Scontrini e TripAdvisor. Lo strano caso del Riviera, costosissimo ristorante di pesce a 210 € a Soverato

Notizie

pesce ristorante Riviera Soverato

Mi sta contagiando la mania degli scontrini dei ristoranti e delle pizzerie che spuntano come funghi sul web. E dilagano come la peggiore epidemia che mente umana possa immaginare in un disaster film.

Oggi mi segnalano questo conto pagato da 3 persone nel ristorante Riviera di Soverato. Tre ragazze che hanno mangiato pesce e hanno pagato 210 €, cioè 70 € a persona.

Troppo, giusto, poco?

ricevuta scontrino 210 € riviera soverato

Sembra che sia nato un putiferio dalla ricevuta che vedete in foto. Una lunga intervista di Soverato Web e a Notia al titolare e chef Paolo Vetrano (Teso come una corda ad arco, fisico compatto, occhio mobilissimo e vivo, lingua veloce come il suo pensiero, animo irrequieto, in tensione costante nel suo lavoro, amalgama requisiti importanti: passione e fantasia, tradizione e innovazione, si legge nella presentazione del sito) prova a chiarire cosa sia successo.

E perché il ristorante Riviera sia finito nell’occhio del ciclone del web-scontrino per questa ricevuta di 210 € che lo ha tramortito mediaticamente.

È un disastro: facevamo una media di 50, 60 coperti ogni sera. Ora ne facciamo 5 o 6. È un danno incalcolabile. È agosto, quello che dovrebbe essere il nostro periodo migliore, e non incassiamo neanche 300€ al giorno”.

Un ristorante messo KO da una ricevuta che sembra abbia avuto un effetto domino.

ristorante Soverato Riviera

Su TripAdvisor, alle normali foto del locale e dei piatti, i visitatori hanno iniziato a sostituire da maggio le foto degli scontrini (ma non va meglio altrove).

“Da evitare, ladri, ladri, ladri”, “Location non adeguata perché non vicino al mare”, “Una rapina”, “Una truffa”.

E poi, “Assurdo”. Mi colpisce la recensione del 18 agosto 2015.

3 persone, 3 antipasti, 1 bottiglia di vino, 3 secondi € 210. Piatti buoni ma non eccelsi, niente di che per i miei gusti. Location non adeguata al prezzo, nel senso che il prezzo poteva essere giustificato se il ristorante fosse stato situato sul mare. Consiglio assolutamente non andate.

Prezzo e descrizione uguale a quella del famoso pranzo. Manca solo la bottiglia d’acqua.

Che però era stato consumato da tre ragazze (il 18 agosto, invece, è un visitatore) come ricorda il patron del ristorante.

Mancano anche un antipasto (fichi, mozzarella di bufala, salmone scozzese), tre pezzi di torta e tre amari che sarebbero stati offerti alle ragazze e che il ristoratore non ha inserito nella ricevuta.

pesce san pietro

Sembra quasi che il visitatore abbia voluto verificare quanto si spendesse chiedendo le stesse cose.

Siamo all’emulazione?

Mi passano quasi in secondo piano le argomentazioni del ristoratore a difesa della sua tavola.

Compra pesce freschissimo girando mezza Calabria e deve fare i conto con la stagione: A Ferragosto ho pagato 80 € per un chilo di scampi. Un’aragosta mi costa circa 100 €.”

E ci sono i 1.600 € di affitto al mese.

Frittura di pesce

E la domanda di come sia possibile dare un antipasto con 8 portate di pesce freschissimo a meno di 30 € e che comprendevano gamberoni, gamberetti, calamari gratinati, involtini di spigola con mozzarella di bufala, fichi, salmone.

3 fritture di pesce, abbondanti, composte da  scampi, calamari, gamberoni, filetto di triglia e crostacei sempre a 30 € cadauna.

prezzi menu Riviera Soverato

A noi non resta che guardare il menu pubblicato dal ristorante e cercare di capire perché, come dice Paolo Vetrano, “se in un ristorante sul Lago di Como spendi 100 € senza battere ciglio, in un ristorante di pari livello in Calabria 70 € sono una vergogna”.

O invocare l’intervento di Criminal Minds per verificare se queste recensioni negative con tanto di scontrino fotografato sono state indotte da un killer seriale di ristoranti con tanto di emulatori.

O ipotizzare che il ristorante è fuori mercato rispetto a quello che viene offerto a Soverato e dintorni.

calamari

Perché noi, da lontano, diamo per buono che i calamari siano comprati freschissimi a Briatico: che per chi non lo sapesse è dall’altra parte della Calabria, sul Tirreno, vicino a Pizzo e ai suoi meravigliosi tartufi. Mentre Soverato è sullo Ionio e fanno 1 ora e 20 minuti di strada ad andare e altrettanto a tornare, ci dice Google Maps.

E crediamo soprattutto alla bibbia Rossa, la guida Michelin che assicura sulla grande qualità delle materie prime utilizzate.

Oltre, ovviamente, a sperare in un lettore che ci racconti com’è il ristorante Riviera di Soverato.

[Immagini: TripAdvisor, Facebook, Scatti di Gusto]