[related_posts]Ristorante Il Cecchini

Il Cecchini di Pasiano di Pordenone, uno degli otto ristoranti stellati del Friuli Venezia Giulia, chiude il 31 ottobre per poi riaprire a metà novembre con un nuovo nome e un nuovo format.

A parte il nome, questa storia sembra ricordare quella di Rene Redzepi.

Marco Carraro Il Cecchini ristorante

“La prima volta della Stella Michelin – spiega Marco Carraro, chef del ristorante – avevo 35 anni, tra i più giovani cuochi stellati in Friuli Venezia Giulia. È stato il raggiungimento di un sogno, un traguardo fondamentale nel mio percorso di chef, che mi ha dato moltissimo in termini professionali e umani, spingendomi a innovare continuamente e a sperimentare i concetti più avanzati dell’alta cucina. Ma ogni stagione ha i suoi frutti e questa è una nuova stagione per me“.

Ristorante il cecchini 3Ristorante il cecchini 2  Ristorante il Cecchini 4

Per ora lo chef si sbilancia poco, quando gli chiedo cosa diventerà l’attuale Il Cecchini. Però lo convinco a dirmi almeno cosa non sarà. “Non sarà più un ristorante focalizzato sul pesce, anche se qualche occasionale proposta di pesce sarà prevista secondo la stagionalità, non ci saranno più format ristorativi differenziati come ristorante, bistrot, privé Dom Perignon, ma un unico grande locale per rendere l’atmosfera ancora più viva e dinamica. Non si connoterà più con l’etichetta di ristorante per una élite ma, pur offrendo un alto valore di qualità, offrirà una ristorazione con un range di prezzo più democratico“. E qui, mentre lo chef parla, non può che ricordarmi la filosofia del Cannavacciuolo Café e Bistrot che ha aperto a Novara.

Ristorante Il Cecchini Ristorante Il Cecchini

E continua: “Il servizio al cliente non seguirà più i riturali tipici, a tratti un po’ troppo formali e ormai demodé, della ristorazione stellata, ma sarà come sempre caratterizzato dalla disponibilità e dall’attenzione con un approccio più friendly per mettere l’ospite a suo agio. Non sarà più Il Cecchini ristorante”.

Marco Carrara

Allora: ambiente informale e cucina stagionale di alta qualità a prezzi accessibili. Cosa ne pensate?

E cosa penseranno i seguaci della Guida Michelin di questi giudizi (“rituali troppo formali e ormai demodé” che raccolgono inaspettati consensi come al Donatella che dice di aver rinunciato alla Stella Michelin?

Voi non la vorreste la stella Michelin?

Il Cecchini, via Sant’ Antonio, 9, Pasiano di Pordenone (PN), + 39 0434 610668

2 Commenti

  1. Giovanni Passerini chiuse Rino, un bistrot parigino di successo nel 2014.
    Ed ha aperto Céros sempre a Parigi, nel 2015.(I due articoli su gambero rosso)
    Non è una stella michelin, Passerini, ma è interessante la sua esperienza
    e ne parlo perché c’è un CAMBIO di ROTTA come quello del ristorante Il Cecchini.
    .
    Due chef molto bravi: due cambi di rotta nella vita professionale in due posti diversi e con storie diverse alle spalle.
    .
    Entrambi dicono cose interessanti che condivido.
    Passerini fa un discorso veramente innovativo, secondo me, da tanti punti di vista.Spero che sia capito dal pubblico parigino.E vi invito a leggerlo.
    .
    http://www.gamberorosso.it/component/k2/1021893-giovanni-passerini-dopo-rino-ecco-ceros-a-parigi

  2. Va detto, senza alcun intento critico, che è il mondo attorno al Cecchini ad essere cambiato… chi non conosce la zona, ai tempi feudo di mobilieri, di terzismo industriale, di arricchimenti veloci e facili, ancorché sudati e meritevoli, forse non potrebbe capire.
    Ritengo sia una azione intelligente motivata più da motivi di profittabilità, dovuti al cambio orientamento della clientela, che una scelta “filosofica”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui