Alessandria. Sul Po c’è Manuela per un fritto di fiume straordinario

Tempo di lettura: 2 minuti

Ristorante Manuela

Isola Sant’Antonio in un’uggiosa serata. Lievi strati di nebbia circondano i lampioni. È l’atmosfera di questa zona, al confine con la Lomellina, sospesa fra specchi d’acqua in cui nasce buon riso e isolati paesini con un fascino d’altri tempi.

Fascino che ritrovo al ristorante Manuela, sperduta ex-casa di pescatori affacciata sull’argine destro del Po che bagna la provincia di Alessandria.

Il locale potrebbe sembrare troppo datato, con i suoi arredi anni ’70 rimasti tali e quali nel tempo. Ma quando ci accomodiamo nei divanetti scricchiolanti ci sentiamo subito in una dimensione che per tutta la cena apparterrà solamente a noi e alle bontà che avremo modo di scoprire.

salumi

Per ingannare l’attesa, scegliamo di assaggiare qualche antipasto. Oltre una consueta selezione di salumi c’è il salame di luccio, delicato e morbido.

La carta dei vini permette di togliersi molti sfizi. Noi scegliamo un gewurztraminer di Colterenzio per cominciare, e a seguire una ribolla gialla di Jermann.

tagliolini trota salmonatarisotto rape rosseravioli di anatra

Arrivano i primi piatti: il risotto con rape rosse e timo è cremoso e ricco di condimento, i ravioli di anatra con sugo di brasato sono una versione interessante del più classico raviolo con carne di manzo. L’anatra arricchisce in maniera decisa il gusto del ripieno, il sugo è avvolgente, un piatto memorabile. I tagliolini con trota salmonata sono delicati, gustosi e, anche in questo caso, ben conditi.

fritto di fiume

Le proposte dei secondi sono abbastanza classiche, ma sempre servite con ottima cura: petto d’anatra con patate, boccalone al sale, anatra all’arancia, e un fritto di fiume davvero straordinario, preparato con rane, pesciolini e gamberetti del delta del Po. Cotture perfette.

carrello dei formaggi

Una delle sorprese del ristorante, e ce ne accorgiamo dall’aroma ancor prima di vederlo, è il maestoso carrello dei formaggi. Un trionfo di tre piani rifornito di formaggi provenienti da tutta Italia e in particolare dalla zona piemontese. Non ne abbiamo approfittato, ma sicuramente ci rifaremo alla prossima visita.

torta cremosa tortino-cioccolato profiterole bicchiere

Concludiamo la serata con un altro carrello, stavolta di dolci, tutti fatti in casa: torta cremosa, profiterole nel bicchierino e tortino morbido al cioccolato con gelato alla crema.

M è piaciuto e voglio ritornare in questo ristorante in primavera, quando il cielo sarà terso e dalle ampie vetrate si potrà vedere il fiume.

Ristorante Manuela. Via Ponte sul Po, 31. Isola Sant’Antonio (Alessandria). Tel. +39 0131 857177

[Elisa Torreggiani]

7 Commenti

    • Al ponte era stata recensita su Dissapore qlc anno fa, Al ponte è più orientato di questo sul pesce di fiume mi pare, i piatti sono molteplici non solo la frittura

        • Ciao Alessandro, ecco il post de Al Ponte:

          http://www.dissapore.com/mangiare-fuori/quel-ponte-sul-fiume-kwai-oglio/

          @Mauro: il menù di Manuela era lungo e ben strutturato a mio modesto parere, le proposte di pesce erano diverse ma abbiamo deciso di assaggiare sia carne che pesce per gustare entrambe le cucine, sicuramente con la prossima visita vedremo di approfondire meglio le specialità lasciate ahimé solo sulla carta! Sul pesce di allevamento o meno, non ho sufficiente competenza per esprimermi, ma i gestori mi sono sembrati persone appassionate del loro lavoro e molto selettivi sulla materia prima, i piatti erano oggettivamente curati e genuini, quindi per me sono promossi 🙂

          • il problema è la reperibilità Elisa, trovare certe specie di acqua dolce di qualità non è semplice.
            C’è ad esempio Agroittica che rifornisce lo storione per molti locali del nord e produce buon storione e caviale, ma per altre specie bisogna guardare bene.
            Si tratta comunque di allevamento

  1. è giusto parlare di pesce di fiume o sarebbe più corretto dire d’caqua dolce, quanto del pesce servito è davvero di fiume e non d’allevamento?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui