Ischia. Cosa mangerete nella pizzeria di vetro che apre al Porto con i Zombino e Teresa Iorio

Tempo di lettura: 3 minuti

Rossopomodoro Ischia Porto

Tre novità in un colpo solo ad Ischia in tema pizza.

Nella serra dell’ex Garden Center di Corso Vittoria Colonna 90, a Ischia Porto, stasera apre Rossopomodoro con una festa aperta a tutta l’Isola Verde.

Isola che si ritrova ad assaggiare in prima assoluta la pizza fritta.

Sembra strano, ma a Ischia non si faceva pizza fritta e Franco Manna, presidente di Rossopomodoro e frequentatore dell’isola, non ha avuto dubbi nel puntare su friggitori napoletani di esperienza come i fratelli Zombino che hanno la pizzeria al Vomero.

pizza fritta Zombino fratelli Zombino

A Ischia portano la Semplice con ricotta con latte e panna, salame napoletano, provola affumicata, la Classica con pomodoro San Marzano, provola affumicata, basilico, la Monachina con pomodoro, provola affumicata, pecorino bagnolese, basilico (tutte a 5,50 €) e la Paesana con ricotta con latte e panna, provola affumicata, pomodoro San Marzano, cicoli di maiale (a 6,50 €).

La pizza fritta dei fratelli Zombino si distingue per generosità del formato e per l’impasto che avvicina la consistenza della pizza a quella di un soffice babà pur avendo una pelle croccante e dorata. Un sigillo perfetto per le vacanze estive e per l’avvio di una notte di divertimento da consumare in discoteca e in compagnia degli amici. Energia pronta all’uso con gusto ed equilibrio, avvertono da Rossopomodoro che punta a conquistare anche i nottambuli con un orario estivo dalle 18 del pomeriggio fino all’1 di notte.

Teresa Iorio pizzaiolaClelia Martino Teresa Iorio

Il nuovo Rossopomodoro può contare anche sulla presenza della Campionessa Mondiale Trofeo STG in carica, Teresa Iorio che, insieme ai fratelli Zombino, condurrà la pizzeria per tutto il mese di agosto.

La prima pizzaiola della Campania a fregiarsi dell’ambito riconoscimento mixerà i suoi impasti con quelli di Rossopomodoro per creare una pizza verace proprio come lei o alternativa con impasti da farine semi integrali messi a punto insieme al Team del Rossopomodoro Lab. di via Partenope.

pomodorosa pizzapizza con le polpette Teresa Ioriopizza integrale Teresa Ioriopizza napoletana piatto

La scommessa è quella di fare la pizza più cool dell’estate ischitana. Marinara (4 €), Margherita (5 €), Verace con mozzarella di bufala (7,50 €) sono alcuni dei grandi classici che Teresa Iorio proporrà insieme a una speciale come la Pomodorosa ai 4 pomodori campani (11 €) e soprattutto alle due integrali realizzate con farina Tipo 1 del nostro sponsor Mulino Caputo che sta ottenendo successo anche a molte miglia da Napoli: Pomodoro e mozzarella (5 €) o Provola e corbarino (6 €).

Una pizzeria particolare per molti primati da cui non sfugge quella dell’architettura. La nuova sede di Rossopomodoro “a mare” è in un’ex vivaio che in pratica è una serra di vetro.

E l’aspetto non è cambiato per cui le persone mangeranno con l’effetto di una luce naturale che permea le pareti e varia al mutare delle ore del giorno. Lavori di ristrutturazione conservativa e finestre sulle falde che si aprono ad ali di gabbiano per consentire l’areazione anch’essa naturale sono il completamento del progetto.

Al centro della scena, il forno a legna rivestito con le piastrelle di nuovo disegno che si ispira direttamente alle riggiole della Basilica di Santa Chiara nel cuore di Napoli.

Riusciranno i nostri eroi a conquistare i palati dell’isola di Ischia?

4 Commenti

  1. Ovviamente questa e’ la prima estate che manco a Ischia…Immagino le serate,prima pizza e poi cornetto caldo da Calise

  2. “…A Ischia non si faceva la pizza fritta…”. Sicuramente ho letto male l’articolo oppure ho saltato qualche passaggio, vero?
    Che significa che a Ischia non si faceva la pizza fritta? E “Cecilia” in zona piazzetta? E “‘O Sole mio” alla spiaggia dei pescatori? Solo per itarne un paio.
    Ho passato tutte le estati dal ’76 al ’90 continuativamente poi sporadicamente negli anni a venire e la pizza fritta me la ricordo benissimo, a Ischia.
    Mah…

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui