Lo chef lascia il ristorante e va a scuola: nasce una nuova tendenza?

Tempo di lettura: 1 minuto

tortello alla carbonara

Il tortello alla carbonara e anche il Carbonara Burger sono due tra i piatti più conosciuti di Fabio Pecelli, chef che in 4 anni ha portato il Pastificio San Lorenzo nell’agenda degli appassionati di cibo della Capitale ora alle prese con la classifica dei migliori Cento ristoranti e trattorie in uscita domani.

Pecelli lascia il ristorante (questa sera il suo ultimo servizio) e approda ai fornelli di Coquis, l’ateneo romano che insegna a diventare chef professionisti.

Al Pastificio le redini della cucina saranno affidate al secondo Stefano Patelli e la squadra non cambia (Eugenio Santangelo, Luca Cianti, Antonio Cosmai, Andrea Barbusca). Anzi, dal 19 ottobre il Pastificio aprirà anche a pranzo con una formula brunch con la stessa filosofia: territorio e buona qualità low cost con un prezzo base di 12 € a persona.

Pecelli Troiani

Pecelli sarà insegnante a tempo pieno perché già teneva corsi in questa scuola diretta da Angelo Troiani del Convivio Troiani e di Acquolina Hostaria.

“Roma mi sembra congelata dal punto di vista di nuove aperture veramente gourmet e quindi ho deciso di far parte di una grande squadra con Fabrizio Leggero”, spiega lo chef.

Scelta poco usuale o motivazione che lascia intendere un quadro poco dinamico in una città che conta da qui a dicembre un buon numero di inaugurazioni?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui