Giorgione: orto e cucina ma anche libro e ristorante in Umbria

Tempo di lettura: 2 minuti

In mezzo alle colline umbre, sulla strada del vino Sagrantino, nel cuore di Montefalco, c’è un ristorante che si chiama Alla Via di Mezzo.

Ma vi dico di più se aggiungo il nome magico di Giorgione, l’oste più famoso d’Italia.

Proprio l’anno scorso Giorgio Barchiesi, in arte Giorgione (ma quanto gli sta bene questo “nomignolo”?), ha inaugurato il suo nuovo ristorante nell’antico frantoio del XIV secolo, dove mangiare “come una volta”, assaporare la cucina semplice di campagna e dell’orto.

La cucina che, appunto, vediamo nel suo famoso programma in onda su Gambero Rosso Channel, “Giorgione Orto e Cucina”.

Giorgione, romano di nascita e umbro di adozione, è un personaggio che non può non piacere, vuoi per la sua stazza, imponente e rassicurante, vuoi per il carattere spontaneo e d’impatto, vuoi per la sua cucina, laida, come la definisce con orgoglio. E’ amato da tutti, uomini, donne e bambini. Le sue ricette sono replicate con successo, in quanto semplici, ma goduriose ed estremamente fattibili, in case di tutti gli italiani, e ne è la prova la sua pagina Facebook, piena di ringraziamenti, di commenti e di domande.

librogiorgione

Le conseguenze di tutta questa popolarità erano scontate: ci voleva un libro. Anche Giorgione ha capitolato e si è buttato nell’avventura editoriale con  “Giorgione Orto e cucina”, 80 ricette “laide e corrotte”, andato letteralmente a ruba. Tanto che durante l’evento di presentazione non c’è stato verso di procedere con il show cooking causa fila per fare l’autografo a dir poco infinita.

librogiorgiobarchiesi

Le parole come “cucina di stagione” e “prodotti km 0” sono, forse, le più scontate e banali degli ultimi tempi, usate a proposito e a sproposito.

Ma che ci posso fare se Giorgione alleva per davvero ogni tipo di animali compresi i pavoni e cucina utilizzando solo quello che coltiva  nell’orto o raccoglie nei boschi?

carbonara di giorgione

Al suo ristorante potrete gustare tanti antipasti a base di verdure e legumi, almeno due-tre tipi di paste caserecce fatte a mano conditi abbondantemente con i sughi ruspanti.

Non mancano la buona carne sulla brace, i salumi e i dolci fatti rigorosamente in casa. Per accompagnare degnamente la cena, oltre il rinomato Sagrantino di Montefalco, avete un’ampia scelta di vini e di birre. E, dopo cena, potete fermarvi a dormire nel piccolo ma carinissimo b&b, situato nello stesso edificio.

carbonaraantipasti

Quanti altri motivi volete per andare da Giorgione in Umbria?

P.S. Eccone un altro: al ristorante si accettano anche gli animali.

Giorgione alla Via di Mezzovia di  Santa Chiara da Montefalco 52, Montefalco (Perugia). Tel. +39 0742 362074

24 Commenti

  1. Io da Giorgione ci sono stata e consiglio veramente a chiunque di andarci! L’atmosfera è quella di un pranzo in famiglia e i sapori indescrivibili!

      • Non difendo jamie , passa però almeno un anno a Londra . Apprezzerai la professionalità
        e la qualità media del cibo , certo diverso dal nostro, sapori diversi ma se ci vivi non puoi
        che apprezzare quello che da fuori sembrano fregnacce.
        La cucina non può essere come la nostra perché noi siamo molto chiusi nei nostri confini
        anche se molto copiati. Ma il punto non è quello, quello che si prova e’ il carattere internazionale
        delle varie influenze etniche in genere ma anche la cucina very brithish che è ottima se
        provata sul luogo e da cuochi veri.

  2. Non si possono vedere due puntate di seguito rischio problemi di fegato. Il tizio è simpatico ma mangiare in quel modo fa male. E’ sbagliato credere che il cibo godurioso sia solo quello con lardo, guanciale ed evo a fiumi.

  3. Tutto fa male.
    Gli eccessi fanno male.
    Ma demonizzare le tradizione e la migliore cucina fatta con ingredienti genuini è da dementi.
    ci vuole un giusto equilibrio come in tutte le cose.
    Bravo Giorgione personalmente lo apprezzo molto!
    Un piccolo consiglio … non mangiarti tutto quello che cucini sei leggermente sovrappeso !
    Wiva Giorgione.
    Wiva la campagna e le tradizioni.

  4. Giorgione non è uno Chaf per me è un istituzione della buona cucina di una volta, oltre ad essere mister “Un non nulla”
    Un saluto a Giorgione e a vederci presto a gustare i tuoi piatti

  5. Chi disprezza Giorgione è un gran fregnone! Giorgione è mille volte meglio della Clerici, Parodi e altri personaggi che si ritengono dei cuochi esperti. In tv vediamo con molta attenzione (in famiglia siamo in dieci)l’ottima cucina di Giorgione e cerchiamo di imparare qualcosa di buono. Un paio di volte all’anno si può anche esagerare, quindi da Giorgione devi andare. Un grande difetto di Giorgione è quello, essendo un personaggio della tv, di avere i costi dei piatti molto alti. A Napoli si dice: ‘a mèglia mmedecina è vino ‘e cantina e purpette ‘e cucina (un bicchiere di vino e un gustoso pranzo sono rimedi sicuri contro i malanni). Ciao a tutti e …. buon appettito.

    • giorgione sei un grande anche se non ti conosco personalmente sei una bellissima persona ed un cuoco insuperabile, conto di venire a conoscerti personalmente insieme alla mia famiglia quanto prima, sono tuo coetaneo come età e ache come stazza….. e come te amante della buona e semplice cucina di una volta

  6. Giorgione,ma! Che dire, personalmente mi rimane simpatico, ma la sua cucina ruspante indubbiamente molto saporita, non è una cucina da fare tutti i giorni, poveri noi ci ridurremmo come lui poverino! Non è senz’altro il ritratto della salute e questo mi disturba, non è un esempio per nessuno!

  7. Seguo con passione le puntate di Giorgione Orto e cucina. I piatti proposti fanno certamente parte di un modo di cucinare tutto italiano. Trovo accattivante la sua ostinazione a lavorare con ortaggi di stagione, al contrario di altri cuochi che in un certo senso fanno anche disinformazione. Certamente non è una cucina per il “quotidiano”, ma ogni tanto lasciarsi andare a qualche peccato di gola non ha mai fatto male a nessuno.
    Sicuramente Giorgione non è sopportato da chi si affida ai piatti pronti, sia freschi che surgelati e tantomeno vive il cucinare come un peso.

  8. Sono un executive chef specializzato nell’avviamento di ristoranti e nel mio libro su come avviarli (http://www.frachef.it/libro-aprire-ristorante.html) una delle cose che scrivo è che tanto deve essere fatto per evitare errori, ma ci sono alcune cose che arrivano o no indipendentemente da tutto.

    La magia di certi luoghi e di certe atmosfere è difficilmente costruibile o pianificabile a tavolino. Ci si prova, ma non ci sono garanzie.

    I posti magici, quindi, è bene tenerli sempre in riguardo, perché non nascono come i funghi 🙂

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui