Napoli. Le 5 migliori pizzerie secondo Daniel Young autore della guida mondiale alla pizza

Pizzerie

where-to-eat-pizza

Daniel Young è l’autore di Where to eat Pizza, l’atlante dedicato al mondo della pizza, dei pizzaioli e dei suoi appassionati che ha già fatto discutere molto.

[do action=”jq”/]

Il suo autore fa molta attenzione a restituire una fotografia quanto più obiettiva possibile in qualsiasi occasione e ne abbiamo avuto prova con le prime anticipazioni sul libro e sulla ricostruzione delle pizze con le polpette che mi ha ispirato il post relativo.

Ora il titolo che leggete non è la traduzione perfetta di quello del Financial Times cui Daniel Young ha affidato una sua piccola mappatura.

5 tra le migliori pizzeria a Napoli. Che per noi diventano le 5 migliori pizzerie di Napoli. Semplicemente perché se in una rosa delle migliori ne scegli 5, per quante ne possano essere quelle di partenza, queste sono le buonerrime, la crème de la crème, la Top Five.

Insomma, andateci.

1. Ciro Salvo, 50 Kalò

Ciro Salvo

Vot’ ‘e gir’ Ciro Salvo è sempre nei primissimi posti di tutte le classifiche dell’universo mondo. Per Young siamo alle prese con un pizzaiolo in grado di sfornare pizze buonissime con farciture innovative, ma i suoi cavalli di battaglia raccomandati sono Margherita e Marinara.

50 Kalò. Piazza Sannazaro 201/B, Mergellina, +39 081192 04667

2. Enzo Coccia, la Notizia

Enzo Coccia Napoli

Il decano della pizza che molti si affannano a chiamare gourmet solo perché non si mette su quel che capita ha molte frecce al suo arco come l’apertura della nuova ‘O sfizio d”a Notizia che proporrà fritta e bollicine. Young è attratto dalle farciture con ventricina, pomodorini gialli, ricotta di bufala, ma la costanza dell’impasto si apprezza con la Margherita

Pizzaria La Notizia. Via Michelangelo da Caravaggio 53A. Tel. +39 0817142155; 

3. Condurro, Da Michele

Francesco Condurro

La macchina del tempo della pizza si avvia qui, dal mitico Michele che identifica un’intera genie, quella dei Condurro sempre pronti a far sognare con solo due pizze, Margherita e Marinara. Stratosferiche. Anzi, mistiche.

Da Michele. Via Cesare Sersale 1-3. Tel. +39 0815539204

4. Gino e Antonio Sorbillo, Sorbillo ai Tribunali

Gino e Toto Sorbillo

Il fascino mediatico di Gino Sorbillo conquista anche Daniel Young che però ricorda anche che c’è Antonio in pizzeria. Nonostante il successo da star televisiva, la sua pizza resta un cibo popolare, apparentemente semplice, ma sempre a buon mercato.

SorbilloVia dei Tribunali 32. Tel. +39 08144 6643

5. Attilio Bachetti, Da Attilio

Se pensavate che Daniel Young la sapesse corta, ricredetevi. Aver inserito Attilio Bachetti, interprete dell’autentica tradizione della pizza napoletana, ed aver ricordato come il filo del passato sia passato dall’Attilio del secolo scorso all’Attilio contemporaneo attraverso le mani di Maria Francesca Mariniello spiega cosa vuol dire essere cultore della materia. Young indica la Cosacca come preferita. Impossibile non dargli ragione, ma aggiungerei la Attilio del 1944.

Da AttilioVia Pignasecca 17. Tel. +39 0815520479

[do action=”publy-728-2″/]

E ora a voi: scatenatevi nel dire che un Americano di stanza a Londra non capisce molto di pizza e ci sono altri pizzaioli da segnalare.

Di Vincenzo Pagano

Fulminato sulla strada dei ristoranti, delle pizze, dei gelati, degli hamburger, apre Scatti di Gusto e da allora non ha mai smesso di curiosare tra cucine, forni e tavole.