubblica per il prezzo semplicemente imbarazzante che qualche improvvisato vorrebbe imporre a clienti (mentalmente) sgangherati.

    Lasciamo stare Unico, che è uno stellato. Lo stellato porta sempre con sè una dimensione parallela, anche quando si tratta di brunch. Ma Giacomo e i suoi 55 più appendice comica degna dei fratelli Marx dello sconto bambino?

    Di passaggio, le rammento che «Aimo e Nadia» (continuo a chiamarlo così senza la bruttura de “Il Luogo”) risolve con «soli» 39 euro un pranzo molto significativo di tre-meraviglioseportate-tre.

    Come dice, è già con la denuncia in mano?

    buoni giorni, mf

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui