Roma. aT, il ristorante che crea il nuovo giornalismo enogastronomico

Tempo di lettura: 2 minuti

aT roma ristorante

A Repubblica delle Idee, il contenitore che guarda al futuro del quotidiano italiano, aT è stata tra le 10 startup del food presentate il 29 marzo a Milano dove si è classificata seconda.

Ma cos’è aT che è aperto a Piazza di Pietra di fronte al Tempio di Adriano?

Il comunicato stampa lo definisce come la prima proposta italiana a metà strada tra il fast food e il casual dining. Che poi, in una crasi concettuale, sintetizza in Fast Casual Restaurant.

Cioè si può mangiare velocemente, scegliendo da soli tra le varie proposte di cibo di qualità, in un’atmosfera comunque calda e genuina.

carciofo romana

Il concetto di long time viene declinato in “mangiare quello che si preferisce quando si preferisce” lasciando intendere che non ci sono fasce di cibo ed è possibile fare colazione con gli spaghetti al mattino, decidendo il tempo della propria pausa,  in un range molto ampio: dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 21.30 e la domenica dalle 9.30 alle 21.30.

In realtà la proposta culinaria si rifà al claim del logo Active Natural Eating e vuole miscelare made in Italy, alla voce cultura del prodotto e design dell’ambiente, con una visione della vita internazionale in un melting pot a base sostenibile.

Seguendo la stagionalità, il blog aTime (sul sito c’è una divisione in aree tematiche) fa cenno a:

  1. Prodotti tipici locali come la tiella di Gaeta e la focaccia pugliese o pappa al pomodoro e carciofo alla romana,
  2. Prodotti artigianali come la torta di mele e cannella, zuppe di farro e cavolo nero, yogurt bianco con miele o frutta, gelato vegano, spremuta di arance rosse di Sicilia IGP, smoothies all’açaí, centrifughe, milkshake, lassi menta mandorle e miele.

Un format che coccola da vicino la rete non solo con la normale condivisione dei social network ma anche con la costruzione di una community.

Ci si iscrive e si è i primi a valutare nuovi prodotti e servizi.

yogurt vasetto@ristorante roma

La promessa è far assurgere il cliente ad Ater, ovvero a “tester” di aT ed essere coinvolto in tutti i lanci dei nuovi prodotti e servizi, con le più golose novità.

Il dubbio è se nel nostro futuro prossimo venturo tutti si dedicheranno ai test, alla critica e al giornalismo enogastronomico.

O se resterà qualcuno che ha voglia solo di mangiare (bene) e basta senza trasformare una cena in un’esperienza sul campo. Voi che ne dite?

aT Active Natural Eating. Piazza Di Pietra 62, Roma.Tel. +39 06 4568 2056

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui