La ricetta della mostarda di zucca dello chef Pietro Parisi

Tempo di lettura: 1 minuto

zucca

Zucca, zucca e ancora zucca. Ne faremo indigestione in questa due giorni ma soprattutto per via di travestimenti e scherzetti.

In dispensa, però, la zucca ci sta benissimo e può accompagnare tutto l’inverno. Come?

Con una mostarda che può arricchire i piatti di carne e i taglieri di formaggi.

Ecco come la prepara lo chef Pietro Parisi del ristorante Era Ora di Palma Campania e della salumeria Le cose buone di Nannina di San Gennaro Vesuviano e autore dei “boccaccielli“.

La ricetta della mostarda di zucca con agrumi e peperoncino

mostarda di zucca

Ingredienti

1 kg di zucca
200 g di zucchero
Sale q/b
5 peperoncini
Bucce di arancia
Bucce di limoni
50 g di amido

Procedimento

Tagliare a cubetti la zucca, metterla in un tegame sul fuoco e farla asciugare.

Mentre preparate la zucca, tagliate i peperoncini a rondelle e aggiungeteli alla zucca.

Sbucciate le arance e i limoni e tagliate le bucce a zeste piccole.

Unitele alla zucca e al peperoncino.

Dopo circa 25 minuti di cottura, aggiungete lo zucchero e l’amido ben sciolto in un po’ di acqua e un po’ di sale.

Lasciate cuocere per circa 20 minuti e comunque fino a quando vedrete che la zucca sarà bella asciutta e il composto unito.

Spegnete il fuoco e versate il composto nei barattoli precedentemente sterilizzati. Avvitate bene il coperchio.

In una pentola piena di acqua fate bollire i barattoli da 500 grammi per 45 minuti.

Al termine della bollitura, lasciate raffreddare i barattoli nell’acqua.

Conservate i barattoli in una dispensa e lontani da fonte di luce e calore.

[Immagine. Adversa]

3 Commenti

  1. Deve affettare tutto insieme alla zucca un taglio sottile in modo che anche la buccia impieghi minor tempo per cuocere quindi un 1kg di zucca e intesa completa di buccia .grazie

  2. @ Pietro
    Tra le migliaia di Blog di cucina mi colpì questo, per la sua FILOSOFIA.
    In cui si cerca di non SCARTARE troppo e di utilizzare quasi tutto.
    Sulla ZUCCA è interessante vedere come utilizza la BUCCIA in questa originale ricetta:
    Muffin alla buccia di zucca
    (dal Link)
    “Quando si prepara la zucca si tende ad utilizzare la polpa ma in realtà se ne può utilizzare il 100%.
    Oltre alla polpa della zucca si possono infatti mangiare anche:
    – Semi – spolverizzateli di sale e tostateli in forno per 30 minuti a 100°. Si sbucciano e si mangiano.
    – Filamenti interni – si stendono su uno strato di carta da forno, si condiscono con olio, sale e pepe e erbe aromatiche a piacere e si cuociono in forno a 100° per 1 ora. Si utilizzano come commestibile decorazione in piatti a base zucca. Ad esempio come cialda in un risotto di zucca o come decorazione su un filetto di seitan su crema di zucca.
    – Buccia – la buccia va cotta in pentola a pressione coperta di acqua per 20 minuti o per 40 in pentola tradizionale. Si scola e si può utilizzare in moltissime ricette.”
    (dal Link)
    https://cucinaeco.wordpress.com/2011/09/30/muffin-alla-buccia-di-zucca-in-diretta-su-rai-1-sabato-1-ottobre/
    .
    Nella MOSTARDA penso che vada tolta, la buccia.
    .
    @ Orval87
    Non essendo specificato si va ad occhio con le bucce 🙂
    Ma cosa significa ad occhio?
    Su un kg di ZUCCA sbucciata, quante bucce?
    Due pezzi penso che bastino.
    Ma, come ti dicevo, fatti guidare dall’istinto e puoi anche aumentare.
    Ma non aspettare che ti rispondano.
    .
    …Perché credono molto nelle nostre…abilità interpretative 🙂
    .
    Ma anche tu, rispondi qualche volta.
    .
    Saluti ad entrambi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui