coratella

Vi abbiamo detto della manifestazione promossa dal consorzio di tutela dell’Abbacchio Igp che coinvolgerà 12 ristoranti a Roma (ma anche in provincia e c’è La Trota di Rivodruti).

Avete una settimana per fare la conoscenza con l’abbacchio nella sua forma migliore grazie a piatti e a menu studiati per l’occasione.

Se andrete ad assaggiare uno dei piatti proposti riceverete un ricettario per preparare l’abbacchio a casa. Come questa che vi anticipiamo.

Coratella d’abbacchio in umido

coratella di abbacchio

Ingredienti

1 kg di coratella d’Abbacchio Romano IGP
3 cipolle
1 bicchiere di vino bianco
4 cucchiai di olio extravergine d’oliva Sabina DOP
sale

Procedimento

Lavare, asciugare e tagliare a pezzetti la coratella.

Tritare finemente la cipolla e lasciarla appassire a fuoco basso in un tegame con l’olio; unirvi la coratella e far stufare per 10 minuti, quindi alzare la fiamma, bagnare col vino e far evaporare.

Aggiustare di sale, riportare a fiamma moderata completare la cottura per altri 3o minuti, mescolando di tanto in tanto e, se necessario, bagnare con qualche cucchiaio di acqua calda.

Servire su crostoni di pane abbrustolito.

Completare con il pepe nero macinato fresco e una fogliolina di maggiorana.

Non vi ha convinto questa ricetta? Avete sempre quella con i carciofi dello chef stella Michelin Lele Usai.

O metterla nel panino come fa Claudio Gargioli.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui