chiacchiere di carnevale

È Carnevale. Almeno in cucina dove già si perfezionano le ricette per sfornare le migliori chiacchiere (o frappe, nastri, galani, bugie, cenci o come le chiamate alle vostre latitudini).

Ho deciso di partecipare subito allo scambio di informazioni e consigli dopo aver appreso che la parola/ricetta più ricercata su Google è stata proprio chiacchiere. E dopo aver visto il post dedicato alla ricetta di Sal De Riso. Spettacolare.

E così domenica scorsa ho pubblicato il primo risultato delle mie fatiche. E ne sono orgogliosa.

Chiacchiere

Anche perché ho avuto come insegnante di chiacchierologia applicata Cristina Bowerman, chef stella Michelin del Glass Hostaria, che ci guida in quella che potrebbe diventare la ricetta dell’anno 2015.

impasto chiacchiere

Può cambiare l’impasto, che può variare a seconda degli ingredienti e aromi (scorzetta di limone, vaniglia, cacao, marsala), la forma e il nome, ma dal tuffo nell’olio bollente nascono sempre ghiottonerie dorate.

A differenza delle mie, quelle di Cristina Bowerman sono preparate con l’olio extravergine di oliva al posto del burro. Non so se vi sembreranno più dietetiche, ma io posso assicurarvi che sono buonissime. Provatele a casa e fatemi sapere.

La ricetta delle chiacchiere con olio extra vergine di oliva

ingredienti chiacchiere

Ingredienti

400 g di farina
70 ml di vino bianco
30 ml di olio extravergine di oliva
2 uova
12 g di zucchero
1 pizzico di sale
scorzetta di limone

Per completare

Zucchero a velo

stesura impasto chiacchiere

Procedimento

Lavorare tutti gli ingredienti fino a ottenere un impasto liscio e omogeneo.
Lasciare riposare l’impasto in frigorifero per almeno 1 ora.

taglio striscioline chiacchiere striscioline chiacchiere

Stendere l’impasto e ricavare delle striscioline.
Scaldare a fuoco medio una padella antiaderente.
Aggiungere abbondante olio extravergine di oliva e portare a 170°.

olio per chiacchiere frittura chiacchiere

Adagiare le frappe e cuocerle per qualche minuto, capovolgere e cuocerle ancora per qualche minuto o sino a quando saranno leggermente dorate.

chiacchiere preparazione

Lasciarle raffreddare e spolverizzarle di zucchero a velo.

14 Commenti

  1. Opinione personale: sono _troppo_ colorate. Era necessario tirarle fuori qualche secondo prima.
    Il fatto è che sono così sottili, che la frittura continua un poco anche quando le estrai e le sgoccioli: quel poco è sufficiente a fare scurire il colore oltre il necessario.
    Provare per credere: estratte che “sembrano” troppo palliducce, il tmepo di asciugarle e prendere lo zucchero a velo… et voilà, il colore è quello giusto, la croccantezza ne guadagna, perché non è virata din “secchezza” del prodotto.

    • GIALLO ZAFFERANO….HAAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
      MA SIAMO SU SCATTI DI GUSTO…QUINDI IL LIVELLO E’ PERFETTAMENTE IN LINEA A QUELLO DI GIALLO ZAFFERANO…SORRY…

  2. Cristina Bowermann mi fa morire… Laureata sia in Italia che negli USA, unica donna che abbia ricevuto una stella Michelin nel 2010.
    Ero da Romeo, quando è uscita dalla cucina, mi ha visto, mi ha puntato il dito e mi ha detto: “Io ti conosco, noi ci siamo già visti”. Sono rimasto perplesso e spaesato: confesso di non avere buona memoria, ma cavolo, una chef stellata Michelin con i capelli in Technicolor non l’avrei dimenticata… Vistomi titubante, ha voluto sapere come mi chiamassi, perchè – mi ha spiegato – aveva la capacità (per me invidiabile) di ricordarsi il cognome di chiunque avesse conosciuto.
    Beh, il mio cognome non era nel suo elenco mnemonico, tuttavia abbiamo scambiato quattro chiacchiere, ed è stato molto piacevole!
    Della serie: essere qualcuno e non atteggiarsi come fanno tanti altri…

  3. Bello cucinare con l’anello al dito; al pollice poi….mah…”chef” stellati…

    Inoltre, come si fa a dire “dietetico” in una ricetta che prevede olio (100% grasso) rispetto al burro (82% grasso) ? Boh.

  4. Però la si fa semplice scrivendo farina,che farina? Io ho notato che le chiacchiere migliori escono con una farina medio forte.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui