la Bottega dei Portici Bologna

Cos’è lo street food, il cibo di strada? Un nostro lettore ha avuto da ridire sulla presenza di alcune postazioni alla manifestazione della Garbatella a Roma. Che c’entrano, ha chiesto, La Gatta Mangiona, Romeo e Bonci?

Chissà cosa commenterebbe se qualcuno gli dicesse che i tortellini sono street food.

Sverrebbe probabilmente. Come è accaduto a me. E non perché c’è da discutere sulla natura di street food del tortellino che per molti sono ascrivibili al genere “comfort food della domenica”.

Sono svenuto per la bontà di questi tortellini tipici bolognesi preparati da uno chef campano che ha una stella Michelin.

Forse avete indovinato, è Agostino Iacobucci che dirige la cucina dei Portici a Bologna.

Siamo sotto i portici nel Parco del Pincio dove c’è il palazzo che ospita l’Hotel I Portici, il ristorante e questo piccolo locale che è spazio dedicato allo shopping del tortellino diretto da Riccardo Bacchi.

preparazione tortelloni

La Bottega dei Portici invita gli avventori con la pasta fresca che viene lavorata dalle sfogline e trasformata in tortellini bolognesi. Da portare a casa o da consumare sul posto casomai passeggiando.

confezioni take away tortellini

Il trucco è semplice. La forma diventa funzione e un semplice “barattolo” di materiale riciclabile in stile Starbucks crea un bento felsineo.

confezione take away bottega porticidispositivo ordine

Eccolo pronto per essere portato in giro o per arrivare al tavolo in modalità self service. L’aggeggio suona e avverte quando è il turno di ritirare il “piatto” ordinato (in realtà si mangia sempre nel barattolo).

tortellini tortellini olio parmigiano

I tortellini di carne sono caramelle golose ammantate di olio e parmigiano. Li vedete in una porzione ridotta, divisa a metà con i commensali per una verticale improvvisata.

tortelloni tortellone

E che esplode nei tortelloni di ricotta avvolti nel burro e profumati di salvia. La tradizione entra in un packaging differente, ma egualmente pratico.

E non c’è timore nemmeno a ordinare i tortellini in brodo.

Il food design è – anche – questo: rendere facile la vita a tavola quando la tavola non c’è.

tagliatelle ragù tagliatelle al ragù

Ritorniamo alla forma del parallelepipedo per le buonissime tagliatelle al ragù. Le gustiamo continuando a innaffiarle con il Nero di Lambrusco disponibile anche in formato piccolo (9 €).

tortelloni pronti da cuocere

Si mangia, quindi, al caldo dei funghi sotto i portici dove sono sistemati dei tavolini o nella sala interna contigua al laboratorio e allo shop.

E si entra per acquistare la pasta da cuocere a casa: tortellini (35 € al kg), tortelloni (22 € al kg), tagliatelle (17 € al kg).

chef tortellinipranzo

Cosa dovete sapere di più? Che la cucina in cui trovate Elia Frascella è aperta dalle 11 alle 19 e i circa 100 grammi della porzione costano 7 €.

Riuscite a suggerire uno street food più buono dei tortellini da passeggio qui a Bologna?

La Bottega dei Portici. Via Indipendenza, 69. Bologna. Tel. +39 051 4218522

[Immagini: Vincenzo Pagano, iPhone Vincenzo Pagano]

3 Commenti

  1. “Cos’è lo street food, il cibo di strada?”(Domanda iniziale del post)
    .
    Se si comprano in una rosticceria (o gastronomia) delle porzioni di lasagna o di parmigiana o di tortellini(simili a quelli del post) in vaschette di alluminio e si consumano sul posto, velocemente, in piedi: questo è street food?
    O se si consumano sul muretto di un lungomare lì vicino, in piedi e velocemente (e poi si smaltiscono nei contenitori della differenziata della zona) è street food?
    Insomma, tutti i piatti possono diventare street food?
    Purché mangiati in piedi e velocemente per strada?
    E’ la modalità di consumo che definisce se un cibo è street food?
    Ad esempio, un panzerotto mangiato a casa seduti ad un tavolo è ancora street food?(come quando mangiato in piedi velocemente nel locale o per strada)
    .
    E ancora: il cibo di strada deve essere economico nel prezzo?
    Staremmo ore per metterci d’accordo sul concetto di economico.
    Ma almeno chiariamo un punto:
    un cibo di strada , consumato velocemente ed in piedi per strada può essere anche costoso? E continuare ad essere un cibo di strada?
    Il prezzo è una caratteristica importante del concetto di street food?
    .
    Questi 2 aspetti sono i più importanti, secondo me, da valutare nel definire il concetto di cibo di strada.
    Ma ve ne sono altri: il posto dove si svolge lo street food, i mezzi e gli strumenti per farlo, chi svolge l’attività , se deve esserci una tradizione, ecc…
    .

    Tu chiedi all’inizio dell’articolo:”Cos’è lo street food, il cibo di strada?”
    .
    Ti rispondo: non ho trovato ancora nel web una risposta che mi soddisfi.
    Personalmente, non ho ancora definito in modo nitido il concetto di street food ed oscillo tra due concezioni(o 3): una in un senso più stretto ed una in un senso più largo di cibo di strada.
    Solo quando avrò fatto chiarezza saprò rispondere se uno stellato fa dello street food ed in questo caso specifico a Bologna.
    .
    Questo locale, comunque, contiene qualche novità interessante.
    Ne accenno due:
    1
    Sicuramente c’è rispetto della tradizione:
    lo stellato non si è lasciato prendere dalla furia creativa e non ha manipolato la ricetta tradizionale, come, generalmente, fa uno stellato: e non è cosa irrilevante.
    Il Buongustaio del 21 secolo, evoluto e raffinato dovrebbe capire quando uno stellato ha rispettato(veramente e non a chiacchiere) la tradizione da cui parte e quando, invece, la stravolge e la tradisce:
    siamo ancora lontani da questo grado di evoluzione anche perché la critica enogastronomica è molto conformista e poco indipendente e non aiuta i clienti-degustatori.Anzi crea conformismo e tende ad abbassare lo spirito critico individualistico dei consumatori, diventando, spesso, organo di propaganda.
    .
    2
    100 gr di tortellini a 7 euro: è un preazzo da street food?
    Gli altri prezzi non li ho capiti bene, ma mi sembra che si allontanino dal concetto di street food.
    Forse i 100 grammi a 7 euro potrebbero rientrare in uno street food.
    Se poi guardo il locale
    1 non come uno street food e 2 considero che ci si può sedere rilassarsi per un breve tempo,e 3 anche il posto
    penso che 7 euro, considerando la qualità, sia un ottimo prezzo.
    .
    …”Cos’è lo street food, il cibo di strada?”…

  2. Sugli ultimi punti, se serve, intervengo.
    tortellini cucinati-rponti-da-mangiare, il prezzo ci può stare: il prodotto in gastronomia quest’anno viaggia da 3,20 (scrausi) a 3,80 euro l’etto. Materia prima, appunto, non piatto pronto.
    Di fatto si tratta di una gastronomia bolognese, dove “in più” puoi acquistare e mangiare i piatti già pronti. Prezzi del prodotto in linea con le altre gastronomie di buon livello del centro città.
    Onestamente la classificazione street-food, laqualunque, stellato, non mi prende moltissimo. E’ una formula che allarga, per il negozio, la fascia, la clientela, e quindi il fatturato.
    La posizione (è accanto alla grande piazza del mercato cittadino del venerdì/sabato, a due passi dalla Stzione ferroviaria) è molto intelligente. I prodotti, mi dicono, sono validi, e acquistati per il pasto domestico, come nelle altre gastronomie. Alla prima occasione mi riprometto di testare personalmente 🙂

  3. Hai fatto benissimo ad integrare ed hai soddisfatto una mia curiosità che avevo in mente di approfondire(quanto costano i tortellini nelle gastronomie ecc… bolognesi)
    Ieri, mentre preparavo il commento, ho, per caso, scoperto Il Tortellino , che produce pasta fresca ed, oltre alla consegna a domicilio, ha un’ape che si sposta in Bologna per fare street food.Ebbene la porzione di tortellini è a 8 euro,ma da mangiare in piedi e senza tavoli: non c’era scritto di quanti grammi.
    Ma devo essere sincero: l’informazione sul Tortellino l’ho trovata, per caso, su un articolo del blog di Chiara Maci, che saluto 🙂
    .
    Paolo, mi piace scrivere e scrivo.Ma, tu lo sai, mi piaccino moltissimo i DIBATTITI con più voci diverse, che si confrontano.
    Purtroppo i blog ed i forum non hanno più quella vivacità di qualche anno fa.
    Dicono, gli esperti, che sia per Facebook e compagnia bella.
    Peccato.
    .
    Ciao

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui