Roma. Kentucky Fried Chicken apre davvero il 20 novembre

Tempo di lettura: 1 minuto

KFC-arriva-in-Italia

Eravate quasi disperati e poco speranzosi dell’apertura del primo KFC Kentucky Fried Chicken d’Italia dopo le prime indiscrezioni e la mezza conferma di una inaugurazione a Roma?

Ebbene, ora abbiamo la certezza: KFC apre e c’è anche la data. Il 20 novembre tenetevi liberi amanti del pollo fritto e riversatevi dopo le ore 19 al Centro Commerciale Roma Est sulla Collatina.

Sì, lì dove era stata fotografata la piantina e annunciata la prossima apertura.

Non ci credete? Beh, quello è il frontespizio dell’invito ufficiale. E sappiamo che Corrado Cagnola è l’amministratore delegato KFC Italia e che Francesco Fuga è il franchising partner (quindi ci saranno altri negozi, vi pare?).

kentucky fried chicken ali

Finalmente potrete addentare il pollo fritto dei vostri inconfessabili sogni.

Non vi(ci) resta che aspettare la fatidica data per verificare. Ditemi che non è un fake.

23 Commenti

  1. Disperati? Ma siete seri? E’ o non è questa una rivista che dovrebbe parlare di cibo di qualità ed eccellenze?
    Sono entrato in un KFC per sbaglio, a Budapest, e stando ai miei gusti personali era…lasciamo perdere…
    Io non ho altro da aggiungere, mi è bastato…se non dire che l’Italia non ha certo bisogno di essere invasa da queste catene americane di fast food 😉

    • Sei un essere egoista e nero nel cuore (forse un pochino estremista)

      L’Italia non e’ per nulla invasa, semmai dalle migliaia di Kebab turchi, arabi, africani, ma non ti lamenti? Oppure sei di quelli che li va a bruciare la notte?

      Non ti lamenti delle migliaia di ristoranti cinesi e delle catene cinesi per cibo alla giapponese?

      O sei solo un vetero stupidotto che vorrebbe solo cibo fornito dalla ex unione sovietica (forse volevi quello? e ora ti ubriachi di vodka)

      Lo sai che in Giappone puoi mangiare I cibi piu’ tradizionali e accanto trovi la pizza italiana, il croissant francese, il kimchi koreano e nessuno vorrebbe mettere leggi fasciste per obbligare i cittadini a mangiare quello che l’oligarghia impone.

      Se tu mi vieti di mangiare ogni tanto il pollo fritto o la pasta di soia o il kebab turco o un piatto ungherese non sei altro che un nazista.

      Tu sei libero di nutrirti dei cibi salubri del tuo luogo d’infazia:

      ma tu mangi la tipica frittura piemontese? fatta con cervello, polmone, fegato, e altre frattaglie?
      Bene se la mangi non ti diro’ mai nulla
      Ma tu lasciami mangiare un pollo fritto con la ricetta tipica del sud americano.
      Dal momento che in casa consumerei troppo olio e troppo tempo.

      E per favore lasciami bere un caffe lungo come gli americani ti lasciano bere un espresso se vai da loro.

      Essere vetero dittatoriali non e’ bello

      Tu non puoi vietare con leggi fasciste chi deve mangiare cosa.

      Sicuramente a casa nostra l’alimentazione e’ piu’ varia della tua dal momento che siamo aperti a tutte le culture e ci divertiamo in famiglia a fare un Fajitas messicana, un katsudon giapponese, un apple pie americana o abrack arabo
      come amiamo la pizza napoletana, i gnocchi romani o il brodo di pesce molisano

    • Correggerei con “ne è contento”…l’autore del pezzo 😀
      Finora, nei commenti, 4 su 4 non mi sono sembrati così contenti 😀

  2. il KFC aprì già a Napoli, negli anni ’70 un primo punto di vendita in via Luca Giordano, al Vomero.Il locale fu chiuso dopo qualche anno.

  3. ma è solo pubblicità questa, vero?
    non ci credo che qui a Scatti di Gusto/Dissapore siate veramente contenti di questa apertura…

  4. ok facciamo un po’ il bastian contrario … qualche dollaro probabilmente lo portano, e non mi pare che siamo in condizioni di deridere investimenti stranieri

    che poi il fast food (o il simil-pollo kfc) non piaccia va bene, neanche a me per la cronaca, ma anche mcd quando arrivo’ non ci mise molto a capire che doveva darsi una dimensione “italiana” anche nel gusto

    stiamo a vedere

  5. Quanto rompete…..quel pollo é fantastico, qui tutti a fare i salutisti poi nella vita privata super alcolici e sigarette a go go e pesate 120kg, non dico che il cibo dei fast food é sano tutt’altro ma ogni tanto mangiare il junk food ci sta, certo senza abusarne…. Italia popolo di bigotti

    • La descrizione fatta forse si addice a te (ma non so), io di certo non fumo, non bevo superalcolici e peso circa la metà di quanto riporti.
      E nei fast food non ci metto piede dai tempi delle scuole superiori (dove già allora lo feci di rado).
      E, personalmente, me ne guardo bene dall’usare l’aggettivo “fantastico” per quel pollo, che malauguratamente ho avuto occasione di provare una volta.
      Poi, nessuno ti vieta di mangiare quello che ti pare.
      Ma per favore, non inserirmi nella tua descrizione 😉
      Grazie

      • Il mio discorso era generale, chi ti conosce, se tu non bevi non fumi e mangi sano buon per te, viene da se che non sei compreso nella descrizione. Io oltre a mangiare cibo raffinato e sano ogni tanto mangio ”junk food” e se quel pollo lo trovo ”fantastico” (di gusto intendo, la qualità certamente non la cerco qui) é un mio gusto personale e visto che ”de gustibus non disputandum est”posso dire la mia oppure entrate in crisi se qualcuno ha un’opinione diversa dalla vostra? Viva la democrazia

        • Assolutamente.
          La mia risposta era riferita al tuo messaggio che iniziava con “Quanto rompete”, quindi era riferito a Voi, ovvero chi aveva commentato prima, tra i quali pure io.
          Tutto qui.

  6. Il gusto di quel pollo lo conosco da trent’anni.Spezie per condizionare il gusto,specie dei bambini, e frittura ad altissima temperatura.Della carne non so.

  7. Io quando vado all’ estero un giro al piu’ vicino KFC non me lo faccio mai mancare. Adesso anche quando andro’ a Roma. 🙂
    Il pollo e’ ottimo , alette , cosce e pop corn . Sui panini non mi esprimo perche’ appunto preferisco i pezzi di pollo. Il tutto accompagnato da potato and gravy.
    Non e’ che apre anche a Milano ?

  8. Questi signori aprono dove già c’era un ristorante a roma est (uno dei sette chiusi dalla cibis gruppo Pam)e nonostante fosse più che doveroso (ci sono anche delle leggi a riguardo…) cercare di riassorbire qualcuno dei vecchi dipendenti licenziati in tronco( 65 !!!), si sono rifiutati a priori di avere qualunque tipo di contatto con queste persone,a differenza di altre aziende che invece si sono dimostrate disponibili… parliamo di questoanche, non solo di quanto fa schifo sta roba. Infami sfruttatori come Mac e lo dico per esperienza

  9. Raga lasciate perde kfc e cercate una bella ricetta di pollo fritto stile colli euganei.
    Da fare a casa è una vera cavolata…..e dopo averla provata ne riparliamo.
    Bye bye

  10. mah è pieno di junk food e fast food in giro, non vedo di cosa indignarsi…io per curiosità lo assaggerò almeno una volta, come faccio con tutto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui