Sodo o strapazzato? 18 cose da fare con un uovo

uova

Sono spesso sottovalutate, ma basta che siano fresche e con le uova si possono creare innumerevoli ricette. Non ve ne vengono in mente più di un paio?

Per fortuna al film-maker tedesco Rush Meyer sì. E l’ha voluto condividere con tutti con il video 12 Thing you can do with an egg (in italiano: 12 cose che puoi fare con un uovo).

12 Things you can do with an Egg from RUSCH MEYER on Vimeo.

#1. Uovo sodo

uovo sodo coque

Il film-maker lo definisce “sodo”, però è evidente che sia alla coque.

uovo tempi cottura

Chiariamo quindi, una volta per tutte, quali sono i tempi di cottura delle uova.

#2. Uovo al tegamino

uovo al tegamino

In questo caso con l’aggiunta di tartufo sopra. Ma se ben fatto è buono anche con sale, pepe e basta. La scarpetta? È d’obbligo.

#3. Uova strapazzate

uova strapazzate

Ne esistono ennemila varianti: col prezzemolo, con prosciutto e formaggio, col salmone, al pomodoro. Ma state attenti a “strapazzarle” bene: il rischio frittata/omlette è dietro l’angolo.

#4. Graved eggs

graved eggsgraved egg

Si tratta di uova marinate in sale e zucchero. Belle, vero? (Sono anche buone)

#5. Pancakes

pancakes

Tipici della colazione anglo-americana. Impossibile resistergli, anche nella loro versione salata.

#6. Uovo alla scozzese

uovo alla scozzese

Un tipico snack da pub anglosassone, nonché piatto storico: la prima “scotch egg” venne realizzata nei primi anni del ‘700, quando Fortun&Manson a Londra lo cucinò su richiesta di un ricco viaggiatore, che aveva tratto ispirazione da un piatto indiano composto proprio da carne e uova sode. L’uovo viene cotto, avvolto nel macinato o nella salsiccia, impanato e poi fritto. Per accompagnare, salsa Worcester. Qui in Italia funzionerebbe bene come aperitivo?

#7. Spaghetti alla carbonara

spaghetti alla carbonara

Sì, senza ombra di dubbio le uova sono uno degli ingredienti principali della carbonara. Ma non mi esprimo sull’uso del prezzemolo nella foto qui sopra (sì, proprio io che la cucino con la ricetta di Alba Esteve Ruiz e uso il Tavernello).

#8. Tortilla spagnola (e frittata)

tortilla spagna

Dall’Italia alla Spagna, con uno dei piatti più consumati quotidianamente. A differenza della classica frittata, nella tortilla viene aggiunta della cipolla.

#9. Pavlova

pavlova

Eccoci in Australia, con uno dei dolci più famosi del mondo realizzato per la prima volta nella prima metà del ‘900 in dedica alla ballerina Anna Pavlova. Se non avete mai visto questa torta e vi state chiedendo dove sia l’uovo, eccovi accontentati: mentre la parte superiore e interna è panna decorata a proprio piacimento con frutta di stagione, la base è di meringa (qui vi spieghiamo come si fa).

#10. Crème brûlée

creme brulée

Eccoci in Francia (ma ancora oggi gli inglesi ne rivendicano la paternità), con la “crema bruciata”: una base di crema inglese con sopra una sfoglia croccante di zucchero caramellato.

#11. Marshmallows

marshmallows

Non ditemi che non sapevate che i marshmallow si facessero con gli albumi? Però sono certa che li avrete provati anche voi cotti tra i boschi sul fornello da campeggio, semisciolti e con tanta Nutella.

#12. Whiskey sour

whiskey sour

Il cocktail ufficiale dell’International Bartender Association è realizzato con bourboun whiskey, succo di limone, zucchero e albume d’uovo.

Il video è finito, ma a me vengono in mente almeno altre sei ricette da fare con le uova. Eccole:

#13. Zabaione

Zabaione

Lo troviamo nel gelato, con l’omonimo gusto; nel Bombardino, tipica bevanda calda con panna, brandy, caffè (e ovviamente zabaione) nata a Livigno, che si consuma in alta quota; nel tiramisù. Ma ai veri intenditori piace anche così: semplice.

#14. Omelette

omelette

Una “piadina d’uovo” da riempire a proprio piacimento. L’abbiamo mangiata tutti almeno una volta.

#15. Uova di neve

uova di neve con salsa di albicocche

Forse ne avrete sentito parlare poco. Ma io, che ho provato a farle, assicuro che sono semplici da realizzare e delicate al palato: si montano per bene gli albumi a neve, poi si unisce dello zucchero a velo. Si fa scivolare un cucchiaio di composto nel latte bollente (ancora su fornello) precedentemente insaporito con la vaniglia. E il gioco è fatto. Qui vi viene presentato su una composta d’albicocche.

#16. Uova alla Fiorentina

uova alla fiorentina

Cioè in cocotte e su un letto di spinaci e burro (che è stato appena riabilitato da una ricerca).

#17. Uova alla Benedict

uova alla benedict

Non possono mancare nei brunch statunitensi, anche se la salsa è quella olandese (e anche lei contiene uovo).

#18. Uovo in camicia

asparagi-uovo-in-camicia-03

Ultimo, ma non ultimo, l’uovo in camicia. Che sembra facile, ma non lo è.

La mia mente ha esaurito le sue risorse. Mi aiutate a completare la lista delle ricette da fare con le uova e dove le uova sono tra gli ingredienti principali del piatto?

[Video e immagini: Vimeo-Rush MeyerGialloZafferano, SapereFood, GialloZafferano, DonnaModerna, FucsiaMerlot, Foodie-ah]




- mercoledì, 30 settembre 2015 | ore 13:32

6 commenti su “Sodo o strapazzato? 18 cose da fare con un uovo

  1. “Sono spesso sottovalutate…”
    E’ verissimo.
    Pensate che non era raro sentire questa frase quando qualcuno degli amici o dei familiari convolava a nozze, parlando della sposa: “Non sa fare neanche due uova fritte”.
    Poi, invitati ad una cena dopo qualche mese:”E’ brava a cucinare”” “Beato lui, mia moglie odia i fornelli”.
    .
    Ma le uova sono sottovalutate, secondo me, anche dal punto di vista NUTRIZIONALE, avendo anch’esse subito una delle demonizzazioni più grandi degli ultimi anni, insieme al burro ad esempio.
    Per cui, lo sapete, ne viene raccomandato un uso limitato.
    Occupandomi di cibo negli ultimi anni(è diventata una vera passione-ossessione) mi sono trovato spesso in blog come My-personaltrainer, Albanesi, Cibo360 ecc…
    Ebbene questo articolo di My-personaltrainer “Uova, quante ne mangi al giorno? ha cambiato i miei consumi( non arrivando a quelli del link ma sono aumentate le uova mangiate a settimana 3/4).
    http://www.mypersonaltrainer.it/Blog/Alimentazione/Uova_Quante_Ne_Mangi_Al_Giorno–id119.html
    .
    Attenzione!
    L’articolista ha scritto quasi una decina di post dedicati alle uova che trovate nel blog: in cui vengono ampiamente trattati i pro ed i contro delle uova e quando evitarle.
    Ma, se non vi sono particolari patologie, se ne possono mangiare di più, lui dice.
    Né voglio persuadere altri a fare come lui:
    ho semplicemente voluto farvi conoscere un punto di vista diverso di un blog che considero serio.
    Spero di essere stato chiaro.
    .
    Quindi, W le UOVA.
    E proverò alcune di queste ricette che non conoscevo e sono invitanti.
    .
    Cara Valentina Lupia, anche quando polemizzo nei tuoi post, sappi che non sto polemizzando con te.
    Sono chiari i miei bersagli preferiti e SdG è solo uno splendido blog che mi permette di esprimermi.
    Finché lo vorrà.
    Con simpatia
    🙂

    • Pienamente d’accordo, ciclicamente vengon fuori alimenti da demonizzare o supercibi da incensare…questo per i polli che prendono tutto per scontato senza neanche fare una ricerca critica.
      Di uova ne mangio tranquillamente una al giorno, dipende tutto dall’alimentazione complessiva non dal singolo alimento o dal singolo pasto.
      Quella sul colesterolo e’ ormai una bufalona che e’ stata evidenziata, purtroppo pero’ nella coscienza collettiva l’uovo e’ ormai diventato simbolo di colesterolo ed e’ una credenza difficile da sradicare nella persona comune.
      Il prossimo alimento che credo sara’ rivalutato presto e’ il burro vista la campagna contro l’olio di palma, mentre attenzione al latte vaccino come prossimo possibile bersaglio anche se credo ci siano troppi interessi in ballo per farne un vero e proprio bersaglio di stampa.

  2. Crema del legionario (ricetta dell’antica Roma da cui ha avuto origine, con vari passaggi intermedi, la creme caramel):
    Preparate la crema d’uovo come per la creme caramel, ma senza vaniglia (e caramello), cuocendola in stampi monodose non molto alti alti.
    Una volta pronta lasciatela negli stampini e copritela con un velo di miele e un poco di pepe macinato al momento (sì, pepe).
    Il contrasto tra i tre elementi la rende deliziosa.
    Fate una prova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This blog is kept spam free by WP-SpamFree.