Ricetta: bignè fritti vs zeppole a San Giuseppe

Bignè fritti che passione. La festa che li consacra, lo sappiamo, è San Giuseppe. Bignè di scuola romana o zeppole di San Giuseppe di passaporto napoletano, nelle varianti fritte o al forno, ci avvolgono di crema ben prima del 19 marzo.

La ricetta romana l’abbiamo chiesta a Marco Davi, chef del ristorante Perbacco (qui alle prese con il tartufo) che ha anche un bar poco distante. Da lui le trovate calde la domenica mattina o le ordinate fresche negli altri giorni della settimana.

Fresche e profumate come devono essere e come le farete anche voi a casa seguendo questa semplice ricetta.

La ricetta dei bignè fritti

bignè fritti

Ingredienti

245 g di acqua
220 g di burro
235 g di farina
35 g di latte
360 g di uova intere
3 l di olio di arachide per friggere

Procedimento

bignè fritti formaturabignè frittura

Tagliere a pezzetti piccoli il burro e metterlo in un pentolino con l’acqua.

Una volta sciolto completamente il burro, aggiungere la farina e miscelarla per bene per non creare grumi.

Cuocere a fuoco bassissimo per un paio di minuti.

Trasferire il composto in planetaria, mettere la frusta a foglia e inserire il latte.

Dopo questa operazione incorporare uno alla volta le uova intere fino ad ottenere una pasta liscia ed elastica.

Mettere l’impasto in un sac à poche.

In una pentola capiente versare l’olio di arachide e raggiungere una temperatura di 170°.

Con la carta da forno formare piccoli quadrati dove poggiare l’impasto cui dare una forma a cappello.

Friggere bignè che saranno pronti appena gonfi e dorati.

Riempire con una buona crema pasticciera e spolverizzare con zucchero a velo.

Bar Davi. Piazza Roma 19. 04011 Aprilia (Latina). Tel. +39 069275105

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui