Sei vegano? Sei carnivoro? Il tuo ristorante a Milano è Green Inc

Ristoranti

GreenInc_lunch

Aprire un bistrot. Il sogno di chi, manager, vuole cambiare professione. Ho raccolto le olive alla Pieve,  agriturismo toscano aperto da una ex-pubblicitaria e dal marito partner di una società finanziaria. Mamai, il ristorante ex Alice a Milano, è governato da un ingegnere spaziale-chef e da un avvocato-direttore di sala. Marzapane a Roma conta sull’iniziativa di un buyer e di un chirurgo. E potrei continuare.

Ad esempio, con Nina Maier, tedesca, imprenditrice del marketing e della finanza, appassionata di moda, di cucina italiana e internazionale, che ha aperto Green Inc. – Organic Fresh Delicious. È un ristorante bar take away delivery nato sulla scia dei locali tedeschi e americani di raw and organic food declinato all’italiana. Cioè biologico e piatti in linea con le voglie dei vegetariani – vegani, allergici – intolleranti, salutisti ma anche carnivori.

Per tutti i piatti sono indicati ingredienti, controindicazioni, proprietà salutistiche; alcuni possono essere ordinati in porzioni ridotte. La cucina è affidata alla chef francese Zohra Bennadji (ah… un’ex-bancaria) che ha partecipato all’edizione francese di Masterchef nel 2012.

E cosa si mangia? Di tutto, e bene. Diciamo subito che la lasagna cruda – strati di zucchina cruda e avocado guarniti con salse fatte in casa, con pesto di pomodori secchi, pesto di basilico e crema di anacardi – è una delle cose più buone mangiate negli ultimi tempi (10 €). È un’idea di Nina.

Consiglio i vari wrap (il menu invernale prevede versioni con pollo e parmigiano, o salmone e tzaziki, 7 €), equilibrati e gustosi. A pranzo (aprono alle 8, ma la sera chiudono alle 18; il sabato, 8-15) non ho amato in modo particolare gli gnocchi di riso broccoletti e patate (9 €): la consistenza dello gnocco era inconsistente, e i broccoli non bastavano a rendere il piatto veramente appetitoso (un mezzo peperoncino?). Invece ho amato  il polpo in guazzetto con capperi pomodorini, olive, verdurine, servito con un vasetto di guazzetto e un piattino di pane del panificio Longoni, ottimo (14 €). Discreto il brownie (2 €).

Bocconcini e tartufo Componi il tuo piatto

Il menu propone anche muffin salati (5 €), zuppe bio (stagionali: ovviamente, ora c’è quella di zucca, 6 €), insalatone, sempre bio (9,50 €), paste e risotti (7,50/9 €), secondi per carnivori come il petto di pollo alla griglia e riso thai aromatizzato (12 €) e il burger di manzo bio (13 € – ops, ho detto hamburger?). E poi panini, macedonie, dolci, frullati, succhi di frutta (Purephilosophy), spremute e birre bavaresi. Tra i fornitori, aziende agricole bio (Corbari di Cernusco sul Naviglio, Aretè di Bergamo), macellerie bio di Asti e di Bergamo, olio umbro (Le Mandre).

Il locale è piacevole, a partire dall’insegna all’ingresso, “viva”, cioè in muschio “vero”; e sempre vive sono le piantine grasse che, oltre che in bicchieri sui tavoli, vivono nei lampadari al soffitto.

Ora vi aspetto al varco. Come è possibile che un locale vegetariano sia anche carnivoro?

Green Inc. Via Meravigli 16. 20123 Milano. tel. +39 02.49466022




Di Emanuele Bonati

Di Emanuele Bonati

"Esco, vedo gente, mangio cose" Lavora nell'editoria da oltre 40 anni. Legge compulsivamente da oltre 50 anni. Mangia da oltre 60 anni. Racconta quello che mangia, e il perché e il percome, online e non, da una decina d'anni. Verrà ricordato per aver fatto la foto della pizza di Cracco.