Supplizio Arcangelo Dandini

Siamo fritti. Arriva un Supplizio: terribile. Ma terribilmente buono se è il nome che Arcangelo Dandini ha scelto per il suo nuovo locale a Via dei Banchi Vecchi, 143 a Roma.

Arcangelo Dandini

Che, è ufficiale, apre al pubblico lunedì 7 aprile e dispenserà in primis il Supplizio, cioè il piatto messo a punto nel 2011 per la Festa a Vico.

Un nome che porta fortuna a dispetto delle apparenze se Dandini, tra i più seguiti chef della blogosfera e autore del libro Memoria a mozzichi, ha deciso di adottarlo.

supplizio classico

“Un Paese, due fritti, tre elementi giallorossi” era il sottotitolo del piatto che già trovate all’Arcangelo di via Belli. Mette insieme un croccante di mandorle, classico delle feste di paese, il famoso supplì star delle classifiche del fritto romano, una crocchetta di patate e cacio accompagnata dalle alici di Cetara.

supplì-di-arcangelo-con-uova-q

Il nuovo Supplizio invece abbandonerà le alici in favore delle rigaglie di pollo nel supplì bianco, di un supplì classico, della crocchetta di patate e della crema fritta con pecorino, cannella e zucchero al posto delle mandorle da luna park.

La friggitoria di Arcangelo Dandini aspira a diventare punto di riferimento per lo street food a Roma in una strada che conta già altri due indirizzi cari ai fanatici del cibo, Il Goccetto e lo stellato Pagliaccio.

Insieme a Lorenzo D’Ettorre,  proporrà oltre a supplì e crocchette anche piatti classici della cucina romana come la trippa e le polpette.

Prezzi compresi tra i 3 e i 10 €.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui