Roma. Finger, accontentarsi di un “mozzico” a 2,50 €

Ristoranti

finger-food-cena-qualità-abruzzo-a-Roma

Mangiare lo street food con le mani mi dà soddisfazione. Mi sembra di “sentire” quello che mangio ancora prima di assaggiare il boccone.

Non potevo resistere alla tentazione di andare da Finger, il primo ristorante di Roma che basa la sua proposta solo sul finger food. Ecco, ho già messo due volte il cibo in salsa estera quando alla voce finger io penso al panino.

Che non manca da Finger.

Il menu cambia ogni giorno, anzi, ogni sera, perché qui la mattina si mangia cibo con porzioni normali da portare via in confezioni biodegradabili, mentre dalle 18 in poi parte la sfilata del finger food, rigorosamente senza ordinazioni. Le materie prime sono per lo più a chilometro zero, con eccellenze di altre regioni (come il cioccolato direttamente da Modica).

Prezzi contenuti.  Si parte da 1,50 €, mentre il mini cartoccio di fritti – gamberoni, carciofi o cruditè di verdure in pastella di zafferano – costa 2,50 €. A 3 € c’è l’hamburger di chianina, “che all’interno deve essere al sangue”. Il tutto servito, ovviamente, in piatti mignon molto simili a quelli di una casa delle bambole.

zuppa di fagioli lasagnetta finger

Come quello della zuppa di fagioli al profumo di mare.

Per chi ha voglia di forchetta e cucchiaio ci sono i primi piatti che sono quelli della tradizione romana leggermente rivisitati.

I tonnarelli cacio e pepe (50 grammi è la quantità di un piatto “finger”) con puntarelle.

bombolino

Non mancano i dolci. Va fortissimo il “bombolino” alla crema, da mangiare in un sol boccone, che non sarà la Bomba Reale ma saprà accontentarvi.

Il piccolo locale di Monteverde, in una stradina dietro ai Colli Portuensi, ha stuzzicato molti clienti che stanno assicurando successo a Finger. Tanto che è in animo di aprire a Prati subito dopo l’estate.

Ora potreste andare ad assaggiare e dirci se è tanto buono da meritare addirittura la (mia) replica.

Finger. Piazza Pietro Merolli 53. Roma. Tel. +39 06 83796538