pesto migliore Alfonsina Trucco

Se avevate dubbi che nelle gare di gastronomia vince sempre una ricetta tradizionale, ora avete la conferma.

Dopo la volta del migliore tortellino (per la cronaca è di Bologna), è la volta del pesto genovese.

A Genova  si è tenuta la V edizione del Campionato Mondiale di Pesto Genovese al Mortaio. Il che vuol dire a mano e con forza di braccia e molto manico.

Quindi vi potrebbe stupire non tanto che il vincitore è una donna, ma che ha ben 87 anni. “Nonna” Alfonsina Trucco da Montoggio, entroterra di Genova, ha prima passato la selezione dei 100 concorrenti entrando nella rosa dei 10 finalisti.

Alfonsina Trucco mortaio pestopesto genovese

E poi li ha battuti tutti e nove utilizzando il mortaio di famiglia di grandi dimensioni e il pestello doppio in legno vecchi di 150 anni che avrebbe utilizzato sua nonna per preparare il pesto a Giuseppe Garibaldi.

La vittoria arriva con una ricetta iper tradizionale che non ha dato scampo ai più giovani concorrenti tra cui si annoverava un ingegnere e un fisico nucleare.

Alfonsina Trucco, nella trattoria di famiglia Rosin di Trefontane era specializzata proprio nella realizzazione del pesto.

Sul podio si sono piazzati alle sue spalle Angelo Vanagolli e Candida Grosso. A seguire, Federico Bonzi, Bruno Canepa, Paolo Brovia, Luca Bernava, Mirco Chiavarini, Massimiliano Cresta e Fabrizio Migliorini.

E per voi che volete subito imitare Nonna Alfonsina, ecco la ricetta. Anche con qualche esercizio e abbinamento da prova costume.

[Link: Genoa Pesto World Championship, Repubblica. Immagini: Andrea Leoni/Repubblica]